Märklinfan Club Italia
Märklinfan Club Italia
Home | Profile | Register | Active Topics | Members | Search | FAQ
Username:
Password:
Save Password
Forgot your Password?

 All Forums
 Argomenti ferroviari
 Composizioni internazionali
 Il mitico "Rheingold"
 New Topic  Reply to Topic
 Printer Friendly
Previous Page | Next Page
Author Previous Topic Topic Next Topic
Page: of 6

Alberto Pedrini

Italy
10720 Posts

Posted - 03 March 2010 :  10:23:48  Show Profile  Visit Alberto Pedrini's Homepage  Reply with Quote
Non dimentichiamoci anche dei due set sonderserie del 2005-2006
cod. 43237 43238 proposti per il Rheingold in epoca III





Possiamo ambientarlo nella seconda metà degli anni '50 con alla testa una V200. Con questa colorazione Blu e la carrozza ristorante DSG il Rheingold ritrovava la sua eleganza perduta durante la guerra.

Alberto
Go to Top of Page

Alberto Pedrini

Italy
10720 Posts

Posted - 03 March 2010 :  23:06:19  Show Profile  Visit Alberto Pedrini's Homepage  Reply with Quote
Per trainare queste ultime carrozze possiamo usare una V200 come la 39821, un gioiellino del 2001 con il motore C-sinus vero.


Alberto
Go to Top of Page

Enrico Gazzola

Italy
639 Posts

Posted - 04 March 2010 :  00:22:49  Show Profile  Reply with Quote
Posseggo anche io il set 4228 è corretta la BR 18 3518 con strisce giallo-rosse sul fumaiolo?
Ringrazio anticipatamente.

Enrico
Go to Top of Page

Alberto Pedrini

Italy
10720 Posts

Posted - 04 March 2010 :  00:43:28  Show Profile  Visit Alberto Pedrini's Homepage  Reply with Quote
Märklin per il set 4228 proponeva questa Br18, la 37184



epoca II DRG, come la tua.
Cambia solo il colore del fumaiolo

Alberto
Go to Top of Page

Gian Michele Sambonet

Italy
4232 Posts

Posted - 04 March 2010 :  08:18:37  Show Profile  Reply with Quote
Il Rheingold Express in sevizio dal 1951 al 1954 era composto da carroze in colazione blu, esattamente quelle presentate da Alberto sopra (con insegna "Deutsche Bundesbahn" estesa), in testa c'erano le BR 01, BR 01.10, BR 03 e BR 03.10. Nel 1958 rientra in servizio come Rheingold e in testa c'erano le V 200 fino al 1962.

Go to Top of Page

Gian Michele Sambonet

Italy
4232 Posts

Posted - 04 March 2010 :  20:02:29  Show Profile  Reply with Quote
Interessante nell'ultima immagine la scritta DB estesa in uso al nascere della nuova compagnia nel dopogurrra.
Go to Top of Page

Piero Chionna

Italy
7576 Posts

Posted - 04 March 2010 :  22:47:01  Show Profile  Visit Piero Chionna's Homepage  Reply with Quote
E' interessante anche la terz'ultima foto in cui si vede il Rheingold trainato dalla Br18 316 che è una IVh badese; in tutte le altre foto si vedono le Br18 ex S3/6 bavaresi.


Piero
Go to Top of Page

Piero Chionna

Italy
7576 Posts

Posted - 04 March 2010 :  23:17:25  Show Profile  Visit Piero Chionna's Homepage  Reply with Quote
Dall'articolo "70° Rheingold - Un lussuoso treno europeo" pubblicato sul numero 147 di Mondo Ferroviario (settembre 1998)
riporto il contributo di Udo Kandler:

Con l'introduzione al servizio del "Rheingold", la linea tra Colonia e Coblenza, sulla sponda sinistra del Reno, fu tra le prime ad essere ammodernata strutturalmente.
Le traverse sulle quali poggiavano le pesanti rotaie tipo S49 vennero rinforzate, sull'appoggio, con piastre in ferro per aumentare il carico assiale che venne elevato a 18 t.
Il traino del Rheingold veniva affidato solo alle migliori locomotive, come sulla tratta settentrionale, dalla stazione di frontiera di Zevenaar fino a Mannheim, dove l'unico gruppo con questo incarico era quello delle leggendarie vaporiere bavaresi S3/6 (poi 18.5).
Nel gennaio del 1928, allo scopo, queste elegantissime macchine vennero assegnate al deposito locomotive di Wiesbaden (primo deposito situato fuori dalla Baviera).
Erano giunte qui le 18.521, 523 e 524 nuove di fabbrica, alle quali seguirono poi altre macchine dei depositi di Norimberga e Würzburg.
Da Mannheim a Basilea il treno era affidato alla "gemella" badese, la non meno nota IVh (poi 18.3) del deposito di Offenburg.
La tratta settentrionale, lunga 410 km, da Zevenaar (più tardi Emmerich) a Mannheim, veniva percorsa senza cambio di locomotiva con una 18.5.
I tempi di percorrenza molto rigidi rendevano necessario l'utilizzo di macchine sempre più efficienti e sicure.
Inizialmente, i 184 km tra Colonia e Magonza venivano addirittura coperti senza fare alcuna sosta.
Il cambio di locomotiva a Mannheim, con una 18.3 (IV h badese), oppure al ritorno con una 18.5 (S3/6 bavarese), doveva essere completato in soli sei minuti comprensivi anche della prova freni.
La 18.3 compiva poi la seconda tratta di 256 km fino a Basilea.
In caso di guasto o ritardo della S3/6, la IV h doveva trainare il convoglio FFD101 da Basilea, oltre Mannhein fino ad Emmerich.
Tra aprile e maggio del 1930 giunsero al deposito di Offenburg le nuovissime 01 (da 077 a 081) che fino al 1934 si alternarono al traino del Rheingold con le 18.3.
Dal 1934 le 01 rimasero sole a svolgere questo compito.
Nella seconda metà del 1931 le residue 18.5 (dalla 520 alla 528) vennero spostate dal deposito locomotive di Wiesbaden a quello di Mainz (Magonza), sulla riva sinistra del Reno.


Piero
Go to Top of Page

Piero Chionna

Italy
7576 Posts

Posted - 04 March 2010 :  23:28:31  Show Profile  Visit Piero Chionna's Homepage  Reply with Quote
La 18.3 (ex IVh badese) è il modello Märklin 39020:
http://www.dermodellbahnchecker.de/lokomotiven/maerklin/m39020/39020-maerklin.htm


Piero
Go to Top of Page

Gian Michele Sambonet

Italy
4232 Posts

Posted - 05 March 2010 :  06:54:37  Show Profile  Reply with Quote
E delle BR 18.4 prima serie (quelle col tetto della cabina a punta sulla caldaia) come Marklin ci propone? Un tempo vidi un'immagine del Rheingold del '28 con in testa la S 3/6 prima serie ancora in colorazione fine anni '20 (come quella del set 28506), non ho mai più visto altre immagini di quel treno con la BR 18.4 prima serie in testa. Grazie Piero per le informazioni che lo confermano.
Go to Top of Page
Page: of 6 Previous Topic Topic Next Topic  
Previous Page | Next Page
 New Topic  Reply to Topic
 Printer Friendly
Jump To:
Märklinfan Club Italia © 2008-2016 Märklinfan Club Italia Go To Top Of Page
Powered By: Snitz Forums 2000 Version 3.4.06