Märklinfan Club Italia
Märklinfan Club Italia
Home | Profile | Register | Active Topics | Members | Search | FAQ
Username:
Password:
Save Password
Forgot your Password?

 All Forums
 Argomenti ferroviari
 Composizione treni merci
 Treni per l’acqua delle FS
 New Topic  Reply to Topic
 Printer Friendly
Author Previous Topic Topic Next Topic  

Nino Carbone

4420 Posts

Posted - 26 January 2016 :  23:40:40  Show Profile  Reply with Quote

- Treni per l’acqua delle FS -

Servivano per il rifornimento dei caselli e delle stazioni più isolate, specialmente nel centro-sud.

Erano considerati fra i “treni materiali” e vennero effettuati in maniera diffusa fino agli anni Settanta, con programmi ben dettagliati che ne stabilivano le norme di circolazione.


- Carro cisterna per acqua potabile VZk 711 2 051 a Sulmona il 28 ottobre 1989 -



- Foto Di Iorio / da: iTreni oggi 123 -

Questi treni erano di 2 tipi: per l’acqua potabile e acqua non potabile.

Questi ultimi, quasi esclusivamente destinati a reintegrare le scorte idriche dei punti di rifornimento in piena linea o nelle stazioni
non collegate a condutture, erano quindi indispensabili per l’esercizio della trazione a vapore e scomparvero con essa.

I trasporti di acqua potabile erano invece destinati al rifornimento dei caselli, posti di guardia nelle stazioni che, trovandosi spesso
in punti molto isolati, non era possibile o conveniente allacciare ad acquedotti.

Questi posti erano dotati di cisterne di varie dimensioni, secondo la necessità: si prevedeva un consumo massimo giornaliero
di 250 litri per ciascun alloggio e di 500 litri per ciascuna stazione o fermata adibita al servizio viaggiatori.

Il rifornimento era ridotto a soli 50 litri giornalieri dove esistevano pozzi per l’approvvigionamento di acqua non potabile adatta
ad altri usi domestici.

Per il trasporto venivano usati carri serbatoio delle vecchie serie “M”, costruiti su telai di carri a 2 assi di svariata provenienza
e dimensioni, oppure carri “Mt”, ricavati da vecchi tender di locomotive a vapore.

- Tender a 3 assi trasformato per il trasporto di acqua potabile a Potenza Inferiore il 9 agosto 1968 -




- Foto Mascherpa / da. iTreni oggi 123 -



- Carri piombati per l’acqua potabile -

- Carro per acqua potabile VZk 711 2 105 a Dittaino (Sicilia) nella primavera 1987 -
(La stazione di Dittaino è una stazione ferroviaria intermedia della ferrovia Palermo-Catania, nonché lo scalo merci dell'area industriale di Enna)



- Foto C.Signorini / da: iTreni oggi 123 -

Per il trasporto dell’acqua potabile il rivestimento interno dei serbatoi di questi carri era di cemento o di lamiera zincata e veniva
sottoposto a severe norme di pulizia e manutenzione, che prevedevano particolari lavaggi e, a volte, la sterilizzazione.

Questi carri erano inoltre dotati di tubi di gomma per consentire lo scarico dell’acqua nelle cisterne, che erano ubicate a non più
di 8 metri dal binario; alcuni erano provvisti anche di una pompa per permettere lo scarico anche dove era impossibile farlo
per gravità.

Sia nei viaggi con carico d’acqua che in quelli a vuoto, le cisterne dovevano essere sempre chiuse ermeticamente e piombate.

All’invio e allo scarico dei carri serbatoio si provvedeva agganciandoli ai treni merci ordinari, ai quali venivano prescritte
appositamente soste e perditempi, e, per facilitare lo scarico venivano agganciati subito dopo la locomotiva.

Questo sistema comportava forti condizionamenti all’esercizio, veniva usato solo dove l’orario dei treni e il ridotto numero
dei punti di rifornimento lo permettevano, altrimenti si preferiva effettuare treni straordinari, che potevano essere previsti
in orario o prescritti da apposite circolari in cui si stabilivano, sia i giorni di effettuazione, sia i perditempi per lo scarico.

Oggi i caselli sono quasi tutti disabilitati, alcuni demoliti e i pochi ancora abitati sono stati dotati di acqua corrente,
requisito ormai indispensabile per l’abitabilità.




- Esempio di rifornimento d’acqua sulla linea Sulmona-Terni -

Veniva effettuato limitatamente alla tratta Sulmona-Antrodoco.

I giorni 9 e 24 di ogni mese 6 carri serbatoio caricati nella stazione di Popoli, sulla linea per Pescara, venivano inviati a Sulmona
effettuando lo straordinario 8669 e da qui proseguivano il giorno stesso fino all’Aquila con il treno materiali ML 32000,
che prevedeva nella sua traccia oraria le soste per lo scarico in linea dei primi 4 carri.

Il giorno successivo proseguiva con il treno 32002 fino ad Antrodoco per eseguire lo scarico degli altri 2 carri serbatoio.

Al ritorno dei carri vuoti si provvedeva nella stessa giornata con lo straordinario 8847 fino all’Aquila, e il terzo giorno, dopo aver
agganciato i 4 carri vuoti lasciati in attesa, ripercorreva il tracciato a ritroso fino a Popoli, stazione di residenza dei carri.

I 2 rifornimenti mensili erano previsti solo da aprile a ottobre, mentre nei rimanenti mesi invernali il rifornimento avveniva
una volta sola, il giorno 9 del mese.


Treno merci ordinario trainato dalle locomotive E.625.006 e 099 con carro acqua e bagagliaio Dm a Bosco Redole verso Campobasso -
(1 maggio 1973)




- Foto Mascherpa / da: iTreni oggi 123 -



- Realizzazione modellistica -
(Giancarlo Maraviglia)

Clic foto



- Foto Giancarlo Maraviglia / da: iTreni oggi 143 -



- Fonte Attilio Di Iorio / da: iTreni oggi 123 -

- Nino -

Nino Carbone

4420 Posts

Posted - 31 January 2016 :  11:05:08  Show Profile  Reply with Quote


- Gr.740.306 al traino di un merci Rimini-Ravenna -

- Dietro la locomotiva il carro cisterna di acqua potabile per rifornire i vari caselli ferroviari della linea -

(Cervia 5 luglio 1973)

Clic foto



- Foto Bruno Cividini / da: lnx.informatica80.it -


- Nino -
Go to Top of Page

Piero Chionna

Italy
7135 Posts

Posted - 07 February 2016 :  11:25:18  Show Profile  Visit Piero Chionna's Homepage  Reply with Quote
Uno dei carri serbatoio conservati a Lecce:

Da Google Street View:


Piero
Go to Top of Page

Alberto Pedrini

Italy
10299 Posts

Posted - 07 February 2016 :  16:02:23  Show Profile  Visit Alberto Pedrini's Homepage  Reply with Quote
Conrad ne ha fatto realizzare uno su base Märklin cod.94164
Lo avevo comprato qualche anno fa.


Alberto
Go to Top of Page

Nino Carbone

4420 Posts

Posted - 21 July 2016 :  11:04:53  Show Profile  Reply with Quote


- Carro per il trasporto di acqua potabile delle Ferrovie Calabro Lucane (FCL) a Potenza Inferiore Scalo nel maggio 1973 -

Clic foto



- Foto M.Cherubini / da: iTreni oggi 132 -


- Nino -
Go to Top of Page

Nino Carbone

4420 Posts

Posted - 13 September 2016 :  23:10:54  Show Profile  Reply with Quote


Clic foto



- Foto da: scalatt.it -


- Nino -
Go to Top of Page

Piero Chionna

Italy
7135 Posts

Posted - 17 September 2018 :  16:30:45  Show Profile  Visit Piero Chionna's Homepage  Reply with Quote
Il treno dell'acqua conservato presso il MUFEP di Lecce.





La descrizione del materiale preservato al Museo Ferroviario della Puglia di Lecce.





Piero
Go to Top of Page
  Previous Topic Topic Next Topic  
 New Topic  Reply to Topic
 Printer Friendly
Jump To:
Märklinfan Club Italia © 2008-2016 Märklinfan Club Italia Go To Top Of Page
Powered By: Snitz Forums 2000 Version 3.4.06