Märklinfan Club Italia
Märklinfan Club Italia
Home | Profile | Register | Active Topics | Members | Search | FAQ
Username:
Password:
Save Password
Forgot your Password?

 All Forums
 Argomenti ferroviari
 Infrastrutture
 Raccordi Ferroviari Zona Industriale di Brindisi
 New Topic  Reply to Topic
 Printer Friendly
Next Page
Author Previous Topic Topic Next Topic
Page: of 2

Piero Chionna

Italy
7559 Posts

Posted - 17 March 2016 :  18:05:20  Show Profile  Visit Piero Chionna's Homepage  Reply with Quote




La zona industriale di Brindisi rientra, al pari di quella di Taranto, tra le Aree ad elevato rischio di crisi ambientale (D.P.C.M.. 30/11/1990).

Tra le 150 aziende che hanno la propria sede nella zona industriale troviamo varie industrie soggette al rischio di incidente rilevante: industrie chimiche, farmaceutiche, depositi di gas e centrali termoelettriche.

La zona industriale copre un'area di 2255 ettari ed è servita da una propria rete ferroviaria collegata alla stazione di Brindisi Centrale in prossimità dello scalo intermodale (Lato Sud, direzione Lecce):

http://www.pitsette.it/index2.php?option=com_docman&task=doc_view&gid=67&Itemid=27

Descriverò di seguito un viaggio sui raccordi ferroviari ricostruito attraverso le Mappe di Bing.

Si parte dalla stazione di Brindisi Centrale (uscita lato sud direzione Lecce).
Nel punto 1 si nota la diramazione della linea per la stazione di Brindisi Marittima, oggi dismessa; nella stessa area si individuano chiaramente la rimessa e la piattaforma girevole.
Il punto 3 identifica l'ingresso alla scalo intermodale che segue parallelamente il tracciato della linea Bari-Lecce.
Il raccordo per la zona industriale si dirama dal punto 2.




La linea prosegue verso la zona industriale costeggiando la parte terminale del Seno di Levante del porto interno, sulla sponda opposta rispetto alla vecchia stazione Marittima.




Lasciata l'area del porto interno la linea si inserisce nella zona industriale descrivendo una prima curva a destra a 90° seguita da un tratto rettilineo e da una successiva curva a sinistra a 90°.
Sulla sponda opposta del porto ho evidenziato nella prima foto la vecchia linea diretta alla Stazione Marittima.








Il raccordo ferroviario prosegue in rettilineo seguendo il Viale Enrico Fermi. La sede ferroviaria è posizionata tra le due carreggiate stradali a due corsie per ogni senso di marcia.
Notiamo tre diramazioni identificate con i numeri 4, 5 e 6.
Dal punto 4 si dirama un breve raccordo diretto a una piccola azienda.
Dal punto 5 si dirama il raccordo che conduce ai depositi di Gas, ma che costituisce anche la chiusura dell'anello che vedremo nel proseguio del viaggio.
Dal punto 6 si dirama il raccordo diretto alle banchine di Costa Morena.




Immagine ingrandita del breve raccordo che si dirama dal punto 4.




Dal punto 6 si dirama il raccordo diretto alla banchina di Costa Morema. Lungo il tratto rettilineo evidenziato in rosso si nota un fascio di ricovero a tre binari.
Nel punto 7 la linea si dirama nuovamente:
un raccordo, proseguendo nella stessa direzione, si dirige verso il molo carbonifero dove attraccano le navi carboniere che trasportano a ciclo continuo il carbone destinato all'alimentazioni delle centrali termoelettriche.
Il carbone scaricato dalle navi viene trasportato alla centrale ENEL Federico II per mezzo di un nastro trasportatore.
L'altro raccordo che si dirama a 90° confluisce in un piccolo fascio di binari da cui si origina un altro binario che serve direttamente la banchina posta a 90° rispetto alla banchina carbonifera.




Nell'immagine che segue ho evidenziato i binari del molo carbonifero e le altre infrastrutture ferroviarie prima descritte:




Nella foto seguente sono evidenziate in giallo i nastri trasportatori che consentono di trasportare il carbone dalle navi alle caldaie della centrale ENEL Federico II (località Cerano) e della centrale ENI Power (Brindisi Zona Industriale) .




Il nastro diretto alla centrale ENEL Federico II segue un percorso di 12 Km ed è largo 60 metri.
Qui lo vediamo evidenziato in giallo nel primo tratto del suo percorso in cui segue grosso modo il perimetro della centrale elettrica di ENI Power.




Ritorniamo ora al punto 6 da cui si origina il raccordo del molo carbonifero e proseguiamo il percorso in rettilineo fino ad incontrare la diramazione che conduce alla centrale termoelettrica di ENI Power.
Ho erroneamente identificato di nuovo con 7 il punto di tale diramazione.
Anche se non evidenziato, dall'immagine si nota chiaramente il nastro trasportatore del carbone diretto alla centrale Federico II. Questo nastro aggira da sinistra la centrale ENI Power che a sua volta possiede un suo nastro trasportatore.




Ingrandendo l'immagine precedente si nota che il binario proveniente dal punto 7 si dirama in altri 4 binari che entrano in curva all'interno della centrale elettrica.
Sono presenti anche binari di raddoppio e un tronchino




Sempre proseguendo dal punto 7 la linea, che corre parallela alla sede stradale, si inserisce tra le aree portuali e un bacino di acque industriali.
Qui è presente un fascio di binari che precede l'ampia curva da cui si accede all'interno del Petrolchimico di Brindisi (EX Montecatini), oggi "Versalis" già "Polimeri Europa" (Gruppo ENI)




In questa foto ingrandita si nota il fascio di binari che precede la curva di ingresso all'area del petrolchimico.





Piero

Piero Chionna

Italy
7559 Posts

Posted - 17 March 2016 :  18:08:40  Show Profile  Visit Piero Chionna's Homepage  Reply with Quote
Un convoglio proveniente dalla stazione di Brindisi entra nell'area del petrolchimico.
Sono visibili altri carri e locomotive in sosta.




Proseguiamo lungo la stessa direttice seguendo passo passo lo sviluppo del tracciato......








.....fino a raggiungere il triangolo (delta)







Partendo dal punto 9 del triangolo ci spostiamo in direzione nord, verso il punto 11, incontrando altre 2 diramazioni.






Proseguendo sempre verso nord, in corrispendenza del punto 11 si incontra un altro fascio di binari su cui vediamo altri carri cisterna in sosta.




Il fascio si estende fino al punto 13, dove iniziano le aste di manovra che terminano in prossimità del litorale adriatico (punto 14).






Ritorniamo indietro, sul triangolo già visto prima, e ripartiamo in direzione opposta dal punto che ho rinominato 15.




Viaggiando verso il punto 16 incontriamo altre installazioni industriali e altri fasci di binari.




Proseguendo lato sud il fascio di binari confluisce nel binario che si dirige verso l'uscita dall'area del petrolchimico (punto 17)





Dopo il punto 17 la linea a binario unico inizia il percorso che riconduce al punto 5 (già visto all'inizio del percorso), richiudendo il tracciato a forma di racchetta di ritorno.
Lungo il tratto di linea verso il punto 5 (Viale Enrico Fermi) si raggiunge il bivio 18 da cui si dirama il raccordo verso i depositi di GPL










Proseguendo oltre il bivio 18 si incontra un piccolo fascio di binari




Oltre il fascio di binari si procede in rettilineo fino alla curva che ci riporta al punto 5 da cui eravamo già transitatati in apertura di discussione.



Piero
Go to Top of Page

Nino Carbone

5800 Posts

Posted - 17 March 2016 :  23:59:02  Show Profile  Reply with Quote

Ben dettagliata delucidazione sui vari raccordi industriali che si staccano dalla stazione di Brindisi Centrale.
Interessantissimo, e complimenti per il tuo lavoro.
Nino.
Go to Top of Page

Piero Chionna

Italy
7559 Posts

Posted - 18 March 2016 :  07:24:08  Show Profile  Visit Piero Chionna's Homepage  Reply with Quote
Grazie Nino


Una tradotta di carri cisterna per trasporto gas percorre Viale Enrico Fermi diretto alla stazione di Brindisi.
Il convoglio è trainato dalla D245.2174.
Sullo sfondo, a sinistra, si nota la centrale elettrica ENI Power.




La foto è scattata dal ponte stradale che si trova nel punto A della foto seguente. Il convoglio si trova tra il punto A e il punto 4:



Vedere anche:
http://www.marklinfan.com/public/Pier%20Attilio%20Chionna/raccordibrindisi6.jpg




Piero
Go to Top of Page

Piero Chionna

Italy
7559 Posts

Posted - 18 March 2016 :  07:57:44  Show Profile  Visit Piero Chionna's Homepage  Reply with Quote
Immagine non recente del treno MRV 53627 (merci rapido vuoto) Domegliara - Brindisi trainato dalla E186.908 di "Linea" in corsa tra Carovigno e San Vito dei Normanni (BR).
Il convoglio corrispondente in senso ascendente viaggia carico di GPL come MR58433 (merci rapido) Brindisi-Domegliara (VR)


(Foto Michele di Carne - Apuliaonrail)

Il convoglio è diretto in quest'area della zona industriale di Brindisi e ci arriverà seguendo l'itinerario Stazione Brindisi Centrale - Bivio 2 - Bivio 5 - Bivio 18 fino a punto 19.
Vedi anche foto precedenti:
http://www.marklinfan.com/public/Pier%20Attilio%20Chionna/raccordibrindisi30.jpg

http://www.marklinfan.com/public/Pier%20Attilio%20Chionna/raccordibrindisi31.jpg

http://www.marklinfan.com/public/Pier%20Attilio%20Chionna/raccordibrindisi35.jpg











Piero
Go to Top of Page

Piero Chionna

Italy
7559 Posts

Posted - 18 March 2016 :  08:12:21  Show Profile  Visit Piero Chionna's Homepage  Reply with Quote
Una macchina diesel in servizio all'interno del Petrolchimico di Brindisi:



(da Photorail)


Visibile anche qui, all'interno dello stabilimento Versalis:



Ultime notizie relative a Versalis:

La società controllata dell'Eni è costretta a usare l'intermodalità ferroviaria meno di quanto vorrebbe ma sfrutta le autostrade del mare in partenza da Brindisi.
Il sistema infrastrutturale italiano non favorisce, o forse sarebbe meglio dire penalizza, il trasporto intermodale. L'ultima importante azienda a lanciare un duro monito su questo tema è Versalis, azienda del gruppo Eni......


Continua a leggere:
http://www.trasportoeuropa.it/index.php/home/archvio/18-intermodalita/14388-versalis-fatica-con-la-logistica-italiana


Piero
Go to Top of Page

Piero Chionna

Italy
7559 Posts

Posted - 18 March 2016 :  09:14:33  Show Profile  Visit Piero Chionna's Homepage  Reply with Quote
Prodotti finiti in partenza dallo sbabilimento ENI-Versalis:



Altra immagine dello stesso punto già pubblicata in precedenza:
http://www.marklinfan.com/public/Pier%20Attilio%20Chionna/raccordibrindisi19.jpg

Un convoglio proveniente dallo stabilimento Versalis viaggia verso nord lungo la linea Adriatica:

Serranova (BR), 20 agosto 2015 (ore 18.52)


Piero
Go to Top of Page

Piero Chionna

Italy
7559 Posts

Posted - 18 March 2016 :  09:32:28  Show Profile  Visit Piero Chionna's Homepage  Reply with Quote
In altre aree del porto sono presenti altri raccordi e fasci di binari ormai dismessi, come questi, adiacenti al vecchio capannone ex Montecatini risalente al 1937.

Da "brindisiweb"

Il 14 dicembre 1930 il Comune di Brindisi autorizzava l'attivazione alla Società Fertilizzanti Montecatini spa di uno stabilimento per la fabbricazione di perfosfati minerali, che sarà collaudato nel 1937.
Originariamente l'impianto industriale si componeva di undici strutture su una superficie di mq.33.900, fra le quali i magazzini in cui si svolgevano i processi produttivi relativi alla cristallizzazione o alla macinazione o alla produzione di solfato di rame.....


Leggi tutto:
http://www.brindisiweb.it/storia/capannone_montecatini.asp




Immagine più ampia che mostra il capannone ex Montecatini edificato nel porto interno (Seno di Levante)



B = capannone Ex Montecatini
C = ex Stazione Brindisi Marittima
D = Magazzini UNHRCR ex hangar base idrovolanti
E = Monumento al Marinaio d'Italia

Piero
Go to Top of Page

Piero Chionna

Italy
7559 Posts

Posted - 19 March 2016 :  09:35:45  Show Profile  Visit Piero Chionna's Homepage  Reply with Quote
Gli impianti petrolchimici della Montedison (Montecatini-Edison) negli anni '60:




Dall' Archivio Nazionale Cinema d'Impresa:

"Quattro volte Brindisi"
Documentario prodotto dalla Montecatini per la regia di Giovanni Cecchinato (Italia, 1964).

https://www.youtube.com/watch?v=9nBddeMzr7g

Piero
Go to Top of Page

Piero Chionna

Italy
7559 Posts

Posted - 19 March 2016 :  10:45:12  Show Profile  Visit Piero Chionna's Homepage  Reply with Quote
I veleni di Brindisi:

http://www.brindisireport.it/cronaca/tappa-alla-discarica-Micorosa-di-Brindisi-della-Commissione-parlamentare-di-inchiesta-sui-reati-ambientali.html


http://www.comune.brindisi.it/web/component/content/article/1455.html#sitointeressenazionale

Piero
Go to Top of Page

Piero Chionna

Italy
7559 Posts

Posted - 19 March 2016 :  11:04:32  Show Profile  Visit Piero Chionna's Homepage  Reply with Quote


In corrispondenza del bivio 5, esattamente all'interno della curva, sorge lo stabilimento della Jindal Films, La Jindal Films, azienda leader nella produzione di films di polipropilene biorientato (BOPP), che ha acquistato circa un anno fa la Exxon Mobil.

http://www.jindalfilms.com/jindal-films-announces-new-metallizer-and-new-bopp-line-in-brindisi/


Nel 2016 la Jindal Fims raddoppierà la capacità produttiva delle stabilimento di Brindisi:

http://www.ilsole24ore.com/art/impresa-e-territori/2015-05-29/chimica-e-aeronautica-brindisi-attira-investimenti-gli-incentivi-regionali--084711.shtml?uuid=ABphMioD

Piero
Go to Top of Page
Page: of 2 Previous Topic Topic Next Topic  
Next Page
 New Topic  Reply to Topic
 Printer Friendly
Jump To:
Märklinfan Club Italia © 2008-2016 Märklinfan Club Italia Go To Top Of Page
Powered By: Snitz Forums 2000 Version 3.4.06