Märklinfan Club Italia
Märklinfan Club Italia
Home | Profile | Register | Active Topics | Members | Search | FAQ
Username:
Password:
Save Password
Forgot your Password?

 All Forums
 Indice delle Pagine locomotive Scala H0
 Francia
 CC 7100
 New Topic  Reply to Topic
 Printer Friendly
Author  Topic Next Topic  

Alberto Pedrini

Italy
10343 Posts

Posted - 22 March 2010 :  09:35:33  Show Profile  Visit Alberto Pedrini's Homepage  Reply with Quote
Clic sull'immagine per la scheda


Alberto

Piero Chionna

Italy
7240 Posts

Posted - 23 March 2010 :  16:30:32  Show Profile  Visit Piero Chionna's Homepage  Reply with Quote
Il video del record di velocità ferroviaria di 331 Km/h stabilito dalla CC7107, ed eguagliato dalla BB9004, il 28 marzo 1955

http://www.youtube.com/watch?v=FpLf4M5OXeQ&feature=related


Piero

Piero
Go to Top of Page

Nino Carbone

4950 Posts

Posted - 28 October 2012 :  20:14:07  Show Profile  Reply with Quote

- Link correlato alla Classe 1300 NS: http://www.marklinfan.com/f/topic.asp?TOPIC_ID=1969 -
- Link correlato con la Serie 7600/8600 RENFE: http://www.marklinfan.com/f/topic.asp?TOPIC_ID=2113 -


- CC 7100 SNCF -



I record ferroviari di queste straordinarie locomotive elettriche francesi:

- CC 7121 - Velocità nel 1954 - 243 km/h -
- CC 7107 - Velocità nel 1955 - 331 km/h -
- CC 7149 - Chilometri percorsi in un solo mese - 61.224 -
- CC 7149 - Chilometri percorsi in 50 giorni - 100.168 -
- CC 7101 - Chilometri percorsi da una singola locomotiva - 9 milioni -

E' stata una delle macchine a trazione elettrica di maggior prestigio nel mondo.




- Le origini -

- Il prototipo CC 7001 a Tarbes nel 1972 -



- Foto Th. Leleu / da: Mondo Ferroviario -



Nel 1936 in Francia si studiò in maniera determinata una locomotiva veloce ad aderenza totale.

Il progetto venne concluso nel 1940, ma il periodo, concomitante l'occupazione tedesca,
ritardò la sua realizzazione pratica.

Nel 1943 la Alsthom presentò un disegno Co'Co' di 2500 CV con carico massimo di 15 ton. per asse.

Con una lenta evoluzione gli ingegneri arrivarono a 16 tonnellate per asse per 3300 CV.

Nel 1946 le SNCF stabilirono nuovi principi per la costruzione di locomotive elettriche:

- Motori sospesi -
- Trasmissione elettrica -
- Richiamo dei carrelli con ammortizzatori -
- Aderenza totale -
- Peso di 96 ton. (carico massimo per asse 16 ton.) -
- Locomotive idonee sia per treni passeggeri che merci -
- Velocità 150 km/h -

(Successivamente il limite di velocità divenne illimitato)

La novità era nella trasmissione e nella sospensione integrale dei motori, il loro alloggiamento
nei carrelli e fra le ruote stesse, l'abbandono quindi della trasmissione a bielle
fu la conclusione di un periodo storico per la trazione elettrica.

La presentazione ufficiale della nuova macchina con rodiggio Co'Co' avvenne nel Natale 1948 e fu la CC 7002,
la CC 7001 venne consegnata dopo - maggio 1949 - con presentazione alla stampa nell'ottobre dello stesso anno.

Fresca di consegna la CC 7001 venne subito impegnata il 27 maggio sulla linea Parigi-Bordeaux (600 km),
tratta percorsa in 4 ore e 26 minuti alla media di 131 km/h.

Continuarono prove a ritmo continuo sulle linee:
Les Aubrais-St.Pierre des Corps, Parigi-Tolosa, Limoges-Cahors, con uno "spunto" già promettente
di 180 km/h tra Parigi e Blois.

Al momento della presentazione ufficiale alla stampa (ottobre 1949), la 7001 aveva già percorso
110.000 km. senza soste.

Nel giugno 1952 entrambe le macchine avevano viaggiato ciascuna 1.200.000 km.

Il successo di queste due macchine fece diventare le "CC" il simbolo del rinnovamento ferroviario francese.

La produzione di serie iniziò con numerazione: 7101 / 7158.




- I record -

Nell'anno 1954 il primo record mondiale di 243 km/h avvenne - gradatamente - tra Digione (Dijon) e Beaune.

La macchina prescelta fu la CC 7121, rigorosamente di serie comprese le 3 carrozze al traino:

- 17 febbraio 1954: 165 km/h -
- 18 febbraio 1954: 185 km/h -
- 19 febbraio 1954: 222 km/h -
- 20 febbraio 1954: 230 km/h -
- 21 febbraio 1954: 243 km/h -




- Foto Klaus Wedde / da: drehscheibe-foren.de -



In Francia l'entusiasmo suscitato dall'evento fu notevole.

Le SNCF compresero allora l'importanza di un "record" che non desse adito a discussioni
abbandonando le condizioni ordinarie per passare a soluzioni più sofisticate.

Nel marzo del 1955 la CC 7107 (con 450.000 km. già all'attivo) venne scelta per ricevere le modifiche
necessarie per il tentativo di primato.

Furono sostituiti gli ingranaggi della trasmissione per limitare la velocità di rotazione dei motori,
le cabine vennero blindate e più isolate dal calore, furono installati vetri antiurto
e sostituiti i pantografi appositamente progettati.

Il sito scelto: la sezione tra Facture e Morcenx di 68.2 km. (sulla linea Bordeaux-Dax 150 km.)
che comprendeva una linea retta di 46 km.

Il 28 marzo 1955 per la CC 7107 (Alsthom) fu il giorno del record di velocità: 331 km/h.

Il 29 marzo 1955 la BB 9004 (MTE) sulla stessa tratta eguagliò questa prestazione.


Entrambe trainarono un leggero convoglio di 3 vetture.

Per ridurre la resistenza aerodinamica le vetture vennero revisionate nelle parti mobili,
ogni risalto venne rimosso e tra una vettura e l'altra furono installate carenature in forma
con l'aggiunta in coda di un elemento arrotondato e assottigliato - lungo 2,4 mt. -
sempre con funzioni aerodinamiche.

- Quando la CC 7107 e la BB 9004 raggiunsero la velocità record la linea aerea divenne incandescente -




- Foto da: joueftrains.com -

Questo risultato rimarrà imbattuto fino al raggiungimento dei 380 km/h del TGV SE il 26 febbraio 1981.

Nel maggio 1955 altri due record per la 7149; 61.294 chilometri in un mese
e 100.168 - con ruote speciali - in 50 giorni.


La serie CC 7100 venne identificata come simbolo tecnologico nel settore del trasporto ferroviario.

La CC 7107 e la BB 9004 (codetentrice dello stesso record ma meno celebrata) vennero esposte
in molte città di ogni continente.




- La CC 7107 - Museo di Mulhouse -





- Foto da: flickr.com -



- Il servizio -

Nel 1949 le 7001 e 7002 furono assegnate al deposito di Parigi Sud/Est e utilizzate sulle linee
Parigi-Bordeaux e Parigi-Tolosa con treni passeggeri a forte composizione.

Nel 1952 le prime 7 macchine (7101-7107) ebbero l'assegnazione al deposito di Parigi/Lyon
e impegnate con treni prestigiosi: il Mistral 1 e 2 sostituendo le 2D2 9100.

Le 7108-7109-7110 e quelle da 7116 a 7136 - consegnate nel 1953 - destinate anch'esse al deposito di Parigi/Lyon.

Le CC - da 7111 a 7115 - assegnate al deposito di Parigi Sud/Ovest.

Nel 1954 con il completamento dell'elettrificazione nella zona di Lione le 7106-7107-7108-
-7109-7110-7116-7117-7118-7137 del deposito di Parigi Sud/Ovest furono spostate in quell'area.

Nell'estate del 1958 il deposito di Parigi Sud/Est disponendo di 20 locomotive BB 9200 sostituì
le CC 7101-02-03-04-05-19 che vennero trasferite al deposito Parigi Sud/Ovest e assegnate a convogli
rapidi ed espressi sulle linee: Dax-Tarbes / Puyoô-Bayonne / Parigi-Tolosa / Tolosa-Nîmes -

Il loro impiego fu anche al traino di importanti convogli internazionali come il Parigi-Bordeaux-Irun,
il Parigi-Narbonne via Tolosa, il "Sud Express" o il "Barcellona Express" da Parigi verso la Spagna.

Altre unità indirizzate sulla Lione-St Etienne / Parigi-Chasse / Digione-Dole.

Nel 1959 ebbero alternanza con le 2DD2 3400 sulla direttrice Parigi-Roma e stategicamente (1963/64)
le 7135 e 7124 vennero assegnate al deposito di Chambéry raggiunte nel 1969 dalle 7128-7133-7140.

Il 1969 fu l'apice della loro carriera, con l'arrivo delle BB 9300 e delle CC 6500 iniziò l'inesorabile declino.

Raggruppate tutte a Chambéry con velocità limitata a 160 km/h.

Tra il 1970 e il 1980 trainarono convogli nel sud della Francia, comprese le linee di Bresse e Valle della Garonna.

Tra il 1976 e il 1977 tutta la serie venne concentrata ad Avignone.

L'arrivo delle BB 7200 (1976-85) ne limitò ulteriormente i servizi.

Nel luglio 1982 la CC 7101 conquistò un'ulteriore record mondiale con 9 milioni di chilometri percorsi
da una singola locomotiva, "l'ultimo colpo di coda" di questa incredibile macchina.


Macchine prestigiose, robuste, affidabili e a fine carriera, nonostante le credenziali di "velociste",
vennero relegate a carattere locale con treni merci quasi sempre nella zona di Avignone.

Gli ultimi esemplari furono ritirati dal servizio regolare nel 2001, fu l'epilogo di una gloriosa storia ferroviaria.

Le locomotive preservate sono 5:

- CC 7107 (Museo di Mulhouse) - 7102 - 7106 - 7121 - 7140 -




- Le "CC" costruite per l'estero -

Il successo di queste locomotive - oltre alla fama per i record conseguiti - fu dovuto principalmente
all'eccellente qualità del progetto di base.

Per l'estero la produzione fu di 242 esemplari con varianti di scartamento e tensione:

- Spagna: 136 -
- URSS: 50 -
- Cina: 25 -
- Olanda: 16 -
- Algeria: 8 -
- Marocco: 7 -




- Dati tecnici -
- Le caratteristiche tecniche differiscono leggermente e permettono di distinguere le 3 sottoserie -

- CC 7001 / 7002 (Prototipi) -

- Anni: 1948/1949 -
- Rodiggio UIC: Co'Co' -
- Lunghezza: 18.830 mm. -
- Velocità massima: 160 km/h -
- Diametro carrello portante: 1.250 mm. -
- Potenza: 2.772 kW (3769 CV) -
- Numero motori: 6 (Alsthom TA 621A 461 kW) -
- Rapporti di trasmissione: 2.606:1 -
- Carico massimo per asse: 17.0 ton. -
- Peso di esercizio: 104.0 ton. -
- Alimentazione: 1.5 kW c/c. -

- Unità prototipo costruite: 2 -

- Costruttore Alsthom: Meccanica / Motori / Componenti elettrici -




- Dati tecnici (Serie) -
- CC 7101 - 7143 / *CC 7144 - 7158 -

- Anni: 1952/1955 -
- Rodiggio UIC: Co'Co' -
- Lunghezza: 18.922 mm. -
- Velocità massima: 160 -
- *Velocità massima: 150 km/h -
- Diametro carrello portante: 1.250 mm. -
- Potenza totale: 3.492 kW (4.749 CV) -
- *Potenza totale: 3.240 kW (4.406 CV) -
- Numero motori: 6 (Alsthom TA 621B / 582 kW)
- *Numero motori: 6 (Alsthom TA 621C / 540 kW) -
- Rapporti di trasmissione: 2.606:1 -
- Carico massimo per asse: 17.8 ton. -
- Peso di esercizio: 107.0 ton -
- *Peso di esercizio: 106.0 ton. -

- Alimentazione: 1.5 kW c/c. -

- Unità costruite: 58 -

- Costruttore Alsthom: Meccanica / Motori / Componenti elettrici -




- Immagini -

- La CC 7101 in versione d'origine con le caratteristiche "minigonne" longitudinali che ricoprivano i carrelli -

- Nel 1952 venne decisa la loro soppressione in quanto ritenute superflue e poco pratiche per la manutenzione,
ma questo non avvenne su tutte -




- Foto Ph.Renaudot / da: bzt87.com -



- CC 7105 -



- Foto Th. Leleu / da: Mondo Ferroviario -



- Sulla costiera nei pressi di Cerbère nell'agosto 1982 con un convoglio straordinario -



- Foto J.L.Poggi / da: Mondo Ferroviario -



- La CC 7128 con convoglio di carri cisterna sulla linea a quattro binari Digione-Parigi - Ottobre 1983 -



- Foto: M.Leleu / da: Mondo Ferroviario -



- La terza rotaia sulla linea di Maurienne -

La ferrovia Culoz-Modane (in francese "Ligne de la Maurienne") è una linea ferrovia francese,
con scartamento 1.435 mm. che unisce Culoz (stazione sulla Lione-Ginevra) a Modane
(stazione internazionale della linea del Fréjus verso Bardonecchia e Torino).

A volte è definita "Ferrovia del Fréjus" l'intera tratta Culoz-Chambèry-Modane-Torino
compresa quindi la tratta Culoz-Modane, la quale in altri testi è denominata
"Ferrovia della Savoia" o "Ferrovia della Moriana".

Assieme alla Marsiglia-Ventimiglia e alla Breglio (Breil-sur-Roya)-Nizza è uno dei tre corridoi
che collegano la Francia all'Italia.

Dopo la Prima Guerra Mondiale la PLM manifestò l'intenzione di elettrificare la linea Marsiglia-Ventimiglia.

La PLM progettava di elettrificare la linea nell'elegante Costa Azzurra per eliminare dal paesaggio i pennacchi
di fumo e la fuliggine creata delle locomotive a vapore.

Considerato l'elevato costo dell'operazione la Compagnia decise di svolgere prima delle sperimentazioni.

Nel 1921 la scelta cadde sulla Chambéry-Modane, tre le ragioni della scelta:

- La breve distanza di 100 km. -
- Le salite del 33 per mille -
- La vicinanza dalle centrali idroelettriche per l'alimentazione aerea -


Per motivi strategico-militari e per convenienza decisero di utilizzare il sistema d'alimentazione a "terza rotaia",
parallela al binario e tensionata a 1.5 kW in corrente continua.

Il primo tratto a "terza rotaia", Chambéry-Sain-Pierre-d'Albigny, venne aperto nel 1925,
nel 1929 giunse a St-Jean-de Maurienne e nel 1930 arrivò a Modane.

Per motivi di sicurezza i binari all'interno delle stazioni di Chambéry, Montmélian, St-Pierre d'Albigny, St-Avre,
St-Jean-de Maurienne e St-Michel-Valloire erano privi di "terza rotaia" perchè alimentati tramite la catenaria.

La stazione di Modane rimase l'unica attrezzata per la terza rotaia (a causa della presenza della linea
aerea italiana trifase a 3.600 V 16 2/3 Hz), poi anch'essa venne adeguata con la catenaria.
(La conversione delle rete aerea FS in 3 kV c/c avvenne nel maggio 1961)

Nel 1938 l'esercizio della linea passò alle SNCF.

Dal 1976 la "terza rotaia" fu sostituita totalmente dall'alimentazione aerea SNCF a 1.5 kW.


- Da: apmfs.fr - treni2000.it - it.wikipedia.org -

- Sezione della terza rotaia -



- Schema da: apmfs.fr -



- Particolarità che riguardano la stazione di confine di Modane ai giorni nostri -

La gestione dell'impianto è sotto l'autorità ed il controllo delle ferrovie francesi:
capistazione, manovratori e apparati di comando fanno parte delle S.N.C.F.; i mezzi di trazione francesi
non possono oltrepassare la stazione, soprattutto per via del sezionamento elettrico
1.500 V c/c (1.5 kW) SNCF - 3.000 V c/c (3 kW) FS posto lato Bardonecchia.

Nella stazione della località francese le locomotive F.S. circolano sotto la catenaria alimentata a 1.500 V
in corrente continua, naturalmente con prestazioni ridotte.


- Da: treni2000.it -



- Modifiche sulle CC 7100 per la terza rotaia -

Nel 1958 furono eseguite modifiche su alcune 7100 (7124-7128-7133-7138) per adeguarle al servizio
sulla particolare linea di Maurienne.

Per la loro importante lunghezza (quasi 19 metri) e per i loro 6 motori ben si prestavano ad una presa
da una terza rotaia (parallela al binario), tramite appositi pattini, anche nei tagli di contatto causati
dai passaggi a livello.




- Il punto in cui terminava la linea aerea e iniziava la "terza rotaia" a Chambèry - Settembre 1973 -

- La CC 7133, con pantografi abbassati, riceve l'alimentazione dalla "terza rotaia"
visibile sulla destra del senso di marcia.




- Foto Th.Leleu / da: Mondo Ferroviario -



- Sulla linea di Modane -



- Foto da: apmfs.fr -



- CC 7124 (priva di "minigonne") a Modane il 30 ottobre 1974 -



- Foto Jean-Marc Frybourg / da: railpictures.net -



- CC 7128 (con "minigonne") a Modane il 30 ottobre 1974 -



- Foto Jean-Marc Frybourg / da: railpictures.net -




- Il modello -

- CC 7107 la locomotiva del record mondiale -
- Foto tratta dal catalogo Pocher del 1958 -





- Fonte: Mondo Ferroviario 76 / Riduzione dal servizio di Emilio Ganzerla -
- Altre fonti: bzt87.com - en.wikipedia.org - it.wikipedia.org - apmfs.fr - treni2000.it -
- Nino -
Go to Top of Page

Piero Chionna

Italy
7240 Posts

Posted - 03 November 2012 :  00:41:27  Show Profile  Visit Piero Chionna's Homepage  Reply with Quote
La CC7140 esposta presso il museo di Breil sur Roya (linea Cuneo-Ventimiglia):
http://www.ecomusee-breil.com/

La macchina era assegnata al deposito locomotive di Avignon:



Piero

Piero
Go to Top of Page

Gian Michele Sambonet

Italy
2172 Posts

Posted - 23 December 2012 :  19:35:16  Show Profile  Reply with Quote


La "cuffia" di raccordo aerodinamico al convoglio, applicata alla CC 7107 in occasione del suo record di velocità, avvenuto il 28 marzo 1955. (Foto: P. Decroix)
Go to Top of Page

Enrico Ferrari

Italy
1519 Posts

Posted - 17 April 2013 :  20:46:15  Show Profile  Visit Enrico Ferrari's Homepage  Reply with Quote
Il modello Pocher 801/3 in una foto sul plastico durante le riprese di un video sul Mistral.
Proprio durante queste riprese purtroppo si è sgranato l'ingranaggio di fibra che andava ad accoppiarsi con il pignone in uscita dal motore.
Casualmente avevo un ingranaggio Märklin che mi era avanzato dalla riparazione di una V60 (vengono venduti in confezioni da due pezzi) e fortunosamente presentava le stesse dimensioni! Colpo di fortuna, ho dovuto solo frapporre alcuni spessori per far lavorare l'ingranaggio centrato con il pignone visto che quello in fibra era più spesso.
Il numero di ricambio Märklin se a qualcuno può interessare è E228300.


Enrico
Go to Top of Page

Nino Carbone

4950 Posts

Posted - 23 September 2016 :  21:30:49  Show Profile  Reply with Quote


- CC 7121 -

Clic foto



- Foto SNCF / da: rail-modelling.com -


- Nino -
Go to Top of Page

Alberto Pedrini

Italy
10343 Posts

Posted - 18 October 2016 :  21:37:19  Show Profile  Visit Alberto Pedrini's Homepage  Reply with Quote
La 7128 di REE Modeles con le minigonne (poi eliminate)


Alberto
Go to Top of Page

Alberto Pedrini

Italy
10343 Posts

Posted - 18 October 2016 :  21:39:15  Show Profile  Visit Alberto Pedrini's Homepage  Reply with Quote
Parte del video già pubblicato in area Train Bleu


Alberto
Go to Top of Page

Alberto Pedrini

Italy
10343 Posts

Posted - 18 October 2016 :  21:48:04  Show Profile  Visit Alberto Pedrini's Homepage  Reply with Quote
La 7128 in corsa
http://www.railpictures.net/photo/573287/

Alberto
Go to Top of Page

Nino Carbone

4950 Posts

Posted - 15 July 2019 :  12:00:51  Show Profile  Reply with Quote


- CC 7107 a Tolosa con carrozze UIC-X FS rosso-fegato e grigio-beige -

(La livrea rosso-fegato e grigio-beige ha contraddistinto per anni queste carrozze FS a partire dal 1981, quando furono avviati i primi esperimenti di coloritura
per abbandonare il grigio ardesia)

(Da: ferrovie.it)



- Foto da: delcampe.net -


- Nino -
Go to Top of Page
   Topic Next Topic  
 New Topic  Reply to Topic
 Printer Friendly
Jump To:
Märklinfan Club Italia © 2008-2016 Märklinfan Club Italia Go To Top Of Page
Powered By: Snitz Forums 2000 Version 3.4.06