Märklinfan Club Italia
Märklinfan Club Italia
Home | Profile | Register | Active Topics | Members | Search | FAQ
Username:
Password:
Save Password
Forgot your Password?

 All Forums
 Storia delle ferrovie
 Germania - Locomotive a vapore
 BR 98.7
 New Topic  Reply to Topic
 Printer Friendly
Author Previous Topic Topic Next Topic  

Nino Carbone

3561 Posts

Posted - 02 March 2014 :  11:44:50  Show Profile  Reply with Quote
BR 98.7

Nino Carbone

3561 Posts

Posted - 02 March 2014 :  13:09:08  Show Profile  Reply with Quote

- BR 98.7 (BB II Bavarese) -





- La Mallet bavarese -
- Cenni di storia -

Dal 1882 la costruzione di linee secondarie in Baviera ebbe un'accelerazione e poco prima della fine del secolo
le locomotive tender a 2 o 3 assi destinate a questo tipo di servizio offrirono tutte delle ottime prestazioni.

La maggioranza di queste uscirono dalle officine Georg Krauss di Monaco.

Nel momento in cui queste macchine risultarono insufficienti per l'aumento del peso sempre
crescente dei convogli, la Direzione Generale delle Ferrovie Bavaresi (K.Bay.STs.B.),
decise di far costruire delle locomotive tender sempre più grandi e potenti.

In considerazione dei numerosi stretti raggi di curvatura di molte linee venne
scartata a priori la costruzione di locomotive a 4 assi accoppiati.

Valutando attentamente ogni cosa venne la costruzione si indirizzò su locomotive
del tipo Mallet: 4 assi a coppie indipendenti con 4 cilindri.

La commissione venne assegnata alla fabbrica J.A. Maffei di Monaco, che poco tempo
prima (1886), aveva approntato un modello sperimentale di questo tipo
classificato come tipo: BB I.

Le nuove locomotive per ferrovie locali costituirono la Classe:

- BB II -

Mantenevano lo stesso concetto del meccanismo motore e rodiggio della macchina sperimentale BB I.

Il telaio principale posteriore - fisso - alloggiava 2 cilindri ad alta pressione, mentre il carrello motore
anteriore - mobile - era provvisto di altri 2 cilindri a bassa pressione, più grandi.

Uno smorzatore ad olio tra i 2 gruppi motori doveva garantire il buon andamento della locomotiva.

Sia i cilindri a bassa che alta pressione erano leggermente inclinati all'indietro e dotati
di comandi esterni del tipo Heusinger.

Gli assi posteriori dei due meccanismi motori agivano da assi motori.

Nella versione originale della BB II le locomotive erano dotate di freno a depressione
del tipo Hardy, sostituito successivamente con con un freno ad aria compressa
del tipo Westinghouse.

La caldaia era sostenuta da telaio principale fisso e poggiava sul carrello motore ad essa articolato.

Il duomo, posto al centro della caldaia, era collegato ai cilindri ad alta pressione tramite
2 tubi del vapore esterni.

Sia i tubi di raccordo tra i motori che quelli di scarico del vapore, in uscita dai cilindri
a bassa pressione, dovevano essere flessibili e la loro tenuta stagna
rimase un eterno problema.




- Costruzione -



- Tabella da: Mondo Ferroviario 64 -

Della Classe BB II bavarese, la Maffei costruì in varie serie complessivamente 31 locomotive
tra gli anni 1899 e 1903 e altre 2 macchine nel 1908.

Le prime 29 erano costruttivamente uguali con lunghezza di 10.010 mm. e peso di 42.6 ton.

Nelle ultime 2 unità, quelle del 1908, il peso di esercizio venne aumentato a 43.8 ton. e anche
la lunghezza passò a 10.225 mm.

Le locomotive fino al numero di servizio 2529 avevano il duomo in posizione più avanzata,
mentre si presume, dalla poca documentazione, che le due macchine del 1908 furono
consegnate già con la seconda sabbiera posizionata davanti alla cabina
vicino alla valvola di sicurezza.

Successivamente anche le altre unità furono adeguate.

Anche sotto le Ferrovie Reali la maggior parte di locomotive viaggiava con la carboniera originale,
(capacità 1.5 ton.), ma singole macchine vennero dotate di sopralzi sopra la stessa
per aumentare la capacità.

Nonostante il loro consumo fosse contenuto non ottennero il successo sperato.

Nella marcia denotarono moti di serpeggio del carrello anteriore motore e lo slittamento
del motore posteriore, inoltre la manutenzione dei motori ed il ricambio
delle varie parti si rivelarono complicati e dispendiosi.

Fino agli inizi degli anni '30 furono destinate a 5 depositi diversi, poi vennero gradualmente
accantonate tra il 1932 e il 1943.

La maggior parte venne demolita, altre rimasero ancora in attività presso stabilimenti industriali.

Una sola macchina è rimasta intatta arrivando ai giorni nostri, la BR 98 727 che entrò in servizio nel 1903.

Nel 1943, dopo 40 anni di servizio, fu ceduta alla Società Südzucker di Ratisbona, per poi essere
associata al Museo Ferroviario Tedesco di Darmstadt-Kranichstein.




- L'impiego -

Le locomotive Mallet BB II effettuavano prevalentemente servizio passeggeri e trainavano quasi tutti
i tipi di carrozze disponibili delle Ferrovie Bavaresi.

Dalle foto degli anni '20 e '30 risultano al traino di carrozze corte con passo di 4.500 e 5.000 mm.,
ma nel centro compaiono anche veicoli lunghi con passo di 6.000 e 6.500 mm.

Alla fine del treno erano agganciati, spesso, carri merci.




- Il servizio -

Al momento dell'ingresso in servizio dell'ultima BB II le Ferrovie Bavaresi possedevano
una rete di 1.570 km.

Altre ferrovie secondarie erano in costruzione e questo rese necessario l'acquisto
di altre locomotive più potenti.

A partire dal 1911 entrarono in servizio nuove locomotive, le GtL 4/4 (BR 98.8), superiori in tutto
alle BB II e con costi di manutenzione più contenuti.

Tutte le 31 Mallet BB II entrarono a far parte del parco DRG con la classificazione:

- BR 98.7 -

con numerazione 701 > 731 e assegnate alle Direzioni di:

- Augusta -
- Monaco -
- Ratisbona -
- Würzburg -
- Ludwigshafen -


Negli anni '20 Würzburg divenne una roccaforte di queste Mallet e nel 1929 quando questa Direzione
venne soppressa, tutte le locomotive, comprese le BR 98.7, vennero spostate
sotto la Direzione di Norimberga.

Nel 1932 iniziarono gli accantonamenti e nel 1934 il numero era dimezzato.

Delle 11 locomotive presenti il 1°gennaio 1934 a Würzburg, 4 dovettero abbandonare il servizio.

Nell'estate del 1935 il numero complessivo si ridusse a 11:

- Würzburg 7 -
- Passau 3 -
- Landshut 1 -


Il ritiro totale della Classe 98.7 avvenne tra il 1940 e il 1943.




- Dati tecnici -

- Anni: 1889-1903/1908 -
- Rodiggio: B'B n4v -
- Lunghezza: 10.010 mm. -

(701-729)
Lunghezza: 10.025 mm. -
(730-731)
- Velocità massima: 45 km/h -
- Diametro ruote motrici: 1.006 mm. -
- Potenza: 380 PSi -
- Diametro cilindri: 310/490 mm. -
- Corsa: 530 mm. -
- Griglia: 1.40 m2 -
- Pressione di esercizio: 12 kg/cm2 -
- Carico massimo per asse: 10.7 ton. -
- Peso di servizio: 42.6 ton. -

(701-729)
- Peso di servizio: 43.8 ton. -
(730-731)

- Unità costruite: 31 -

- Unità riclassificate DRG: 31 -

- Numerazione DRG: BR 98 701 > 731 -




- Immagini -

- La BB II 2528 costruita dalla Maffei nel 1903 allo stato originale con una sola sabbiera -



- Foto da Mondo Ferroviario 64 -



- La BR 98 715 con carboniera supplementare -



- Foto da Mondo Ferroviario 64 -



- La BB II e la sua concorrente -

- La BR 98 702 e la BR 98 860 (GtL 4/4) si fronteggiano a Naila - 11 agosto 1931 -

(La BR 98 702 è dotata di carboniera con sopralzo)



- Foto Collezione Scheingraber / da Mondo Ferroviario 64 -



- La Museale -

- In questa foto della BR 98 727 si evidenziano chiaramente le differenze costruttive della caldaia
e dei sopralzi modificati con l'aggiunta della doppia sabbiera -




- Foto U.Geum / da Mondo Ferroviario 64 -



- Modelli Roco -

- 43281 -



- Foto Frits Osterthun -



- 43286 -



- Foto Frits Osterthun -



- Foto copertina / da: worldrailfans.info -
- Fonti: Articolo di Emilio Ganzerla Mondo Ferroviario 64 / Taschenbuch Deutsche Dampflokomotiven -

- Nino -

Go to Top of Page
  Previous Topic Topic Next Topic  
 New Topic  Reply to Topic
 Printer Friendly
Jump To:
Märklinfan Club Italia © 2008-2016 Märklinfan Club Italia Go To Top Of Page
Powered By: Snitz Forums 2000 Version 3.4.06