Märklinfan Club Italia
Märklinfan Club Italia
Home | Profile | Register | Active Topics | Members | Search | FAQ
Username:
Password:
Save Password
Forgot your Password?

 All Forums
 Argomenti tecnici di modellismo
 Controlli e apparecchiature digitali e analogiche
 Stazione nascosta di Luca
 New Topic  Reply to Topic
 Printer Friendly
Author Previous Topic Topic   

Staff

Italy
3237 Posts

Posted - 28 April 2009 :  00:00:09  Show Profile  Reply with Quote
http://www.marklinfan.net/stazione_nascosta.htm

Ely Peyrot

Italy
1453 Posts

Posted - 28 April 2009 :  20:51:50  Show Profile  Visit Ely Peyrot's Homepage  Reply with Quote
Complimenti Luca, credo che molti di noi saranno assai interessati a quanto hai realizzato.
Go to Top of Page

Piero Chionna

Italy
7827 Posts

Posted - 28 April 2009 :  23:20:58  Show Profile  Visit Piero Chionna's Homepage  Reply with Quote
Molto interessante.
Luca, sei in fase di progetto o hai già iniziato i lavori?

Ciao,
Piero

Piero
Go to Top of Page

Luca Peloso

Italy
1695 Posts

Posted - 28 April 2009 :  23:31:32  Show Profile  Reply with Quote
Per il momento sto testando il tutto su un mini-modulo per praticità, aspettando l'arrivo degli ultimi moduli di frenata.
I test effettuati sono soddisfacenti, devo ancora definire la lunghezza totale dei moduli in modo da poterli utilizzarli anche in una versione "casalinga".


Luca
(avana)
Go to Top of Page

Marino Di fazio

Italy
1383 Posts

Posted - 29 April 2009 :  07:30:54  Show Profile  Reply with Quote
Ciao Luca
Sono molto interessato al tuo progetto in quanto anche io ho da gestire una piccola stazione nascosta nel mio plastico, una domanda: i relè che utilizzi sono gli stessi utilizzati nel sistema di blocco del PMM?

Marino
Go to Top of Page

Luca Peloso

Italy
1695 Posts

Posted - 29 April 2009 :  12:03:03  Show Profile  Reply with Quote
I relè monostabili sono esattamente gli stessi già usati nel PMM e descritti nel sito.
Ho usato il modulo di frenata Viessmann 5232
e la pulsantiera Viesmann 5550 (ma solo perchè mi piaceva, qualsiasi va bene), devo ancora decidere per i semafori.
Per gli scambi non ho utilizzato il decoder (anche perchè non serve)ma solo la parte elettromagnetica.

Luca
(avana)
Go to Top of Page

massimo carvelli

Italy
361 Posts

Posted - 01 May 2009 :  12:39:18  Show Profile  Reply with Quote
Domanda agli esperti da parte "chi-non-sa-bene-ancora-molte-cose":
gli scambi sono dotati di "contatto-fine-corsa"? altrimenti si potrebbe bruciare la bobina - mi sembra - se ho capito bene il circuito proposto.

Siamo schiavi delle leggi, per poter essere liberi (Cicerone)
Go to Top of Page

Luca Peloso

Italy
1695 Posts

Posted - 02 May 2009 :  14:57:40  Show Profile  Reply with Quote
Massimo mi aveva già fatto la domanda in privato ma vista anche la mia poca conoscenza in materia avevo consigliato di porre la domanda in pubblico.
Per quanto ho potuto appurare il fine corsa è presente nei comandi per i deviatoi del binario C, non è presente in quelli del binario M ed i vecchi K (non pervenuti i comandi nuovi K).

Inoltre si può ulteriormente proteggere la bobina dello scambio con un sistema di protezione utilizzando resistenze e diodi. Mi hanno cercato di spiegare lo schema appena lo riesco a capire lo posto
altri suggerimenti?


Luca
(avana)
Go to Top of Page

Mario Puleo

Italy
1246 Posts

Posted - 02 May 2009 :  16:52:56  Show Profile  Visit Mario Puleo's Homepage  Reply with Quote
I vecchi motori K hanno il contatto di fine corsa, sono due lamelle di rame che col tempo si ossidano e lasciano il circuito sempre aperto rendendo il motore inutilizzabile, quelli nuovi hanno due microswitch ma si incantano anche loro.

Mario

Mario
Go to Top of Page

massimo carvelli

Italy
361 Posts

Posted - 03 May 2009 :  15:53:28  Show Profile  Reply with Quote
Insomma, per chi volesse utilizzare gli scambi K, STIAMO MESSI MALE! Esiste qualche soluzione alternativa??

Siamo schiavi delle leggi, per poter essere liberi (Cicerone)
Go to Top of Page

Carlo Rastelli

Italy
1664 Posts

Posted - 03 May 2009 :  17:22:11  Show Profile  Reply with Quote
come descritto in una pagina della sezione i Alberto Pedrini, si possono utilizzare i più affidabili motori sottoplancia della Conrad. Questi sfruttano le "marmotte", alle quali si calettano per trasmettere il movimento.
Go to Top of Page
  Previous Topic Topic   
 New Topic  Reply to Topic
 Printer Friendly
Jump To:
Märklinfan Club Italia © 2008-2021 Märklinfan Club Italia Go To Top Of Page
Powered By: Snitz Forums 2000 Version 3.4.06