Märklinfan Club Italia
Märklinfan Club Italia
Home | Profile | Register | Active Topics | Members | Search | FAQ
 All Forums
 Indice delle Pagine locomotive Scala H0
 Germania - Vapore
 BR 41 (DB 042)

Note: You must be registered in order to post a reply.
To register, click here. Registration is FREE!

Screensize:
UserName:
Password:
Format Mode:
Format: BoldItalicizedUnderlineStrikethrough Align LeftCenteredAlign Right Horizontal Rule Insert HyperlinkInsert EmailInsert Image Insert CodeInsert QuoteInsert List
   
Message:

* HTML is OFF
* Forum Code is ON
Smilies
Smile [:)] Big Smile [:D] Cool [8D] Blush [:I]
Tongue [:P] Evil [):] Wink [;)] Clown [:o)]
Black Eye [B)] Eight Ball [8] Frown [:(] Shy [8)]
Shocked [:0] Angry [:(!] Dead [xx(] Sleepy [|)]
Kisses [:X] Approve [^] Disapprove [V] Question [?]

 
Check here to subscribe to this topic.
   

T O P I C    R E V I E W
Alberto Pedrini Posted - 04 April 2010 : 14:00:40
Clic sull'immagine per la scheda:

10   L A T E S T    R E P L I E S    (Newest First)
Nino Carbone Posted - 30 November 2013 : 20:40:09

- BR 41 (41.1) D/DR -





- Cenni di storia -

Anche le 122 BR 41 assegnate dopo il 1945 alle D/DR ebbero problemi alle caldaie costruite con acciaio St47k.

La riduzione della sovrapressione da 20 a 16 kg/cm2 aveva ridotto i rischi ma non aveva
potuto eliminarli del tutto.

Le riparazioni non furono sufficienti, tanto che furono costrette, nel 1956, a ritirarne
un determinato numero, questi ritiri indebolirono il parco macchine.

Vennero progettate per la sostituzione le nuove caldaie "39E Reko".

Poichè la consegna ebbe dei ritardi, nel 1959 a 21 locomotive BR 41 vennero sostituite le caldaie
uguali al vecchio progetto DRG, però integralmente saldate e prive di duomo,
20 unità erano dotate di preriscaldatore Knorr e una a miscela.

Queste macchine erano distinguibili in quanto prive del duomo di alimentazione.

Indipendentemente da questo, gli ingegneri D/DR lavorarono per un:
"Programma di ricostruzione per il recupero delle locomotive a vapore".

Questo prevedeva anche l'ammodernamento di locomotive della Classe BR 41.

Il termine tedesco per la ricostruzione fu Rekonstrucktion o in breve Reko, da qui la successiva
denominazione delle locomotive come Rekolokomotiven o Rekoloks.

Furono dotate di nuove caldaie 80 unità prive anch'esse di duomo di alimentazione e dotate
di camera di combustione, tutte avevano preriscaldatore a miscela.

Su 5 esemplari vennero mantenute le caldaie originali, ma con preriscaldatore davanti al fumaiolo
e con 3 strutture sulla caldaia (duomo di alimentazione, sabbiera, duomo del vapore).

Questo progetto di ricostruzione iniziò nel 1961 presso le Officine di Chemnitz e Zwickau e a differenza
delle BR 41 DB, sulle quali avevano apportato modifiche standard per installare le nuove caldaie,
le D/DR apportarono modifiche caso per caso e pur con un regime di griglia inferiore, erano
più vaporiere di quelle DB e consentirono di raggiungere una potenza molto vicina
a quella prevista nel programma-progetto.

Nel 1970 seguito di questa ristrutturazione, le D/DR, nella nuova classificazione, anteposero
il numero 1 davanti al numero della Classe: la BR 41 132 divenne BR 41 1132.
(Classe BR 41.1)

A differenza di altre Classi non ebbe sottoclassi che differenziassero le Reko dalle altre unità.




- Il servizio -

Le D/DR utilizzarono le E 41 Reko come locomotive universali, in Turingia vennero assegnate
a vari depositi: Saafeld, Meiningen, Erfurt.

Furono impiegate con treni passeggeri veloci e ordinari sostituendo le BR 22.

Per anni assicurarono il servizio tra Saafeld e Lipsia (finchè non vennero sostituite dalle BR 01.5),
e quello dei convogli "Interzona" in partenza da Magdeburgo (poi sostituite dalle BR 03).

In altre zone furono utilizzate per qualsiasi tipo di treno, dal merci veloce al passeggeri ordinario.

Le D/DR radiarono nel 1971 12 unità ancora allo stato originale, a metà degli anni '70 le BR 41
risultarono superflue, anche per l'entrata in servizio di nuove macchine elettriche e Diesel,
aumentò anche il numero delle BR 01.5 e BR 03 utilizzate per treni passeggeri veloci.

Le BR 110 e le BR 180 Diesel le rimpiazzarono anch'esse al traino di treni passeggeri ordinari,
mentre le BR 044 e BR 050 (a gasolio) le sostituirono nei merci pesanti.

Iniziarono i ritiri, vennero assegnate al deposito di Oebisfelde e dall'inizio degli anni '80
vennero gradualmente accantonate.




- Immagini -

- La "museale" BR 41 1144 (Schichau 1939) -



- Foto Uwe B. Pfotenbauer / da: en.wikipedia.org -



- BR 41 Reko -



- Foto da: de.wikipedia.org -



- Caldaia 39E - Meininger 2003 -



- Foto Uwe B. Pfotenbauer / da: de.wikipedia.org -



- Foto copertina da: bahnbilder.de -
- Fonti: ferrovietedesche.it - de.wikipedia.org -

- Nino -
Stefano Spina Posted - 17 October 2013 : 08:55:24
Per completare aggiungo la foto della BR 41 001 dello startset 2995 del 1995 con decoder Delta



Stefano
Staff Posted - 16 October 2013 : 10:21:41
- La 41 018 a Hersbruck (r.Pegnitz) nel luglio 2007 -



(Foto P.G. Ponzio)

Nino Carbone Posted - 16 October 2013 : 09:56:01


Le BR 41 convertite ad olio combustibile (1957/1961) non vennero direttamente classificate BR 42
in quanto la Classe BR 42 (Kriegs) era ancora in servizio presso le DB, fu ritirata nel 1960.
La nuova classificazione BR 042 avvenne solo nel 1968 con l'inizio dell'Epoca IV.




- La stessa locomotiva con le due numerazioni -

- BR 41 175 nel 1958 -




- Foto: M. Delie / da: Eisenbahn Journal -



- BR 042 175 il 22 luglio 1972 -



- Foto Rotthowe / da: Edizioni Franckh -


- Nino -
Nino Carbone Posted - 16 October 2013 : 09:54:25

- BR 042 DB -



- Foto H. Riedemann / da: Eisenbahn Journal -



Le 40 locomotive della Classe 042 nacquero dalla trasformazione, tra il 1957 e il 1961, di altrettante macchine
della Classe 41 (costruita in 366 esemplari dal 1936 al 1941 con alimentazione a carbone) e sulle quali
fu montata, in sede di ricostruzione, una nuova caldaia interamente saldata (comune alla Classe 03.10)
però con alimentazione ad olio combustibile.

Locomotiva di uso universale, disponeva di ruote motrici di 1.600 mm. di diametro, velocità 90 km/h,
potenza 1.975 PSi, peso di servizio 101.5 tonnellate con tender 2'2' T 34.

Il rodiggio 1'D1' comprendeva un portante anteriore Krauss-Helmholtz e un portante posteriore bissel.

Dopo la trasformazione - ancora in Epoca III - la classificazione di questa Classe rimase:

- BR 41 -

Dal 1 gennaio 1968 - inizio Epoca IV - per differenziale da quelle alimentate a carbone,
le DB assegnarono la classificazione:

- BR 042 -

La zona di servizio delle BR 042 era la Germania settentrionale, le ultime, assegnate ai depositi di Rheine
e di Emden vennero ritirate con la cessasione del servizio vapore in Germania, 26 ottobre 1977.
(La classe 41/041 venne ritirata nel 1971).

Sono state conservate BR 042 funzionanti:

BR 042 360 (ex 41 360 /Jung 1940) ristrutturata per l'occasione del 150° Anniversario
della Ferrovia in Germania (1985) è conservata nel deposito di Oberhausen.

BR 41 018 (ex 042 018 /Henschel 1939) è presso il Museo Ferroviario di Augsburg (Augusta).

BR 41 096 (ex 042 096/Krupp 1939) è operativa per viaggi speciali sulla Warnetalbahn.




- Dati tecnici -

- Anni ricostruzione: 1957/1961 -
- Rodiggio: 1'D1' -
- Lunghezza: 23.905 mm. -
- Velocità massima: 90 km/h -
- Diametro ruote motrici: 1.600 mm. -
- Diametro ruote portante anteriore Krauss-Helmholtz: 1.000 mm. -
- Diametro ruote bissel posteriore: 1.250 mm. -
- Potenza: 1975 PSi -
- Diametro cilindri: 520 mm. -
- Corsa: 720 mm. -
- Griglia: 3.87 m2 -
- Pressione di esercizio: ---- kg/cm2 -
- Carico massimo per asse: 20.2 ton. -
- Peso di servizio: 101.5 ton. -

- Tender: 2'2' T 34 -

- Unità ricostruite: 40 -


- Classificazione e numerazione DB: BR 41 001 / 366 (Epoca III) -
(Pur cambiando alimentazione le locomotive mantennero sia la Classe che la numerazione)

- Classificazione e numerazione DB: BR 042 (Epoca IV) -
(Nell'ambito della nuova Classe le 40 locomotive non erano numerate progressivamente)



- Le 40 unità BR 41 convertite -



- Dati da: Eisenbahn Journal -



- Immagini -
- Epoca III -

- BR 41 224 presso la Henschel dopo la conversione ad olio combustibile -



- Foto E. Konrad / da: Eisenbahn Journal -



- BR 41 175 nel deposito di Osnabrück -



- Foto: M. Delie / da: Eisenbahn Journal -



- Epoca IV -

- BR 042 083 nel deposito di Rheine l'8 gennaio 1975 -



- Foto H. Riedemann / da: Eisenbahn Journal -



- BR 042 097 nei pressi di Salzberg nel 1973 -



- Foto Nawrocki / da: Edizioni Frankh -



- BR 042 210 con carri cisterna a nord di Rheine nel 1974 -



- Foto 8474tim / da: en.wikipedia.org -



- Museale -

- BR 41 018 (ex BR 42 018) a Worms il 4 aprile 2009 -



- Foto da: de.wikipedia.org -



- Modello Märklin -

- 37925 - BR 042 096 -





- Foto Frits Osterthun -



- Foto frontespizio: 042 363 nell'officina riparazioni di Braunschweig il 15 maggio 1974 -
- Fonti: iTreni oggi 77 - Taschenbuch Deutsche Damplokomotiven -

- Nino -
Nino Carbone Posted - 11 October 2013 : 20:28:52

- BR 41 DRG - DB - D/DR -





- Cenni di storia -

L'origine di questa locomotiva derivò dal fatto che nei primi anni '30 le DRG rilevarono
la necessità di una macchina veloce e universale utilizzabile per tutti i tipi di treni di medio peso
che potesse sostituire locomotive divenute insufficienti per l'aumento del carico rimorchiato.

Furono presentati progetti nel rispetto delle richieste della Direzione Generale cioè:
90 km/h e carico massimo per asse di 18 tonnellate.

I progetti vennero presentati da: Henschel - Krauss-Maffei - Schicau - Schwartzkopff (BMAG).

Schwartzkopff presentò un'ulteriore progetto di una locomotiva con rodiggio 1'D1'
con caldaia della BR 03 e tender 2'2' T 32.

La Commissione Locomotive dopo accurato esame dei progetti e con diversi punti di vista circa
la caldaia di rendimento adeguato, la superficie di griglia e riscaldamento totale,
scelse la versione 1'D1' di Schwartzkopff, però con pressione della caldaia di 20 kg/cm2.

Questa nuova macchina unificata venne classificata:

- BR 41 -

Dal 1936 al 1941 parteciparono alla costruzione delle 336 unità:

- BMAG - Henschel - Jung - Krupp - Krauss-Maffei - Maschinen Fabrik Esslingen - Schicau -
- Borsig - Orenstein & Koppel -


Altre 60 macchine previste non vennero costruite a causa degli eventi bellici in corso.

I prototipi BR 41 001 e 002 vennero consegnati da Schwartzkopff nel 1936 e vennero subito
trasferiti entrambi a Grünewald per una valutazione tecnica e successivamente
al Deposito di Schneidemühl per una valutazione circa le prestazioni del motore.

Le esperienze maturate nei prototipi vennero trasferite alle locomotive di serie, le quali,
dalla BR 003 in poi, ebbero accorgimenti tecnici e modifiche tra i quali una cabina più ampia
e la sostituzione del tender, da 2'2' T 32 chiodato a 2'2' T 34 saldato.

La nuova locomotiva condivideva parti in comune con altre macchine, in particolare con la BR 45.

- Gruppo cilindri: con BR 06 e BR 45 -
- Diametro ruote portante anteriore Krauss-Helmholtz: con BR 45 -
- Diametro ruote portante posteriore Bissel: con BR 45 -
- Impianto frenante: con BR 45 -


Sulla caldaia costruita con acciaio (St47K), come era successo su altre locomotive costruite
con questo materiale (BR 06 e BR 45), vennero notate delle lesioni.

Lesioni assenti sulle 25 costruite da Schwartzkopff, presenti su 3 delle 73 di Borsig, ma su 14 delle 18
di Krauss-Maffei, quindi, per non correre particolari rischi, venne deciso, nel 1941, che alla successiva
revisione generale, la pressione della caldaia fosse ridotta a 16 kg/cm2.




- Dopoguerra -

Nel 1949 vennero assegnate 122 unità alle D/DR e 220 alle DB, le quali nel 1950 dovettero affrontare
il problema della sostituzione delle vecchie caldaie con nuove interamente saldate
e camera di combustione, tra il 1957 e il 1961 vennero installate su 103 di queste.

In questa occasione 40 macchine furono convertite ad alimentazione a gasolio con l'installazione
di un camino a sezione allargata, modifica poi applicata anche alle macchine a carbone.

Nel 1968 con le nuove normative UIC le locomotive alimentate a carbone furono riclassificate BR 041,
quelle alimentate a gasolio divennero BR 042.


Nel periodo bellico le BR 41 furono utilizzate prevalentemente nel servizio merci,
ma nel dopoguerra, per la loro versatilità, vennero impiegate anche nel servizio passeggeri
al traino di treni direttissimi di prestigio e sulla direttrice Amburgo-Ruhr.

Nel 1966 iniziarono i ritiri, le prime furono le locomotive non rimodernate, nel 1968 tutte le BR 041
vennero dislocate presso il deposito di Rheine e nel 1971 l'intera Classe venne ritirata,
con un'anzianità di servizio che variava dai 25 ai 30 anni.

Sono conservate da musei, fondazioni e amatori della ferrovia, 21 locomotive BR 041/042,
5 delle quali sono funzionanti, vengono utilizzate per convogli speciali e commemorativi.

Dopo il 1945 19 rimasero in Polonia (Classe Ot 1-19 / PKP), la BR 41 153 alle CSD cecoslovacche,
le BR 41 034, 076, 082, 312 furono lasciate in territorio sovietico (SDZ),
il destino di altre locomotive è rimasto sconosciuto.




- Dati tecnici -



- Anni: 1936/1941 -
- Rodiggio: 1'D1' h2 -
- Lunghezza: *23.905 mm. -

(*con tender 2'2' T 34)
- Velocità massima: 90 km/h -
- Diametro ruote motrici: 1.600 mm. -
- Diametro ruote portante anteriore Krauss-Helmholtz: 1.000 mm. -
- Diametro ruote bissel posteriore: 1.250 mm. -
- Potenza: 1.900 PSi -
- Diametro cilindri: 520 mm. -
- Corsa: 720 mm. -
- Griglia: 3.89 m2 -
- Pressione di esercizio: 20/16 kg/cm2 -
- Carico massimo per asse: 19.7 ton. -
- Peso di servizio: 101.9 ton. -

- Tender: 2'2' T 30 / 2'2' T 32 / 2'2' T 34 -

- Unità costruite: 366 -

- Unità riclassificate DRG: 366 -

- Numerazione DRG: BR 41 001 / 366 -




- Immagini -
- BR 41 DB a Colonia -

- BR 41 060 -



- Foto Ulrich Budde / da: bundesbahnzeit.de -



- BR 41 023 -



- Foto Ulrich Budde / da: bundesbahnzeit.de -



- BR 41 253 -



- Foto Ulrich Budde / da: bundesbahnzeit.de -



- BR 41 253 -



- Foto Ulrich Budde / da: bundesbahnzeit.de -



- Modelli Märklin -

- 3082 -
(Catalogo)



- Foto Märklin -



- 3792 -



- Foto: Frits Osterthun -



- 37921 -



- Foto Alberto Pedrini -



- 29815 -
(Start set)



- Foto Alberto Pedrini -



- Foto copertina Herbert Schambach / da: bundesbahnzeit.de -
- Schema dati tecnici W. Dietmann / da: de.wikipedia.org -
- Fonti: ferrovietedesche.it - personal.umich.edu - Taschenbuch Deutsche Lokomotiven - de.wikipedia.org -
- Nino -
Luigi Ceffa Posted - 10 October 2013 : 07:24:38
Emozionanti e coinvolgenti effetti del vecchio e caro bianco e nero.
Pienamente secondo lo standard di una "prestigiosa associazione modellistica" (letterale da TT di ottobre, servizio su Petits Trains)
Alberto Pedrini Posted - 09 October 2013 : 09:48:20
Ultimo parallelo per la 41, arrivano col contagoccie, ma fare sto fumo finto richiede un po' di tempo.



Alberto Pedrini Posted - 08 October 2013 : 22:56:14
Ancora un parallelo






Alberto Pedrini Posted - 08 October 2013 : 00:37:36
Oltre al Langer Heinrich



Ha trainato l'Alpen Express, qui nel 1955



L'Italien Skandinavien Express (1959)



Il Rheingold (1952)



Convogli Touropa (1958)



Una lunga carriera passeggeri

1939


1979


E treni merci a volontà







Tutte le foto provengono dal sito eisenbahnstiftung.de dove potrete trovare ulteriori didascalie che descrivono luoghi e soggetti delle riprese.

A breve Nino pubblicherà la sua ricera che ci aiuterà a capire la storia di questa bella serie di locomotive.

Märklinfan Club Italia © 2008-2016 Märklinfan Club Italia Go To Top Of Page
Powered By: Snitz Forums 2000 Version 3.4.06