Märklinfan Club Italia
Märklinfan Club Italia
Home | Profile | Register | Active Topics | Members | Search | FAQ
 All Forums
 Storia delle ferrovie
 Germania - Locomotive elettriche
 BR 181 / 181.2

Note: You must be registered in order to post a reply.
To register, click here. Registration is FREE!

Screensize:
UserName:
Password:
Format Mode:
Format: BoldItalicizedUnderlineStrikethrough Align LeftCenteredAlign Right Horizontal Rule Insert HyperlinkInsert EmailInsert Image Insert CodeInsert QuoteInsert List
   
Message:

* HTML is OFF
* Forum Code is ON
Smilies
Smile [:)] Big Smile [:D] Cool [8D] Blush [:I]
Tongue [:P] Evil [):] Wink [;)] Clown [:o)]
Black Eye [B)] Eight Ball [8] Frown [:(] Shy [8)]
Shocked [:0] Angry [:(!] Dead [xx(] Sleepy [|)]
Kisses [:X] Approve [^] Disapprove [V] Question [?]

 
Check here to subscribe to this topic.
   

T O P I C    R E V I E W
Nino Carbone Posted - 11 April 2012 : 22:45:52
BR 181 / 181.2
2   L A T E S T    R E P L I E S    (Newest First)
Nino Carbone Posted - 14 April 2012 : 11:12:39

- Essendo pannelli amovibili su alcune macchine sono stati sostituiti i lucernari centrali con griglie di aerazione -

- 181 215 / Francoforte / Agosto 2007 -

- Entrambe le versioni -




- Foto Thomas Wolf -



- 181 213 / Völklingen / 31 agosto 1984 -



- Foto Martin Werth / Edizioni Franhk -


- Nino Carbone / Gian Michele Sambonet -
Nino Carbone Posted - 11 April 2012 : 23:01:48

- E 310 / BR 181 / BR 181.2 -
- DB -


Le locomotive bicorrenti E 310 (poi 181) erano previste per i sistemi di elettrificazione in corrente alternata a 15 kV 16 2/3 Hz
in uso sulla rete ferroviaria DB e a 25 kV 50 Hz in uso sulle reti ferroviarie francese (SNCF) e lussemburghese (CFL).

Lo sviluppo dei collegamenti ferroviari franco-tedeschi indusse la DB a considerare macchine atte a circolare con entrambi
i tipi di corrente in uso nei due paesi.

L'elettrificazione della breve linea tra Forbach (Francia) e Saarbrücken (Germania) pose in evidenza il problema delle 2
tensioni diverse, un ostacolo consistente per un esercizio ferroviario che fino ad allora aveva fatto ricorso alla trazione
a vapore e diesel.

La sostituzione delle macchine al confine implicava soste particolarmente prolungate; proprio per questa ragione la DB fece
entrare in servizio, dall'inizio degli anni '60, diversi prototipi: 3 E 320 (poi classificate come 182), poi 4 E 310 (future 181)
e infine 5 E 410, che svolsero una breve carriera con il numero di serie 184.

La sperimentazione durata quasi quindici anni indusse la compagnia tedesca a ordinare una serie unificata di 25 macchine,
atte a circolare con i due tipi di corrente monofase francese e tedesca.

Quindi optarono per i prototipi BR 181 a doppia frequenza, messe a punto, in modo soddisfacente, durante la fase
di sperimentazione.

La serie, classificata come BR 181.2, venne consegnata dall'industria tedesca nell'arco di dieci mesi, tra il luglio del 1974
e l'aprile del 1975, una fortuna insperata per le DB.

La comparsa delle 25 unità BR 181.2 fu di grande aiuto nell'ambito del servizio ferroviario, tanto più che, con la linea
Metz-Forbach-Saarbrücken, il loro campo di azione fu esteso anche alle linee verso Apach (SNCF) e Wasserbillig-
Lussemburgo, in particolare per i treni che collegavano la capitale del Ducato a Coblenza, in Germania.

Queste macchine venivano poste in testa ai treni in partenza da Strasburgo con destinazione Stoccarda, Monaco e Vienna.

Inizialmente adibite alla trazione esclusiva dei treni passeggeri, in seguito la DB affidò loro la trazione di pesanti treni
minerari, in particolare sulla linea della valle della Mosella.

Inizialmente caratterizzata da livrea blu, la serie è attualmente contraddistinta da livrea di colore rosso (ma per un breve
periodo è stata anche turchese/beige).

Benché non fossero dei modelli tecnologicamente all'avanguardia, queste macchine di media potenza (3200 kW),
che circolano alla velocità massima di 160 km/h, rappresentano ancora oggi un elemento importante del parco
motore tedesco.

Tuttavia, la comparsa dei convogli ICE, atti a circolare con svariati tipi di corrente, ha portato a un ridimensionamento
del loro impiego.

Molto utilizzate su tutti i treni Eurocity Francia-Germania e Francia-Austria, ma anche sui servizi meno nobili tra Strasburgo
e Offenburg, le 181.2 hanno alle spalle una carriera di oltre 35 anni.

Quattro di queste macchine, le 211-214, sono state battezzate, fatto alquanto raro per la DB, e hanno ricevuto rispettivamente
le targhe di "Lorraine", "Luxembourg", "Sarre" e "Moselle"..



- Dati tecnici -

- Anno: 1966/*1975 -
- Rodiggio: Bo' Bo' -
- Velocità max: 150/*160 -
- Lunghezza: 16.950/*17.940 mm -
- Peso: 84/*83 ton -
- Potenza oraria: 3.240/*3.300 kW a 88,5/*90 km/h -
- Potenza continuativa: 3.000/*3.200 kW a 90/*92 km/h -
- Trasformatore: 2.900 kWA -
-
- Unità costruite: 4 / *25 -

- Costruttori: Krupp (meccanica) / AEG (componenti elettrici)




- 181 Prototipi (1966) Epoca III -

- Furono costruite 4 unità e numerate E 310 001 - 004 -

- Divennero: 181 001 - 002 e 181 103 - 104 -

- Le 001-002 erano dotate di freno elettrico di recupero, le 103 e 104 ne erano sprovviste -




- *181 Serie (1975) Epoca IV -

Nel 1975 furono costruite 25 unità e numerate secondo l'Epoca IV -

- 181.2: numerazione 201 > 225 -



- Nota -
Le differenze esteriori tra i "Prototipi" e quelle di "Serie" si notano: dalle porte di ingresso cabina dislocate diversamente
e dal ricasco del tetto, quelle di "Serie" hanno inoltre 3 lucernari posti sul ricasco del tetto a metà locomotiva.



- E 310 001 (Futura 181 001) / Prototipo / Epoca III -




- Foto da: Taschebuch Deutsche Lokomotive -



- 181 222 / Serie / Epoca IV -



- Foto da: Taschebuch Deutsche Lokomotive -



- 181 103 (ex E 310 003) / Prototipo / Epoca IV -



- Foto da: Edizioni Franckh -



- 181 001 (ex E 310 001) / Prototipo / Epoca IV -



- Foto da: Edizioni Franckh -



- 181 204 / Serie / Epoca IV -

- Il 14 gennaio 1982 a Francoforte-Niederrad con il convoglio Francoforte/Parigi -



- Foto da: Edizioni Franckh -


- Nino Carbone / Gian Michele Sambonet -

Märklinfan Club Italia © 2008-2016 Märklinfan Club Italia Go To Top Of Page
Powered By: Snitz Forums 2000 Version 3.4.06