Märklinfan Club Italia
Märklinfan Club Italia
Home | Profile | Register | Active Topics | Members | Search | FAQ
Username:
Password:
Save Password
Forgot your Password?

 All Forums
 Indice delle Pagine Märklin collezionismo
 Area collezionismo
 Roberto Camorali analizza la 3018 e 3030 svedese
 New Topic  Reply to Topic
 Printer Friendly
Author Previous Topic Topic Next Topic  

Nino Carbone

3562 Posts

Posted - 22 September 2016 :  15:07:35  Show Profile  Reply with Quote

- Roberto Camorali analizza le versioni Märklin 3018 e 3030.1 “braun” delle ferrovie svedesi (SJ) -
(Testo e foto di Roberto Camorali)




Ho la fortuna di possedere una 3018 e due 3030 punto 1 e punto 2, tutte risalenti agli anni 1957-59, originali e in ottime condizioni.

Sono tutte macchine acquistate da privati, e suppongo, non modificate rispetto al primitivo stato d’origine.

Poiché sia il catalogo Koll’s che il catalogo Mikado descrivono alcune diversità fra le varie serie (ma non esaustive), la curiosità
mi ha spinto ad analizzare i modelli a fondo, smontandoli e confrontando le differenze, che ci sono e anche significative.




- Cenni di storia -

Le locomotive svedesi della Classe DA vennero prodotte da Märklin in livrea marrone (braun) con codici di catalogo 3018 e 3030,
e in livrea verde con codice 3019.

La 3018.1 venne prodotta nel 1957 (assieme alla versione verde 3019.1), la 3030.1 dal 1958 al 1961 e la 3030.2 dal 1962 al 1972.

La 3030 fino al 1988 raggiunse il numero di 8 versioni, la 3019 in versione verde, punto 1 e punto 2, venne prodotta solo 5 anni,
dal 1957 al 1961.

- 3018 e 3019 sul catalogo Märklin 1957 -






- 3030 e 3019 sul catalogo Märklin 1958 -



- Foto da catalogo Märklin -



- Analisi dei modelli -

Partiamo con la 3018 del 1957: tutti sanno che a lato cabina sinistra (lato ruote con cerchiature) vi è la dicitura ASEA NOHAB
su 2 righe, che è considerata la più significativa differenza con le successive 3030 (che erano disposte su 3 righe, differenza
visibile nelle foto dei due cataloghi sopra), ma sono molti altri i particolari che cambiano:




Il frontalino porta fanali ha il riquadro che imita la passerella (fissato con vite), è in colore “braun” identico alla macchina.

Clic foto



Il relè è una versione condivisa con altri modelli, appositamente progettato per la nuova inversione a 2 scatti (codice 21175).

Il castello motore risente invece della progettazione della “Serie 800”.
(Non per nulla sul mantello è stampigliato il codice - GS 800 - molto simile a quello del CE e della CM (codice CM800 - 61 U 3)


Clic foto





A cavallo fra il 1957 e il 1958 vennero apportate alcune modifiche al castello motore (3030.1) ora in plastica chiara (codice 20099)
e identico alle macchine di progettazione post 1953.


Clic foto



Sulla 3030.1 il frontalino porta fanali (fissato con vite), mantenne il riquadro che imita la passerella in colore “braun”.
(Che fa pensare a un periodo di transizione dalla 3018 alla 3030)

Non è dato sapere se nel periodo sopracitato la macchina con queste modifiche uscì anche con il mantello 3018 e codice 3018,
o solo con il mantello 3030 con scritta a 3 righe.
(Infatti vi è difformità di interpretazione fra Koll’s e Mikado su questa specifica caratteristica, anche se io propenderei per quest’ultima ipotesi)


- A sinistra la 3018 con la scritta ASEA NOHAB su 2 righe / A destra la 3030.1 con la scritta su 3 righe -

Clic foto



- Sulla 3030.1 vi è una terza riga con le icone “ASJ” e “MV” -





La macchina 3030.1 che è in mio possesso ha la scatola originale in cartone rosso con codice 3030.

- 3030.1 -

Clic foto



Nel 1958 vennero apportate nuove modifiche, con l’ulteriore sostituzione del relè (codice 20824) e con il frontalino
porta fanali avente il riquadro che imita la passerella (fissato con vite), in colore nero.


- 3030.2 -

Clic foto





Dal 1959 questo modello venne fornito con la famosa “scatola azzurra” e l’interno di cartone sagomato.

Clic foto



- L’immagine sulla scatola -

Clic foto





- Considerazioni -

Tutte queste informazioni verificabili dalle foto allegate, trovano supporto storico nei cataloghi 1957-1958, nel volume Märklin H0
1953-1980, “Alle Einzelteillisten” (Ersatzeilblätter), nel volume “Ersatzteil-Handbuch für Märklin H0 Bahnen”, oltre che nei cataloghi Koll’s 2015 e Mikado 4a Edizione 2015.

Ovvio che quanto da me riscontrato e riportato si riferisce ad una analisi dei modelli in mio possesso, e che ulteriori informazioni,
anche di natura divergente, potrebbero contribuire ad arricchire le conoscenze.

Per quanto riguarda le confezioni, posso dire che nel 1957 la 3018 aveva la scatola rossa con le istruzioni marcate 3018/3019...




...la prima versione della 3030 conservava la scatola rossa di colore più scuro e le istruzioni ricevettero in aggiunta il timbro 3030...

Clic foto



...e la seconda versione della 3030 ebbe la “scatola azzurra” con interno di cartone sagomato ma con istruzioni marcate 3019/3030.



Il pattino è sempre stato il 7173 ad occhiello largo...



...le cerchiature erano le 7147 in plastica incolore...



...e i pantografi del tipo 6 (codice 20780).





- Altre foto correlate -

- A sinistra la 3030.2 con il riquadro che imita la passerella nero / A destra la 3030.1 con il riquadro “braun” -

Clic foto





- 3019.2 -
(Vi è la dicitura ASEA NOHAB a 3 righe con le icone / La 3019.1 aveva la dicitura su 2 righe / L’imitazione della passerella anteriore nei 5 anni rimase verde)

Clic foto




- La dicitura con le 3 icone presente sulla 3019.2 -





- Con la scatola rossa -

Clic foto





- I 2 lati del castello motore della 3019.2 -

Clic foto




Clic foto





- La diversità delle scatole -





- Un ringraziamento a Roberto Camorali per il testo e le foto inviatemi -

- Nino -
  Previous Topic Topic Next Topic  
 New Topic  Reply to Topic
 Printer Friendly
Jump To:
Märklinfan Club Italia © 2008-2016 Märklinfan Club Italia Go To Top Of Page
Powered By: Snitz Forums 2000 Version 3.4.06