Märklinfan Club Italia
Märklinfan Club Italia
Home | Profile | Register | Active Topics | Members | Search | FAQ
Username:
Password:
Save Password
Forgot your Password?

 All Forums
 Argomenti ferroviari
 Stazioni in foto e cartoline
 Stazioni Liguria Ponente
 New Topic  Reply to Topic
 Printer Friendly
Previous Page | Next Page
Author Previous Topic Topic Next Topic
Page: of 9

Nino Carbone

5795 Posts

Posted - 30 December 2015 :  12:35:43  Show Profile  Reply with Quote


- E.431.026 e 015 a Imperia Porto Maurizio -
(1954)



- Foto FS / Collezione Franco Dell’Amico / da: stagniweb.it -


- Nino -
Go to Top of Page

Nino Carbone

5795 Posts

Posted - 11 March 2016 :  23:44:13  Show Profile  Reply with Quote


- E.330 a Savona Letimbro nel 1927 -

Clic foto



- Foto da: ferrovie.it -


- Nino -
Go to Top of Page

Nino Carbone

5795 Posts

Posted - 24 March 2016 :  23:23:32  Show Profile  Reply with Quote


- La vecchia linea litoranea negli anni '50 ai tempi della trazione trifase ad Albisola Capo -
(Sullo sfondo la città di Savona)

Clic foto



- Foto da: ferrovie.it -


- Nino -
Go to Top of Page

Nino Carbone

5795 Posts

Posted - 16 April 2016 :  13:44:32  Show Profile  Reply with Quote

- Le Ferriere di Voltri (GE) -



- Foto da: ferrovie.it -



- Cenni di storia -

Nel 1885 venne attivato un raccordo ferroviario fra la stazione di Voltri e l’importante Società Ferriere di Voltri,
situata all’altro estremo della cittadina - verso ponente - sulla sponda destra del torrente Cerusa.

Il tracciato, complessivo del raccordo (in rosso), comprendeva anche altri binari, uno dei quali per lo scarico a mare
delle scorie di fusione e l’altro per l’allacciamento ad un pontile di struttura metallica, lungo circa 100 mt,
per l’attracco delle navi che trasportavano il minerale di ferro dall’isola d’Elba.

Successivamente questa appendice di binari venne allacciata anche ai Cantieri Navali Campanella, poi proprietà Ansaldo.


Clic foto



Clic foto



- Piantine da: iTreni oggi 147 -

Per le operazioni di trasbordo del minerale, sul pontile operava una gru semovente su binari, la quale veniva
utilizzata anche per lo spostamento dei carri ferroviari.


Clic foto



- Foto da: iTreni oggi 147 -

Una interessante particolarità del raccordo era rappresentata dal fatto che il binario a scartamento normale, collocato a raso
del piano stradale lungo le via principali della cittadina, aveva per una buona parte del percorso una rotaia in comune
con il binario a scartamento metrico della linea tranviaria N.1 (Genova Piazza Caricamento - Voltri).

Su questa tratta in comune e sulla quale vi erano alcuni raddoppi per l’incrocio dei tram, il binario del raccordo era armato
con rotaie e controrotaie di tipo ferroviario (Vignoles), mentre la terza rotaia, quella interna, era del classico tipo tranviario
a gola (Phoenix).




- Disegno da: iTreni oggi 147 -

Le controrotaie avevano lo scopo di garantire lo spazio libero per i bordini dei rotabili ferroviari, ma l’abbondante spazio
fra le 2 rotaie affiancate, determinato dalla larghezza delle rispettive suole, creava già allora, non pochi problemi
alla circolazione, in particolare a carri e biciclette.

In prossimità dell’ingresso delle Ferriere (passate all’ILVA nel 1930), il binario attraversava a raso la ferrovia Genova-Ventimiglia, allora a semplice binario.

L’intersezione, situata a 6.70 mt dall’ingresso della galleria Crevari, venne realizzata senza interrompere la continuità
del binario di corsa della suddetta linea, per cui il binario del raccordo fu sopraelevato di quel tanto necessario
per scavalcare le rotaie della Genova-Ventimiglia ed era interrotto in corrispondenza delle rotaie stesse
per lasciare libera la zona impegnata dalle ruote dei treni che percorrevano la linea principale.

Per garantire la sicurezza dell’esercizio, entrambi i lati del raccordo erano protetti da robusti cancelli muniti di serrature,
all’esterno dei quali erano situati per sicurezza 2 scambi bloccati in posizione deviata, per evitare l’impegno del binario
di corsa della Genova-Ventimiglia nel malaugurato caso di sfondamento dei cancelli.

Un apparato a 3 leve permetteva l’apertura dei cancelli e la manovra dei 2 scambi, per il libero transito sul raccordo avveniva,
mediante l’utilizzo di una chiave di blocco estraibile dall’apparato del vicino passaggio a livello, situato al km 12+270,
soltanto quando le sbarre di quest’ultimo erano aperte, quindi con i segnali di partenza delle stazioni limitrofe
Vesima (ponente) e Voltri (levante) erano a via impedita.

Queste operazioni erano di stretta pertinenza del casellante, chiedere ed avere il consenso da parte dei dirigenti di queste
2 stazioni.




- L’esercizio -

Nei primi anni di esercizio e fino al 1899, la trazione dei treni sul raccordo (al massimo 4 carri a 2 assi secondo le norme comunali) avveniva con robusti cavalli da tiro.

In seguito vennero utilizzate locomotive a vapore da manovra, tra le quali 2 locomotive gemelle, chiamate “Voltri” e “Costanza”, nomi che erano posti su targhe di bronzo collocate ai fianchi della caldaia.

La circolazione delle tradotte nell’ambito cittadino, considerata la promiscuità con il traffico “normale” e tranviario, era disciplinata da norme particolari, le quali prevedevano anche l’impiego di 2 agenti a terra muniti di bandiera rossa, posti,
uno in testa e uno in coda al treno.

A questi agenti era anche assegnato il compito di manovrare gli scambi per predisporre l’itinerario del convoglio e successivamente per ripristinare il corretto tracciato della linea tranviaria.

Il traffico sul raccordo fu sempre molto intenso, al punto che a volte, in deroga alle norme vigenti, si rese necessario il traino
fino a 8 carri per volta anziché 4: inoltre nel periodo bellico e fino al 1951 parte del raccordo venne intensamente utilizzato
congiuntamente con l’Ansaldo per il trasporto di notevoli quantità di prodotti metallurgici per le esigenze
del cantiere navale, molto attivo in quel periodo.

Il raccordo fu percorso negli ultimi anni da locomotive Diesel da manovra dopo la radiazione delle vaporiere, e venne abbandonato agli inizi del 1960 in seguito alla cessazione dell’attività dello stabilimento ILVA, preceduta da tempo dall’abolizione dei Cantieri Navali Ansaldo, trasferiti a Sestri Ponente.




- Immagini -

- Treno trainato dalla locomotiva “Costanza” attraversa il ponte sul torrente Leira nel 1916 -



- Foto da: iTreni oggi 147 -



- La locomotiva “Costanza” con caratteristiche protezioni metalliche del rodiggio in sosta alla radice del pontile nel 1916 -



- Foto da: iTreni oggi 147 -

- Fonte Lorenzo Aquilino / da: iTreni oggi 147 -

- Nino -
Go to Top of Page

Nino Carbone

5795 Posts

Posted - 25 May 2016 :  12:51:30  Show Profile  Reply with Quote


- Stazione Marittima di Savona -
(Foto non datata)

Clic foto



- Foto da: ferrovie.it -


- Nino -
Go to Top of Page

Nino Carbone

5795 Posts

Posted - 23 June 2016 :  12:19:21  Show Profile  Reply with Quote


- ALe 803 a Savona Letimbro -
(17 agosto 1973)

Clic foto



- Foto Bruno Cividini / da: lnx.informatica80.it -


- Nino -
Go to Top of Page

Nino Carbone

5795 Posts

Posted - 06 July 2016 :  18:40:03  Show Profile  Reply with Quote


- Il 26 febbraio 1992 l'elettrotreno ETR.251 a Cervo in una corsa di prova da Milano a Ventimiglia, in previsione di un treno speciale, allo scopo di verificare il funzionamento delle apparecchiature ausiliarie sotto l'alimentazione a 1.500 V
della stazione di confine -

(Nel 1992 ricorreva l'anniversario dei 120 anni della ferrovia ligure)

Clic foto



- Foto F.Pepe / da: iTreni oggi 125 -


- Nino -
Go to Top of Page

Nino Carbone

5795 Posts

Posted - 20 October 2016 :  12:13:23  Show Profile  Reply with Quote


- L'Espresso Ventimiglia-Basilea con la E.645.087 a Loano nel luglio 1980 -
(I carri dietro la locomotiva, che precedono le carrozze, per questo treno erano cosa abituale: servivano per il trasporto rapido dei fiori dai centri di produzione
di Sanremo all'Europa Centrale e Settentrionale)




- Foto G.Cornolò / da: iTreni oggi 53 -


- Nino -
Go to Top of Page

Piero Chionna

Italy
7559 Posts

Posted - 26 October 2016 :  18:31:29  Show Profile  Visit Piero Chionna's Homepage  Reply with Quote

Sono passati 144 anni da quando il treno cominciò a correre lungo la Riviera Ligure di Ponente.

Alcuni tratti di costa si sono salvati dalla speculazione edilizia che ha devastato gran parte del territorio e si mostrano ancora oggi
nella loro selvaggia bellezza.

Qui siamo a Cervo; la foto scattata ieri ci mostra un regionale diretto a Ventimiglia.

La tratta Diano Marina - Cervo - Andora sarà la prima a chiudere, il prossimo 2 novembre.

Il 27 novembre cesserà il servizio anche sulla tratta San Lorenzo al Mare - Imperia - Diano Marina.

Dall'11 dicembre entrerà in servizio la nuova tratta a monte, in gran parte in galleria con stazioni a Imperia, Diano Marina (Diano San Pietro) e Andora.

Addio quindi alle vecchie stazioni di Imperia Porto Maurizio, Imperia Oneglia, Diano Marina, Cervo-San Bartolomeo e Andora.


Piero
Go to Top of Page

Nino Carbone

5795 Posts

Posted - 11 July 2018 :  12:59:03  Show Profile  Reply with Quote


- Foto d'epoca / Ingresso nella cittadina di Laigueglia con il rilevato della ferrovia alimentata trifase -
(Sulla destra l’angolo della stazione / Le iscrizioni della segnaletica sono quelle degli anni anteguerra)

- La linea Savona-Ventimiglia venne alimentata con corrente trifase nel maggio 1931, la conversione Savona-Ventimiglia in corrente continua nell’ottobre del 1967 -


Clic foto



- Foto da: ferrovie.it -



- La stazione negli anni ’50 -
(Siamo in Liguria, in evidenza la pubblicità della Pasta Agnesi e Olio Sasso / La segnaletica a freccia è quella di tipo più moderno)

Clic foto



- Foto da: ferrovie.it -



- Ai giorni nostri -

Clic foto





Clic foto





- Il rilevato della ferrovia con la stazione visto da ponente -



- Foto Piero Chionna -



- L'altro tratto di linea visto da levante -



- Foto Piero Chionna -


- Nino -
Go to Top of Page
Page: of 9 Previous Topic Topic Next Topic  
Previous Page | Next Page
 New Topic  Reply to Topic
 Printer Friendly
Jump To:
Märklinfan Club Italia © 2008-2016 Märklinfan Club Italia Go To Top Of Page
Powered By: Snitz Forums 2000 Version 3.4.06