Märklinfan Club Italia
Märklinfan Club Italia
Home | Profile | Register | Active Topics | Members | Search | FAQ
Username:
Password:
Save Password
Forgot your Password?

 All Forums
 Argomenti ferroviari
 Composizione treni merci
 Servizio postale in Svizzera
 New Topic  Reply to Topic
 Printer Friendly
Next Page
Author Previous Topic Topic Next Topic
Page: of 3

Gian Michele Sambonet

Italy
2692 Posts

Posted - 02 October 2019 :  15:18:29  Show Profile  Reply with Quote

Gian Michele Sambonet

Italy
2692 Posts

Posted - 02 October 2019 :  15:31:39  Show Profile  Reply with Quote
Il servizio postale in Svizzera

Non appena apparvero le prime strade ferrate in Svizzera, la posta fu inviata per ferrovia.
Già dal 1844 sulla linea Strasburgo-Basilea e dal 1847 sulla famosa sezione Zurigo-Baden.
Tuttavia non si trattava ancora di un servizio postale vero e proprio, ma la posta voleva sfruttare la velocità e l'efficienza della ferrovia e a breve sarebbe diventata la prima cliente fedele del nuovo mezzo di trasporto.
La posta per ferrovia crebbe rapidamente: nel 1857 furono costruiti i primi carri postali per la rete della Schweizerische Centralbahn (SCB); nel 1860 entrarono in servizio anche sulle linee Neuchâtel-Les Verrières-Pontarlier, Ginevra-Losanna, Berna-Zurigo-San Gallo. Nel 1862 sulla linea Basilea-Olten-Lucerna e nel 1863 sulla Ginevra-Bellegarde-Culoz. Infine nel 1882, tra Basilea/Lucerna/Zurigo e Milano attraverso il tunnel del San Gottardo. Risalgono al 1886 i primi convogli postali notturni e al 1891 il primo ufficio postale in stazione a Basilea. Altri uffici identici aprirono prima del 1909 a Zurigo, Berna, Losanna, Lucerna, San Gallo, Coira e Ginevra.

I primi carri postali appartenevano ancora alle ferrovie sulle quali circolavano, ma nel 1866 la Posta Federale prese in carico questo materiale rotabile e successivamente ne rilevò l'acquisto.
Già nel 1873, i primi carri a tre assi furono messi in circolazione e nel 1882 gli assi mediani furono dotati di boccole, che permettessero il gioco laterale.
I primi vagoni ferroviari a scartamento ridotto entrarono in servizio nel 1890 tra Landquart e Davos.
Fino al 1909, molti dei carri postali in circolazione erano dotati di banchine laterali aperte.
Nel 1913 fu la volta di nuovi carri a quattro assi, più lunghi e più pesanti.

Durante la prima guerra mondiale (e anche dopo), la Posta Svizzera si accontentò di trasformare e modernizzare vecchi carri. Solo nel 1926 furono messi in servizio 42 nuovi vagoni a quattro assi; avevano tre scomparti anziché due: un ufficio per i funzionari, un compartimento per lo smistamento dei pacchi ed uno per la messaggistica. Dal 1939, l'uso di metalli leggeri ha permesso di alleggerire la costruzione.
All'inizio, i carri postali erano illuminati con candele che furono sostituite da lampade a cherosene e, già nel 1875, da lampade a gas. Nel 1891, quindici vagoni furono dotati di illuminazione elettrica. D'altra parte, anche la stufa a legna è stata sostituita dal riscaldamento, prima a vapore e poi elettrico.

In epoca più recente, accanto ai normali vagoni postali a tre compartimenti, sono entrati in servizio altri carri esclusivamente per il trasporto di posta e pacchi non accompagnati. Inoltre, spesso sono stati utilizzati anche comuni bagagliai o adatti carri chiusi SBB.
Carri e vagoni postali, di norma erano inseriti in convogli passeggeri in servizio regolare, ma spesso potevano costituire anche convogli chiusi, di solo materiale postale.
Oggi, il grosso del trasporto postale svizzero è affidato a un sistema intermodale, con centri di smistamento dedicati.



Il treno della linea di Toggenbourg arriva a Lichtensteig, accompagnata dallo stridore dei freni e da getti di vapore. Dietro la locomotiva un carro postale a due assi.
Questo disegno di Trautmann Grab, che risale al 1870, è la più antica riproduzione artistica di un carro postale svizzero.
Go to Top of Page

Gian Michele Sambonet

Italy
2692 Posts

Posted - 02 October 2019 :  16:18:15  Show Profile  Reply with Quote


Modello di vagone postale in scala 1:10 esposto al Museo delle PTT (Posta, Telegrafi e Telefoni) a Berna.
L'originale risale al 1869.
Go to Top of Page

Gian Michele Sambonet

Italy
2692 Posts

Posted - 02 October 2019 :  16:29:49  Show Profile  Reply with Quote


A partire dal 1875 furono introdotte per la prima volta le carrozze con corridoio (banchina) laterale aperto, in modo che i viaggiatori e il personale ferroviario potessero circolare senza dover accedere al comparto postale, nel caso in cui il vagone fosse ubicato al centro del treno. I carri privi di banchine laterali erano sempre posti in testa o in cosa al convoglio, poiché l'accesso all'interno dei locali era riservato esclusivamente al personale della Posta Federale. (Foto: SBB Historic)
Go to Top of Page

Gian Michele Sambonet

Italy
2692 Posts

Posted - 02 October 2019 :  17:25:52  Show Profile  Reply with Quote


Vagone postale a tre assi del 1902, dotato di lucernario e di grandi targhe smaltate. Queste insegne rimasero in uso fino al 1930. (Foto: SBB Historic)
Go to Top of Page

Gian Michele Sambonet

Italy
2692 Posts

Posted - 02 October 2019 :  18:05:18  Show Profile  Reply with Quote


Piani originali di un bagagliaio con compartimento postale della Gotthardbahn (1901). (Archivio SBB Historic)
Go to Top of Page

Gian Michele Sambonet

Italy
2692 Posts

Posted - 02 October 2019 :  18:10:19  Show Profile  Reply with Quote


Vagone postale su carrelli del 1913
Go to Top of Page

Gian Michele Sambonet

Italy
2692 Posts

Posted - 02 October 2019 :  18:25:58  Show Profile  Reply with Quote


Corsa contro il tempo e contro il sonno per lo smistamento di pacchi e posta nei due comparti di un vagone postale nel 1913. (Foto: SBB Historic)

Go to Top of Page

Gian Michele Sambonet

Italy
2692 Posts

Posted - 02 October 2019 :  19:14:42  Show Profile  Reply with Quote


Carro postale a tre scomparti, con piattaforme per frenatori, introdotto nel 1926. (Foto: SBB Historic)
Go to Top of Page

Gian Michele Sambonet

Italy
2692 Posts

Posted - 02 October 2019 :  21:17:15  Show Profile  Reply with Quote


Il primo vagone postale in acciaio leggero (Leichtstahl), ordinato appositamente per l'Esposizione Nazionale di Zurigo del 1939. La sua toilette disponeva anche di acqua calda. Notare le finestrature sul tetto per migliorare la luce diurna nei comparti. Di notte, l'illuminazione era garantita da 34 lampade. (Foto: SBB Historic)
Go to Top of Page

Gian Michele Sambonet

Italy
2692 Posts

Posted - 03 October 2019 :  11:35:44  Show Profile  Reply with Quote
Il tipico vagone postale svizzero, con comparti per lo smistamento della posta e dei pacchi a bordo, scomparve nel 2004 con la soppressione definitiva del "servizio postale ambulante". Già negli anni '50 entrarono in servizio vagoni e carri per il trasporto postale non accompagnato.



Vagone postale della serie EWII, costruito da SIG (Schweizerische Industrie-Gesellschaft) a Neuhausen am Rheinfall, nel 1968. Fu l'ultima serie di vagoni prodotta, con ufficio postale ambulante, dove posta e pacchi venivano raccolti nelle varie stazioni lungo i tragitti e smistati a bordo durante il viaggio. (Foto: SBB Historic)
Go to Top of Page
Page: of 3 Previous Topic Topic Next Topic  
Next Page
 New Topic  Reply to Topic
 Printer Friendly
Jump To:
Märklinfan Club Italia © 2008-2016 Märklinfan Club Italia Go To Top Of Page
Powered By: Snitz Forums 2000 Version 3.4.06