Märklinfan Club Italia
Märklinfan Club Italia
Home | Profile | Register | Active Topics | Members | Search | FAQ
Username:
Password:
Save Password
Forgot your Password?

 All Forums
 Argomenti ferroviari
 Tecnica
 I binari colore bianco
 New Topic  Reply to Topic
 Printer Friendly
Author Previous Topic Topic Next Topic  

Nino Carbone

4237 Posts

Posted - 30 November 2018 :  19:25:57  Show Profile  Reply with Quote


- Il motivo per cui i binari dei treni vengono dipinti di bianco -

(Il fatto non va confuso con l’altrettanta frequente vista di stazioni interamente imbiancate per motivi igienico-sanitari da calce bianca
e che serve a disinfettare la sede ferroviaria, la calce bianca viene cosparsa solo in stazione e riguarda l’intera sede ferroviaria)


I binari sono metallici e come tali sono soggetti a tutte le leggi della fisica dei metalli.

Una di queste leggi riguarda la dilatazione termica lineare dei metalli (esiste anche quella volumetrica) enunciando che essa è tale,
da essere direttamente proporzionale al campo di variazione della temperatura, alla lunghezza del solido considerato, nonché
ad un coefficiente numerico fisso proprio, del materiale metallico considerato.

Tenendo presente la legge sopra citata, se non si adottassero particolari accorgimenti, i binari subirebbero una tale deformazione
(specialmente in estate) che renderebbe pericoloso il transito dei treni.

I principali accorgimenti attualmente adottati (ne esistono anche altri) sono i seguenti:

- utilizzare leghe di fusione che abbassano il coefficiente di dilatazione termica nella realizzazione dei metalli per binari -

- lasciare degli spazi vuoti fra una sezione di binario e quello consecutivo -

- dipingere i binari (i fianchi dei funghi) con una vernice di colore bianco, quando inizia la stagione calda, per riflettere il più possibile
i raggi solari e di conseguenza l’aumento della temperatura che gioca un ruolo fondamentale nella dilatazione lineare -


(Il trattamento si fa, sia in piena linea che in stazione, in genere solo sui binari di corretto tracciato e non negli scali, anche se si
incontrano frequenti eccezioni)



- Foto Fabio Capelli / da: amiciscalan.com -



- A questo proposito vengono utilizzati mezzi appositi: i mezzi strada-rotaia Mercedes UNIMOG usati anche per diserbare i binari -



- Foto da: scalaenne.wordpress.com / originale da: flickr.com -



- Vengono impiegati anche piccoli convogli composti di due o tre carri e sono spinti da motrici come il Kof -



- Foto Matteub / da: scalaenne.wordpress.com / originale da: scalatt.it /forum -


- Fonti: whyrubrica.blogspot.com / scalaenne.wordpress.com -
- Nino -

pietro merlo

10 Posts

Posted - 17 March 2019 :  02:41:07  Show Profile  Reply with Quote
un approfondimento
Condivido anche qui il frutto di una mia ricerca fatta spulciando carte varie trovate in rete e nella mia biblioteca, sto naturalmente parlando della verniciatura in bianco e non dei provvedimenti di disinfezione fatti con l'uso della calce.
Premetto innanzitutto che mi scuso coi tecnici del binario per le eventuali imprecisioni contenute in queste mie note “alla buona”. (attendo le vs critiche e correzioni!!!)
La scelta del verniciare di bianco le rotaie è provvedimento che confermo esser preso per limitare il rialzo termico delle stesse....di per sè il provvedimento lascerebbe perplessi: a parità d’irraggiamento la differenza di temperatura, fra una rotaia verniciata in bianco ed una non verniciata, si limita infatti ad un intervallo fra i 3° ed i 6°; ma proprio questa piccola differenza, in determinate situazioni critiche, tipiche della stagione estiva, diviene estremamente significativa nei binari di linea(ormai la più che stragrande maggioranza sulla nostra rete) realizzati con Lunga Rotaia Saldata(lrs).
Nel binario con lunga rotaia saldata, la libera dilatazione delle barre d’acciaio( le rotaie appunto) è impedita dalla resistenza opposta dal complesso formato da organi d’attacco. traverse e massicciata... diviene pertanto fondamentale individuare una opportuna “Temperatura di regolazione”(Tr) della rotaia stessa alla quale procedere al vincolo della stessa agli organi d’attacco ...alla temperatura di regolazione cioè avremo le rotaie fissate senza alcuna tensione interna alle stesse...da questo momento, visto che la libera dilatazione è impedita, ogni rialzo termico, rispetto alla Tr, determinerà in esse forze di compressione ed ogni abbassamento, sempre rispetto alla Tr, forze di trazione. Sbalzi termici eccessivi in aumento, al raggiungere di determinati valori, genereranno pertanto forze tali da superare la resistenza del vincolo( determinato da massicciata, traverse, organi d’attacco) provocando lo slineamento del binario.Sbalzi termici eccessivi in diminuzione, al raggiungere di determinati valori, porteranno invece alla rottura della rotaia per eccesso degli sforzi a trazione in essa presenti od, in presenza di curve di raggio inferiore ai 400m, anche a possibili dissesti nell’assetto geometrico del binario. La temperatura di regolazione(Tr) viene scelta facendo la media fra la temperatura massima( più precisamente media delle massime) e la minima(media delle minime) raggiunta dalle rotaie del tratto interessato( campagne di rilevamento estese a più annate), a questa Temperatura media(Tm) si aggiungono 5°(10° per linee con V max >200Km/h) in quanto il rischio derivato da alte temperature e conseguente slineamento è più elevato e più preoccupante: pertanto Tr= Tm + 5°( o +10°).....nella realtà operativa della nostra rete(frutto di lunghe esperienze d’esercizio) l’intervallo di temperatura cui vanno soggette le rotaie è considerato compreso fra +60° e -10°( per alcune linee di montagna +54° e -16°) cui corrispondono Tr di 30°(35°) o 25°.....lo stato delle tensioni interne delle lrs andrà poi tenuto sotto con rilievi periodici in particolare nella stagione primaverile e nei periodi di alte e basse temperature(il tutto è ben approfondito nelle relative istruzioni tecniche che trattano anche delle modalità di costituzione e regolazione della lrs e della relativa manutenzione nonchè i problemi derivanti dalla presenza di ponti a travata metallica)...Tornando alla stagione calda, e considerando binari con traverse in cemento armato precompresso(cap),quando si presuma il raggiungimento di salti termici di +25°( o 20° per le Tr=Tm+10°) rispetto alla Tr occorrerà isitituire un regime di visite straordinarie lungo linea e se il salto termico dovesse raggiungere i 28°(23°) occorrerà prescrivere le riduzioni di velocità appositamente previste dalle norme, ancor più pesanti al raggiungersi di occasionali salti termici di +30°(25).........avvicinandosi alle temperature critiche è evidente allora che anche solo3° di differenza contano molto ed allora ecco la motivazione della colorazione in bianco..sperimentata con successo mi sembra a partire dal 2008/2009 su alcune linee ed oggi estesa a moltissime altre..........non escludo che si sia recuperata una pratica antica con nuove e più convincenti motivazioni , scoprendone rinnovata efficacia...
pietro
per approfondire l’argomento rimando ai testi del CIFI dedicati alla Termica del Binario ed alle Lunghe rotaie saldat
Go to Top of Page
  Previous Topic Topic Next Topic  
 New Topic  Reply to Topic
 Printer Friendly
Jump To:
Märklinfan Club Italia © 2008-2016 Märklinfan Club Italia Go To Top Of Page
Powered By: Snitz Forums 2000 Version 3.4.06