Märklinfan Club Italia
Märklinfan Club Italia
Home | Profile | Register | Active Topics | Members | Search | FAQ
Username:
Password:
Save Password
Forgot your Password?

 All Forums
 Scala Z
 Plastici in scala Z dei soci del Club
 Eulenschlucht: plastico in Z di Raffaele Picollo
 New Topic  Reply to Topic
 Printer Friendly
Next Page
Author Previous Topic Topic Next Topic
Page: of 10

Raffaele Picollo

Italy
1001 Posts

Posted - 05 May 2015 :  22:48:31  Show Profile  Visit Raffaele Picollo's Homepage  Reply with Quote
Beh, non inizio i lavori proprio oggi. Direi che ci lavorerò dopo la fiera a Malpensa, ma voglio annunciarvi il mio prossimo lavoro: un plastico a vasca di dimensioni ridottissime ma, ritengo, interessante.
Dai deserti dello Utah, ritorno in Europa, in un luogo imprecisato del Sud della Germania.
Ovviamente il progetto è quasi completo ed il panorama sarà ispirato alle gole della Viamala.

L'impianto, senza discussioni, sarà gestito da Arduino, questa volta con funzionalità wireless e comando da PC.
Sarà una sfida di miniaturizzazione!

Raf

Raffaele Picollo

Italy
1001 Posts

Posted - 30 September 2015 :  21:41:17  Show Profile  Visit Raffaele Picollo's Homepage  Reply with Quote
Con un po' di ritardo rispetto al previsto, al ritorno dalla fiera di Göppingen (i cui preparativi mi hanno tenuto occupato per un bel po'), ho iniziato la costruzione del nuovo plastico.
Sono nel pieno degli esperimenti per la realizzazione di alcuni meccanismi che mi sono indispensabili per la perfetta riuscita... un po' di suspance non guasta.
Nel frattempo preparo la struttura in legno (provo a costruirla interamente io e se non ci riesco mi dovrò fare preparare i pezzi col taglio laser) e sto pensando al software di controllo.
Appena potrò, posterò qualche foto per testimoniare il cantiere in corso!

Raf
Go to Top of Page

Alberto Pedrini

Italy
10224 Posts

Posted - 30 September 2015 :  23:27:14  Show Profile  Visit Alberto Pedrini's Homepage  Reply with Quote
Non mi è chiaro il concetto di "vasca", ci potrai fare il bagno mentre manovri?

Alberto
Go to Top of Page

Marino Di fazio

Italy
1333 Posts

Posted - 01 October 2015 :  07:54:22  Show Profile  Reply with Quote
Sarà senz'altro un nuovo capolavoro, qualche informazione in più? buon lavoro.

Marino
Go to Top of Page

Raffaele Picollo

Italy
1001 Posts

Posted - 01 October 2015 :  08:43:50  Show Profile  Visit Raffaele Picollo's Homepage  Reply with Quote
Non pensavo che il termine "a vasca" fosse sconosciuto.
Io definisco in questo modo i plastici strutturati per essere visti "dall'alto verso il basso" dove la quota più bassa del paesaggio sta al centro del plastico mentre, sui suoi lati, si trovano i monti.
Se ben realizzati, questi plastici (che quindi risultano concavi, invece che convessi e sono, in genere, di difficile realizzazione per il problema di dovere raggiungere ogni loro parte arrivandoci dall'alto) sono di grande effetto, anche se obbligano lo spettatore a vederli dal di sopra, piuttosto che di lato.
Per me la soluzione è obbligatamente naturale: il plastico sarà contenuto in un antico baule di legno.
Le foto, col contagocce, inizieranno quando avrò qualcosa di presentabile...

PS: Esemplare plastico a vasca è il "Percivale" dell'associazione Mastodonte dei Giovi

Raf
Go to Top of Page

albertomocchi

Italy
2386 Posts

Posted - 01 October 2015 :  16:18:53  Show Profile  Reply with Quote
copiato dalla presentazione del sito dell'Ass. Mastodonte dei Giovi:

Pergiorgio Percivale, figlio di un capostazione a Mignanego, trascorre, insieme agli altri 3 fratelli, la sua infanzia sui Giovi. Legato a quella stazione, decide, negli gli anni a venire, di creare un plastico secondo criteri personali e, per certi versi, originali.

Non avendolo conosciuto direttamente, ci piace cercare d'interpretare i criteri progettuali dalle caratteristiche della sua opera.

Il desiderio primario è quello di riprodurre la stazione di Mignanego di cui il padre è stato Capostazione e dove due di loro sono nati. Il punto si presta molto bene ad una riproduzione modellistica; le due linee, infatti, in corrispondenza del fabbricato viaggiatori (posto sulla Succursale), transitano, in un punto, alla stessa quota e distano tra loro qualche decina di metri, divise solamente dalla S.S. 35 dei Giovi e dal torrente Riccò. Linee ferroviarie e strada si trovano pressoché sul fondo della stretta valle formata dal torrente, affiancate da due ripidi e boscosi versanti montuosi.

La riproduzione è fedele, fin nei minimi particolari, spinta al singolo fabbricato. Ciò determina la particolarità del plastico che anziché “a gradoni” risulta “a vasca” con i crinali dei monti a costituire i bordi del plastico ed i binari al centro, in basso, ad una quota di oltre mezzo metro inferiore rispetto ai bordi. E' un'architettura non adatta all'esposizione ma, Piergiorgio aveva costruito il plastico per sé, in sostanza un plastico ”passerella” per continuare a veder transitare i piccoli treni come aveva visto, per anni, transitare quelli in scala 1:1 dalle finestre della sua casa: il fabbricato viaggiatori di Mignanego. Il plastico è decisamente “alto”. E' una scelta probabilmente operata per lasciare più spazio alle stazioni nascoste, con le quali aveva letteralmente riempito lo spazio sottostate. Poteva ricoverare circa 120 treni completi portandoli in “superficie” mediante tre elicoidi a doppio binario.

Alberto
Go to Top of Page

Raffaele Picollo

Italy
1001 Posts

Posted - 01 October 2015 :  18:52:11  Show Profile  Visit Raffaele Picollo's Homepage  Reply with Quote
Completo la descrizione fornita da Alberto ricordando che i fratelli Percivale sono stati i fondatori della OMP, azienda leader nella produzione di componenti per competizioni auto e rally. Il loro logo giallo e nero è stato presente sulle carrozzerie delle auto e sulle tute dei più famosi piloti di ogni categoria di corse automobilistiche. Le loro tute ignifughe hanno salvato decine di piloti.
Quasi nessuno sa che l'azienda di Ronco Scrivia è leader indiscusso in tutto il mondo in questo genere di articoli così particolari!
Alla morte di Piergiorgio Percivale la famiglia ha donato il plastico all'associazione del Mastodonte.

Raf
Go to Top of Page

Enrico Ferrari

Italy
1505 Posts

Posted - 01 October 2015 :  19:46:29  Show Profile  Visit Enrico Ferrari's Homepage  Reply with Quote
Come è piccolo il mondo, io ero stato un affezionato cliente dell'OMP verso la fine degli anni '70 quando mi dedicavo all'allestimento di vetture da rally. Il Signor Percivale era anche venuto in officina da noi a Trieste per conoscerci, non mi ricordo però il suo nome di battesimo, era una persona veramente a modo ma non sapevo che si dilettasse anche di trenini.
Quando uscì la Opel Kadett SR a trazione anteriore essendo un modello nuovo non aveva ancora in produzione il roll-bar specifico e così portai la macchina da lui e mi fece il roll-bar su misura GRATIS.... Per un genovese il massimo!!!!

Enrico
Go to Top of Page

albertomocchi

Italy
2386 Posts

Posted - 01 October 2015 :  21:27:58  Show Profile  Reply with Quote
particolari del plastico a vasca dei fratelli Percivale





Alberto
Go to Top of Page

Raffaele Picollo

Italy
1001 Posts

Posted - 07 October 2015 :  07:59:51  Show Profile  Visit Raffaele Picollo's Homepage  Reply with Quote
Oh, finalmente qualcosa di presentabile ce l'ho.
Si tratta della realizzazione della logica di comando di motori passo-passo che, per la precisione, mi serviranno per diversi usi.
Quello che vedete serve per realizzare una scenetta che ho in testa da alcune settimane e che richiede una programmazione, per me, piuttosto complessa, anche se serve per realizzare qualcosa di estremamente semplice.
Ingredienti, il solito Arduino Mega 2560, qualche scheda motore, una scheda joystick, display.
A proposito, la scatoletta trasparente che vedete nella foto contiene 50 micro motorini passo-passo, presa su eBay a circa 17 euro... da non credere!

Raf
Go to Top of Page

Carlo Rastelli

Italy
1661 Posts

Posted - 10 October 2015 :  20:39:22  Show Profile  Reply with Quote
....sinceramente avrei qualche difficoltà a districarmi fra tutti quei fili....
Come schede motore intendi quelle schede con cui normalmente fai muovere i servocomandi?
La meccanica, trasmissione del moto, dei motori passo-passo l'hai realizzata tu?
Scusa la curiosità, ma questo tuo progetto mi incuriosisce e non poco....

Ciao!
Carlo
Go to Top of Page
Page: of 10 Previous Topic Topic Next Topic  
Next Page
 New Topic  Reply to Topic
 Printer Friendly
Jump To:
Märklinfan Club Italia © 2008-2016 Märklinfan Club Italia Go To Top Of Page
Powered By: Snitz Forums 2000 Version 3.4.06