Märklinfan Club Italia
Märklinfan Club Italia
Home | Profile | Register | Active Topics | Members | Search | FAQ
Username:
Password:
Save Password
Forgot your Password?

 All Forums
 Indice delle Pagine locomotive Scala H0
 Francia
 RGP 1 (825 CV) TEE / Roco - conversione a.c
 New Topic  Reply to Topic
 Printer Friendly
Author Previous Topic Topic Next Topic  

Alberto Pedrini

Italy
10151 Posts

Posted - 27 June 2010 :  16:24:39  Show Profile  Visit Alberto Pedrini's Homepage  Reply with Quote
Per la scheda clicca sull'immagine sotto:

Alberto

Nino Carbone

3561 Posts

Posted - 24 February 2017 :  15:37:59  Show Profile  Reply with Quote

- Integrazione alla trasformazione in a.c. digitale RGP 1 TEE Roco di Mario Puleo -

- RGP 1 (825 CV) / I TEE automotori SNCF -
(RGP / Rames à Grand Parcours / Treni di automotrici a lunga percorrenza)

Clic foto





- Cenni di storia -

Alla fine della guerra il parco rotabile automotore SNCF era ridotto al minimo per poter garantire un servizio efficiente.

Dopo anni di guerra e di occupazione, le SNCF potevano contare solo su 11 TAR (Trains Automoteurs Rapides), pionieri
dell’importante arteria Parigi-Lilla, e su 22 automotrici di vario tipo.


- TAR 1000 nella stazione di Douai nel 1934 -

Clic foto



- Foto da: fr.wikipedia.org -


Solo nel 1947 ci furono le prime prove delle nuove “X 2400” equipaggiate con 2 motori Renault da 310 CV (228 kW) ciascuno.
(620 CV / 456 kW)

I risultati furono ottimi e permisero alle SNCF di commissionare queste macchine che si dimostrarono adatte ad ogni tipo
di percorso, nel 1951 le unità costruite arrivarono a 20, numerate: X 2401 > 2420.

Fino il 1955 ne vennero costruite in totale 79: X 2401 > X 2479.




- Foto Roloff / da: commons.wikimedia.org -



- RGP 2 -

Tra il 1954 e il 1955 nacquero le RGP 2 a due casse, motrice più rimorchiata, 20 esemplari, numerati da X 2701 a X 2720,
e 20 rimorchi numerati da XR 7701 a XR 7720, realizzati tutti dalla Société De Dietrich.

Le motrici erano equipaggiate da 2 motori Diesel da 300 CV (220 kW) a 12 cilindri a V.

(600 CV / 440 kW)

Erano accoppiabili tra loro in composizione a comando multiplo.

Raggiungevano una velocità di 125 km/h ed erano dipinte in verde con fascia beige.


Clic foto



- Foto F.Pous / da: 3blogspot.com -

Clic foto



- Foto Jean Marc Frybourg / da: railpicture.net -

Le numerose prove in linea si protrassero fino al 1955.

La limitata commessa era dovuta al fatto che le ferrovie francesi attendevano la messa a punto del motore MGO V 12 da 825 CV,
(605 kW) che avrebbe equipaggiato una nuova serie di automotrici monomotore in progetto: le RGP 1.




- RGP 1 -

La prima prova di una RGP 1 avvenne nel marzo del 1955, appena terminate le consegne delle RPG 2.

Nel numero di 18 unità le RGP 1 a due casse furono terminate in meno di un anno (con rimorchiata pilota), e il 23 marzo 1955
venne consegnato alle SNCF il primo elemento numerato X 2721 con livrea verde e fascia beige.




- Foto J.P. Hameau / da: pmeunier23.free.fr -

Intanto tra il 1953 e i 1954 si sviluppò l’idea tra le diverse amministrazioni ferroviarie dell’Ovest europeo, di creare una serie
di relazioni rapide di lusso attraverso i vari Paesi riducendo al minimo le procedure doganali per i passeggeri.

Rapidamente si creò la rete “Trans Europ Express” servita solo da treni automotori per evitare il cambio di trazione alle frontiere.

Contrariamente all’Italia che fece realizzare appositamente dalla Breda per il servizio TEE le ALn.442-448, le SNCF forti della
positiva esperienza delle RGP 1 monomotore, e di fronte al limitato tempo a disposizione, commissionarono nel 1955, 9 nuovi
convogli identici, composti ciascuno da 1 motrice con motore da 825 CV (605 kW) e da 1 rimorchiata pilota con la possibilità
di aggiungere un rimorchio intermedio.

Per maggiorare la potenza di questi mezzi vennero modificati; il cambio delle marce, con uno automatico a 4 rapporti,
e la trasmissione idromeccanica, del tipo Mekidro, elevando la velocità massima a 140 km/h, richiesta nello statuto TEE.

La cassa poggiava su un telaio costruito in longheroni di ferro piegati e saldati, al quale erano fissate due barre elastiche
che garantivano il molleggio fra i carrelli e la struttura del telaio.

L’arredamento, solo di 1a classe, presentava file con 3 posti a sedere per un totale di 39 sulla motrice, più scomparto bagagli,
e 42 sulla rimorchiata, più scomparto per il servizio cucina e il posto di guida.


Clic foto



- Schema / da: La leggenda dei Tran Europ Express / Maurice Mertens / Jean-Pierre Malaspina / Edizioni ETR -

Il confort, rispetto alle normali RGP, era notevolmente migliorato; più spazio per i passeggeri, più dolce la marcia, meno
rumorosità, sedili ribaltabili, appoggiatesta, moquette sul pavimento, più fonti di luce artificiale, aria soffiata.

I colori degli interni: moquette viola porpora, tende gialle, pareti acero, soffitto bianco, sedili in tessuto rosso pastello.

La colorazione esterna rispecchiava quella comune a tutti gli altri convogli TEE: rosso-crema.


Clic foto



- Foto Bernard Porcher / da: La leggenda dei Tran Europ Express / Maurice Mertens / Jean-Pierre Malaspina / Edizioni ETR -



- La costruzione delle RGP 1 TEE -

A partire dal 1956 la ditta De Dietrich costruì 11 motrici numerate; da X 2771 a X 2781 e 9 rimorchiate con cucina numerate
da XR 7771 a XR 7779.

Inizialmente erano previste, sia una composizione massima di 3 unità doppie (6 casse), sia composizioni di 2 unità inquadranti
un rimorchio complementare (5 casse), oppure una doppia composizione a comando multiplo con le 2 rimorchiate inquadrate
fra le 2 motrici di testa (4 casse).

In seguito venne mantenuta la limitazione a 5 casse (motrice+rimorchio pilota+rimorchio intermedio+rimorchio pilota+motrice).

Negli anni del servizio internazionale espletarono il servizio TEE sulle linee:

- TEE “Mont Cenis” / Lyon Perrache-Milano -
(Periodo servizio RGP 1: dal 2 giugno 1957 al 28 maggio 1960)

- TEE “Arbaléle” / Parigi Est-Zurigo -
(Periodo servizio RGP 1: dal 29 maggio 1960 al 29 maggio 1965)

- TEE “Île de France” / Parigi Nord-Bruxelles-Amsterdam -
(Periodo servizio RGP 1: dal 2 giugno 1957 al 29 febbraio 1958)

- TEE “Parsifal” / Parigi Nord-Dortmund -
(Periodo servizio RGP 1: dal 3 ottobre 1957 al 30 maggio 1959)

- TEE “Parsifal” / Parigi Nord-Düsseldorf -
(Periodo servizio RGP 1: dal 31 maggio 1959 al 28 maggio 1960)

- TEE “Paris-Ruhr” / Dortmund-Parigi Nord -
(Periodo servizio RGP 1: dal 29 maggio 1960 al 29 maggio 1965)


- Il TEE 155 “Parsifal” Parigi Nord-Düsseldorf a Essen nel 1959 -

Clic foto



- Foto Willi Marotz / da: eisenbahnstiftung.de -

Dalla fine dell’orario invernale 1964-65 (29 maggio 1965), le RGP 1 cessarono il servizio TEE.



- Dopo il servizio TEE -

Al loro ritiro dalla scena in quanto TEE, questi convogli vennero impiegati, negli stessi colori, senza fregi e scritte TEE
ma con il logo rotondo SNCF in normali relazioni internazionali:

- Dal 1964 al 1971 Marsiglia-Ginevra -
- Dal 1964 al 1971 Port Bou-Ginevra -
- Dal 1965 al 1969 Parigi-Ginevra -
- Dal 1967 al 1969 “Mont Cenis” Lione-Milano -


Nonostante il prestigioso passato, la fine della loro carriera fu meno gloriosa, a partire dal 1972, i convogli vennero trasformati
presso le officine di Bischeim in composizioni di 1a e 2a classe, con la motrice che mantenne l’allestimento di 1a classe con 39
posti a sedere, mentre il rimorchio venne modificato con l’aumento dei posti a sedere portato a 58, 42 posti di 1a classe
e 16 di 2a classe.

L’aumento dei posti fu dovuto alla soppressione del servizio cucina e del locale per la dogana polizia.

Al tempo stesso venne variata anche la livrea, da rosso-crema TEE ad arancio-grigio (colori della RTG).




- Foto da: fr.wikipedia.org -

Furono destinate a relazioni regionali molto distanti dal prestigio di un tempo.

Clic foto



- Foto da: 2.bp.blogspot.com -



- Ultime modifiche -

Fra il 1986 e il 1992 subirono una seconda trasformazione, ancora più radicale: venne modificato il frontale anteriore arrotondato
con una testata rettangolare (ispirata alle automotrici “Z2” ed alle automotrici X 2100/2200), la testata fu rinforzata con uno scudo protettivo, e allo stesso tempo venne modificata anche la parte posteriore del rimorchio.

- Automotrice “Z2” SNCF -




- Foto Vincent De Morteau / da: fr.wikipedia.org -

Queste modifiche posero la parola fine alla linea della conosciuta e caratteristica automotrice RGP 1, venne anche eliminata
la possibilità di un passaggio intercomunicante fra 2 rimorchi.

Le motrici e i rimorchi ex TEE vennero riclassificati:

- X 2739 > X 2749 (Motrici) -
- XR 7741 > XR 7749 (Rimorchi) -


La livrea venne nuovamente variata e distinta in 2 gruppi di colore:

- X 2739 - X 2742 - X 2744 - X 2745 - X 2747 - X 2749 / Rosso amaranto / bianco / grigio -


Clic foto



- Foto Martin Velzel / da: eisenbahnhobby.de -

- X 2743 - X 2746 - X 2748 / Giallo susina / bianco / grigio -



- Foto da: img90.xooimage.com -



- Foto da: delcampe.net -

A seguito di queste modifiche vennero anche aumentati i posti a sedere: 24 di 1a classe e 112 di 2a classe per treno.

Questi nuovi treni automotori assicurarono ancora per una ventina d’anni un traffico nelle regioni;
Rhône-Alpes / Lorraine / Franche Counté / Languedoc-Roussillon / Auvergne.

Nel luglio 2006 fu accantonata l’ultima unità, la X 2745 del deposito di Lyon Vaise.

Nessuna unità è stata conservata a scopo museale a testimonianza della loro longevità durata mezzo secolo, anche il suo
apprezzabile disegno è stato oggetto con commenti di ammirazione in molte opere che trattavano di estetica industriale.




- Dati tecnici -



- Foto Laforgerie / da: I famosi TEE francesi / Giancarlo Ganzerla / Mondo Ferroviario 66 -

- Composizione: Motrice + Rimorchiata pilota -
- Lunghezza: 52.160 mm -
- Massa a vuoto: 78.500 kg -
- Potenza: 1 motore 825 CV (605 kW) -
- Alimentazione: Diesel -
- Trasmissione: idromeccanica tipo Mekidro -
- Posti a sedere: 81 -
- Passo sedili: 1.900 mm -
- Velocità massima: 140 km/h -




- Foto copertina eisenbahnstiftung.de / da: drehscheibe-online.de -
- Fonti -
- I famosi TEE francesi / Giancarlo Ganzerla / Mondo Ferroviario 66 -
- La leggenda dei Tran Europ Express / Maurice Mertens / Jean-Pierre Malaspina / Edizioni ETR -
- fr.wikipedia.org -

- Nino -
Go to Top of Page
  Previous Topic Topic Next Topic  
 New Topic  Reply to Topic
 Printer Friendly
Jump To:
Märklinfan Club Italia © 2008-2016 Märklinfan Club Italia Go To Top Of Page
Powered By: Snitz Forums 2000 Version 3.4.06