Märklinfan Club Italia
Märklinfan Club Italia
Home | Profile | Register | Active Topics | Members | Search | FAQ
Username:
Password:
Save Password
Forgot your Password?

 All Forums
 Indice delle Pagine locomotive Scala H0
 Europa - Carrozze
 Hechtewagen (Carrozze Luccio)
 New Topic  Reply to Topic
 Printer Friendly
Author Previous Topic Topic Next Topic  

Nino Carbone

3562 Posts

Posted - 09 August 2013 :  22:25:13  Show Profile  Reply with Quote
Hechtewagen (Carrozze Luccio)

Nino Carbone

3562 Posts

Posted - 09 August 2013 :  23:07:07  Show Profile  Reply with Quote

- Hechtewagen (Carrozze Luccio) -
(Le prime vetture unificate delle DRG)



Dal 1922 al 1925 quando venne deciso di riunire insieme le Compagnie dei singoli Stati
nella Compagnia della Ferrovia del Reich (DRG), fu complicato per la nuova Amministrazione
utilizzare un parco eterogeneo, spesso incompatibile, che nell'esercizio quotidiano
produceva spese elevate.

Venne perseguito l'obiettivo di abbassare notevolmente i costi gestionali costruendo materiale unificato.

Nel settore delle carrozze passeggeri per treni direttissimi vennero velocemente conseguiti dei risultati,
e già nel 1922/1923 potè essere presentata in pubblico la prima famiglia di carrozze di progettazione
completamente nuova in tecnica costruttiva di acciaio e interamente con il marchio DRG.

Le vetture erano rastremate verso le estremità (ispirate alle carrozze passeggeri di tipo prussiano),
conosciute comunemente come "Hechtewagen" (Carrozze Luccio), il termine di queste carrozze
derivava dalla forma della testa dei pesci predatori.

Questa soluzione era stata creata per ottenere una riduzione della resistenza all'aria
e una migliore visibilità in curva.




- Foto da: de.wikipedia.org -

Tuttavia si evidenziò che questa inconsueta forma non rappresentava un vero miglioramento,
né esteticamente, né tecnicamente e già nel 1928 nei progetti costruttivi venne superata.

Il telaio del sottocarro e il corpo delle carrozze dei tipi 20-21-22-23 erano di acciaio rivettato compreso
il rivestimento in lamiera della carrozzeria.

Gli interni erano a scompartimenti con corridoio laterale, un'altra caratteristica comune di queste vetture
era il rivestimento in legno delle pareti interne e dei soffitti con illuminazione elettrica.

I finestrini laterali erano arrotondati nella parte superiore, il tetto delle vetture era a volta
con scalette di salita sulle pareti di testa.

Vennero dotate di una frenatura ad aria compressa del tipo "Kunze-Knorr S"
e ventilatori separati tipo Wendler.

Nel 1923 la gamma produttiva dei rotabili comprendeva:

- Carrozze di 1a Classe A4ü-23 -
- Carrozze di 2a Classe B4ü-22 -
- Carrozze di 1/2a Classe AB4ü-23a/b/c -
- Carrozze di 3a Classe C4ü-23 -
- Bagagliai Pw4ü-23 -


La lunghezza delle carrozze era uniforme: 20.061 mm. fino ai respingenti.

Furono costruite anche delle carrozze letto (1922), vetture postali (1927) e 10 bagagliai (1923)
che si adattassero al convoglio, i bagagliai erano però più corti delle carrozze: 18.840 mm.

Le vetture di 3a classe vennero fornite di sedili imbottiti, una scelta lungimirante in anticipo
sulla riforma delle classi che non avvenne però prima del 1956.

I bagagliai anche a causa dei carrelli di tipo prussiano, si differenziavano dalle altre carrozze,
le quali furono equipaggiate con carrelli di tipo americano

Nel traffico giornaliero le Hechtewagen si potevano incontrare in tutta la Germania,
sia nel servizio dei treni direttissimi che rapidi, dimostrando prova di efficienza e affidabilità
grazie alla loro robusta struttura costruttiva.

Dopo la Seconda Guerra Mondiale, oltre alle DB, vennero assegnate anche alle D/DR,
le Ferrovie Austriache accorparono le vetture che si trovarono sul loro territorio.

Le Hechtewagen non vennero prodotte solo per la Germania ma furono esportate
anche in Bulgaria e Turchia.

Le PKP polacche svilupparono dei propri rotabili basati su questo progetto, producendone un numero
maggiore rispetto agli originali tedeschi.

Entro la metà degli anni '60 le DB accantonarono dal servizio le Carrozze-Luccio originali tedesche,
similari tipi costruttivi di provenienza polacca vennero utilizzati più a lungo.

Terminato il servizio di linea, diverse Hechtewagen vennero convertite in vetture di manutenzione
e dipinte in livrea blu-oceano, altre in vetture per la misurazione colorate di giallo,
alcune mantennero la verniciatura verde.




- Immagini -

- Vettura per test a Heilbronn -



- Foto da: drehscheibe-foren.de -



- "Hechtwagen" in livrea blu-oceano convertita in vettura manutenzione a Heilbronn -



- Foto da: drehscheibe-foren.de -



- Vettura "Frankfurt 5817" attrezzata per test - Francoforte 7 gennaio 1981 -
(Anno costruzione 1923 ex C4ü-23)



- Foto da: drehscheibe-foren.de -



- Modelli Märklin - DB Epoca III -
(Condizioni di esercizio dopo il 1956)

- 42230 -





- 42250 -





- 42251 -





- 42260 -



- Foto Märklin -



- Modelli Trix - DB Epoca III -
(Condizioni d'esercizio prima della riforma delle classi avvenuta nel 1956)

- 23383 -





- 23384 -





- 23385 -





- 23387 -



- Foto da: Trix -



- Modelli Roco 1990/91 - DB Epoca III -
(Condizioni di esercizio dopo il 1956)






- Foto da: Roco -



- Carrozza con apparecchi per la misurazione -
(Ricostruita da una Hechtwagen 1/2 classe)

Nel parco ferroviario di una stazione non dovrebbero mancare alcune serie speciali di carrozze, studiate per la manutenzione delle linee ferroviarie.

Spesso sono vecchi carri o carrozze che vengono modificati per il loro nuovo uso, un gruppo di questi veicoli speciali sono i carri usati
per la costruzione di tratti ferrovia e si trovano posti vicino ai cantieri.

Un altro gruppo sono le vetture con apparecchi di misurazione, vengono usate per il controllo dei binari o per i test di impianto frenante
delle locomotive, spiccando per la loro livrea gialla -




- Foto da: Roco -



- Foto copertina da: shop.lokshop.de -
- Fonti: Trix novità 2009 / Roco catalogo 1990/91 / de.wikipedia.org
-
- Nino -
Go to Top of Page

Alberto Pedrini

Italy
10151 Posts

Posted - 10 August 2013 :  00:32:47  Show Profile  Visit Alberto Pedrini's Homepage  Reply with Quote
Nel 2011 sono state presentate le nuove carrozze Luccio, con stampo rinnovato.
C'è una confezione completa di epoca II DRG cod.42229 composta da bagagliaio e tre carrozze:





A cui hanno affiancato una carrozza mista 1/2° classe 42232
due di 3° classe 42252 42253
e un bagagliaio Pw4ü 42262

Alberto
Go to Top of Page

Nino Carbone

3562 Posts

Posted - 19 August 2013 :  20:24:27  Show Profile  Reply with Quote

- Hechtewagen per i treni Hapag-Lloyd -

Dopo la Prima Guerra Mondiale il trasporto marittimo ed i viaggi transoceanici ad esso connessi,
a causa dell'inflazione elevata e dei forti impegni dovuti alle riparazione belliche, cessarono.

I grandi piroscafi dell'epoca prebellica vennero ceduti alle autorità dei vincitori e le compagnie
armatoriali tedesche incominciarono da "ora zero".

Condizionata anche dall'elevato numero di persone pronte in Germania all'immigrazione,
la navigazione transoceanica gradualmente divenne nuovamente un buon affare, tra gli altri
per la Hapag-Lloyd, la quale, tanto da Bremerhaven che da Cuxhaven, portò innumerevoli
tedeschi nel Nuovo Mondo.

(Bremerhaven e Cuxhaven città tedesche situate sulla costa del Mare del Nord)

La Compagnia della Ferrovia Tedesca (DRG) rispose a tale flusso di viaggiatori "a senso unico"
e mise in servizio dei treni speciali che viaggiavano rispettivamente da Brema verso Bremerhaven
e da Amburgo verso Cuxhaven.

Il miglioramento dell'economia risvegliò anche l'attività dei viaggi e sempre più numerose
furono le persone che poterono concedersi nuovamente un viaggio a lunga distanza.

Per rendere quanto più possibile e comodo a questo pubblico mondano il viaggio verso
le lussuose cabine delle migliori navi passeggeri, le DRG acquisirono appositamente
delle Hechtewagen a classe unica di 1a e 2a classe, le quali vennero messe in composizione
nei treni assieme a quelle degli emigranti che impegnavano quelle di 3a classe.

Quale locomotiva di trazione veniva spesso usata la BR 17.0-1 (S10 K.P.E.V.).

I treni straordinari Hapag-Lloyd erano per tutti i viaggiatori un principio di sfida; per gli uni il piacere
dell'avventura, per gli altri la necessità di incominciare una nuova vita con la speranza
di poter trovare fortuna nel Nuovo Mondo.



- Fonte: Märklin -
- Nino -
Go to Top of Page
  Previous Topic Topic Next Topic  
 New Topic  Reply to Topic
 Printer Friendly
Jump To:
Märklinfan Club Italia © 2008-2016 Märklinfan Club Italia Go To Top Of Page
Powered By: Snitz Forums 2000 Version 3.4.06