Märklinfan Club Italia
Märklinfan Club Italia
Home | Profile | Register | Active Topics | Members | Search | FAQ
 All Forums
 Viaggi, letture e turismo ferroviario
 I plastici non Märklin da visitare
 Miniversum a Budapest

Note: You must be registered in order to post a reply.
To register, click here. Registration is FREE!

Screensize:
UserName:
Password:
Format Mode:
Format: BoldItalicizedUnderlineStrikethrough Align LeftCenteredAlign Right Horizontal Rule Insert HyperlinkInsert EmailInsert Image Insert CodeInsert QuoteInsert List
   
Message:

* HTML is OFF
* Forum Code is ON
Smilies
Smile [:)] Big Smile [:D] Cool [8D] Blush [:I]
Tongue [:P] Evil [):] Wink [;)] Clown [:o)]
Black Eye [B)] Eight Ball [8] Frown [:(] Shy [8)]
Shocked [:0] Angry [:(!] Dead [xx(] Sleepy [|)]
Kisses [:X] Approve [^] Disapprove [V] Question [?]

 
Check here to subscribe to this topic.
   

T O P I C    R E V I E W
Emilio Mantovani Posted - 01 January 2018 : 19:42:01
Durante le vacanze natalizie ho visitato Budapest. Su una delle vie principali, a fianco dell’Opera, si trova un bel plastico, MINIVERSUM.



Diviso in alcune stanze, è ospitato in sale ristrutturate e molto eleganti.



Riproduce con generosità paesaggi e monumenti ungheresi, con una comunque ampia sezione dedicata ad Austria e Germania.

Anche i modelli, naturalmente, appartengono a quelle amministrazioni ed è una buona occasione per gustare molti treni ungheresi.









L’intento didattico ed il desiderio di far conoscere la propria nazione con la sua storia è ben espresso da alcuni diorami che riproducono case popolari negli anni ’70 ed altre scene degli anni passati, ma anche da numerosi pannelli fotografici con la storia del dopoguerra, legata alle ferrovie.
E’ un plastico ben fatto e ricco di personaggi ed ambientazioni, molto pulito e ordinato. Se una critica si può fare, manca un po’ di vita, di sporco (anche se alcuni convogli sono invecchiati), di movimento e realismo.



I treni circolano numerosi, oltre 100 diversi, e tutto è molto silenzioso.
Non vi sono effetti speciali, fatta salva una piccola stanza in cui vengono riprodotti eventi atmosferici con suoni, ma in tutti i locali si alternano giorno e notte con illuminazione ben fatta.
Purtroppo molto visibile la mancanza di catenaria, con la presenza dei soli pali.



Si inizia con la città di Budapest, e poi in Ungheria domina la campagna, come nel vero, con belle riproduzioni di alcuni villaggi.





Le linee ferroviarie sono dolci ed eleganti.



La sezione tedesca è forse un po’ sacrificata, mentre l’ingresso in Austria è dominato dalla riproduzione della nuova stazione di Vienna (terminata prima di quella vera, dicono…).



Si prosegue con una bella e ricca ambientazione che comprende stazione, linee in aperta campagna ed alte montagne.







Tutto in una forma gradevole.
Il negozio non era molto fornito di modelli, e nulla di Marklin.

Senza avere la pretesa di una visita dedicata, è invece assolutamente da non perdere se capitasse di andare a Budapest per turismo o altre ragioni.
2   L A T E S T    R E P L I E S    (Newest First)
Alberto Pedrini Posted - 01 January 2018 : 20:46:36
Bel reportage, grazie Emilio
Piero Chionna Posted - 01 January 2018 : 19:53:41
Grazie Emilio per questo interessante servizio da Budapest.
Bellissima riproduzione della stazione di Budapest Est (Budapest Keleti) .

Märklinfan Club Italia © 2008-2016 Märklinfan Club Italia Go To Top Of Page
Powered By: Snitz Forums 2000 Version 3.4.06