Märklinfan Club Italia
Märklinfan Club Italia
Home | Profile | Register | Active Topics | Members | Search | FAQ
Username:
Password:
Save Password
Forgot your Password?

 All Forums
 Indice delle Pagine locomotive Scala H0
 Germania - Elettriche
 E 44 (144)
 New Topic  Reply to Topic
 Printer Friendly
Next Page
Author Previous Topic Topic Next Topic
Page: of 3

Alberto Pedrini

Italy
10609 Posts

Posted - 10 May 2010 :  00:12:38  Show Profile  Visit Alberto Pedrini's Homepage  Reply with Quote
Clicca sulle immagini per le schede della E 44 e della E 44.5






Alberto

Gian Michele Sambonet

Italy
4021 Posts

Posted - 15 May 2010 :  12:32:36  Show Profile  Reply with Quote
E 44

Negli anni '30 le ferrovie tedesche elaborarono un vasto programma di elettrificazioni, dedicando particolare attenzione a uno degli assi ferroviari principali del Paese, Stoccarda-Ulm-Monaco.
Per dotare questa linea di locomotive elettriche, tre costruttori tedeschi realizzarono ognuno un prototipo diverso. Queste tre locomotive furono classificate E 44 001, E 44 101 ed E 44 201. La struttura di queste macchine faceva riferimento al modello E 75 entrato in servizio nel 1928. Profondamente diverse dal modello base, le E 44 furono dotate di carrelli semplici non più accoppiati da bielle. I collaudi furono effettuati immettendo le locomotive in servizio regolare nel 1931, sia per i passeggeri sia per le merci, principalmente sulla linea Magdeburgo-Lipsia. Solo i primi due prototipi superarono le prove. Seguì quindi un importante ordine: 186 unità della serie E 44.0 e 8 della E 44.1 (successivamente E 44.5). La loro carriera è durata più di 60 anni.

La prima unità di serie entrò in servizio nel 1932, l'ultima nel 1955. Il conflitto non ebbe ripercussioni sulla produzione di queste macchine, molto utili alla DRG. Delle 175 unità in servizio al termine della seconda guerra mondiale, solo 109 locomotive E 44 e le 9 E 44.5 furono ripristinate dalla DB in Germania Ovest. Alcune furono distrutte, altre partirono alla volta dell'Unione Sovietica, le restanti rimasero nel settore orientale del Paese, la futura DDR. Verso la metà degli anni '50 la nuova DR disponeva di 44 macchine della serie.
Con le successive elettrificazioni, queste locomotive svolsero un ruolo decisivo nelle due Germanie. A Ovest era possibile vederle circolare soprattutto nella parte meridionale del Paese, in particolare sulla linea Stoccarda-Monaco, ma anche sulle linee di Garmisch, Berchtesgaden (E 44.5/144.5), e presso Würzburg e Rosenheim, dove assicuravano il servizio passeggeri e merci. Ma ben presto, la modesta velocità massima (90 km/h) le condannò a percorsi di montagna. Così le 32 macchine (152-183) costruite dal 1943 al 1951 furono dotate di freno elettrico di recupero e classificate E44W. Dopo il 1960 molte di loro entrarono in servizio sulla celebre linea dell'Höllental, nei pressi di Friburgo. (Nel 1968 le 16 macchine che disponevano ancora di questo dispositivo andarono a costituire la serie 145).
A Est, concentrate a Lipsia, circolarono in testa a ogni sorta di treno; in questo caso, il problema della velocità non rappresentava un ostacolo, dal momento che la velocità massima consentita era di 120 km/h.

Robuste e affidabili quanto le CC E 94, le 144 (a partire dal 1968) della DB e le 244 della DR svolsero i loro incarichi quotidiani, dimostrandosi estremamente duttili. Il loro radicale accantonamento ebbe luogo solo all'inizio degli anni '80. L'ultima unità DB è stata sospesa dal servizio nel febbraio del 1984, mentre nell'ambito della DR queste macchine hanno circolato fino al 1991 (in seguito sono state impiegate per servizi di manovra nella stazione di Weissenfels).
In breve, le E 44 hanno lasciato una traccia indelebile nella storia delle ferrovie tedesche.

La prova incontestabile del ruolo determinante svolto dalle E 44 in Germania è nelle 26 macchine salvate dalla distruzione. Raramente è capitato che una serie sia stata preservata in così tanti esemplari.
Le locomotive in questione non sono tutte in grado di circolare, ma due di esse fanno parte del parco storico della DB e assicurano la circolazione di treni speciali.
La riunificazione ha permesso di salvare parecchie macchine ex-DR ora esposte in alcuni musei e in particolare, sono state risparmiate dalla rottamazione anche due E 44.5. (Foto: Edelweiss)

Go to Top of Page

Nino Carbone

5726 Posts

Posted - 01 October 2011 :  19:46:12  Show Profile  Reply with Quote

- Integrazioni della Classe E 44/144 alla presentazione di Gian Michele Sambonet -
- E 44 001 DRG -


- Dati tecnici -

- Anno: 1931 -
- Rodiggio: Bo' Bo' -
- Diametro ruote motrici: 1.250 mm -
- Velocità: 90 km/h -
- Potenza continuativa: 2.120 kW a 83.5 km/h -
- Potenza oraria: 1.830 kW a 90 km/h -
- Lunghezza: 14.530 mm -
- Numero motori: 4 -
- Trasformatore: 1.450 kWA -

- Numerazione: E 44 001 -




- Schema E 44 001 DRG -



- Foto da: Eisenbahn Journal -



- E 44 001 DRG -



- Foto: Krauss-Maffei -



- Dati da: Taschenbuch Deutsche Elektrolokomotiven -
Nino -
Go to Top of Page

Nino Carbone

5726 Posts

Posted - 01 October 2011 :  20:03:28  Show Profile  Reply with Quote

- E 44 002 / 189 (DRG - DB - D/DR) -

- Dati tecnici -

- Anni: 1932 / 1955 -
- Rodiggio: Bo' Bo' -
- Diametro ruote motrici: 1.250 mm -
- Velocità: 90 km/h -
- Potenza oraria: 2.200 kW a 90 km/h -
- Potenza continuativa 1.860 kW a 76 km/h -
- Lunghezza: 15.290 mm -
- Numero motori: 4 -
- Trasformatore: 1.450 kWA -
- Trasformatore: 2.070 KWa (E 44 103/125) -
- Trasformatore: 1.900 kWa (E 44 126/183) -

- Numerazione: E 44 02 / 189 -




- Schema E 44 002 / 189 -



- Foto da: Eisenbahn Journal -



- E 44 066 / Ludwigsstadt / 19 aprile 1967 -



- Foto: Karl-Friedrich Seitz / da: drehscheibe-foren.de -



- Dati da: Taschenbuch Deutsche Elektrolokomotiven -

- Nino -
Go to Top of Page

Nino Carbone

5726 Posts

Posted - 02 October 2011 :  10:55:34  Show Profile  Reply with Quote


- E 44 039 / L'originale a Monaco il 22 maggio 1952 -

- La lettera "G" indicava che la locomotiva era munita di comando multiplo per treni navetta installato nel 1952 -

- Altre 11 E 44 avevano questa caratteristica: 086 - 087 - 089 - 090 - 094 - 096 - 147 - 184 - 185 - 186 - 187 -

- La E 44 039 (144 039), fu demolita il 31 luglio 1984 -




- Foto Krauss-Maffei -



- E 44 039 / Il modello Märklin 3011 -



- Foto Alberto Pedrini -



- 3011 / L'immagine sulla confezione "azzurra" -



- Foto Märklin -


- Nino -

Go to Top of Page

Nino Carbone

5726 Posts

Posted - 02 October 2011 :  11:51:10  Show Profile  Reply with Quote


- E 44 162 "W" / Monaco 4 novembre 1951 -

- La lettera "W indicava che la locomotiva era dotata di freno elettrico di recupero per l'utilizzo su linee con forti pendenze -

- 29 macchine E 44 vennero equipaggiate con questo sistema -

- In Epoca IV a partire dal 1-1-1968 formarono la Classe 145 -




- Foto Collezione Scheingraber / da: Eisenbahn Journal -


- Nino -
Go to Top of Page

Nino Carbone

5726 Posts

Posted - 03 October 2011 :  18:53:38  Show Profile  Reply with Quote


- E 44 044 DRG / L'originale -



- Foto Krauss-Maffei -



- E 44 044 DRG / Il modello Märklin 39441 -



- Foto Alberto Pedrini -




- 144 098 / L'originale a Monaco / 4 agosto 1977 -



- Foto Martin Welzel / da: drehsceibe-foren.de -



- E 44 098 / Il modello Märklin 37440 -



- Foto Alberto Pedrini -


- Nino -
Go to Top of Page

Nino Carbone

5726 Posts

Posted - 26 February 2013 :  12:23:10  Show Profile  Reply with Quote

- E 44.5 DRG/DB -





- Cenni di storia -

La Classe venne progettata agli inizi degli anni '30 una volta concluse le prove in linea della E 44 001 (con avancorpi)
e della E 44 101 (senza avancorpi) dopo aver analizzato i relativi risultati.

Mentre la SSW e la BEW si accordarono per la costruzione della parte meccanica sulle E 44 con avancorpi,
la MSW insieme con la BMAG (fabbrica berlinese ex Schwartzkopff) realizzarono una variante più corta.

(Nel 1907 la Schwartzkopff di Berlino stipulò un accordo di cooperazione con la Maffei di Monaco)
(MSW - Maffei-Schwartzkopff-Werke GmbH - Wildau e Berlino)
(BMAG Berliner Maschinenbau AG - Berlino)


La prima locomotiva senza avancorpi venne consegnata alle DRG per il collaudo il 1 aprile 1931.

Lo stesso avvenne in Slesia e successivamente in Baviera sul tratto Freilassing-Berchtesgaden, linea con tratti ripidi
e curve anguste.

Al termine del periodo di prova (settembre 1932) la macchina aveva percorso 80.000 km.

Il successo fu tale che le DRG nel luglio 1932 la integrarono classificandola E 44 101 e ne commissionarono altri 4 esemplari.

Nel frattempo si cominciarono a delineare le conseguenze mondiali della crisi economica del 1929 e tra le imprese industriali
duramente colpite figurarono la Joseph Anton Maffei e con essa le Officine Maffei-Schwartzkopff di Berlino (MSW),
che dovettero essere liquidate.

(Nel 1931 la Maffei venne fusa con la Società Krauss dando origine alla Krauss-Maffei)

AEG e Siemens presero in consegna le attrezzature della MSW e si dedicarono, oltre che alla produzione delle apparecchiature
elettriche, anche alla costruzione integrale delle locomotive stesse.

La responsabilità venne assunta dalla AEG che introdusse nel 1933 le motrici E 44 102/105 (prima serie).

Nella serie successiva (seconda) del 1934 (E 44 106/109) la AEG ritenne opportuno apportare delle modifiche sia a livello
costruttivo che di motorizzazione, portando la potenza da 1.600 a 2.200 kW, aumentando la lunghezza a 14.300 mm
e la velocità omologata a 90 km/h per la E 44 508.

Caratteristiche esterne delle ultime 4 macchine rispetto alle 5 precedenti erano rappresentate dai differenti longheroni
longitudinali, dalla disposizione della fanaleria e griglie di aerazione.

Nel 1938 le DRG le risclassificarono: E 44 501 > 509.

Fino al 1943 rimasero sempre nel BW di Freilassing per essere impiegate sulla linea a loro congeniale fino a Berchtesgaden,
successivamente le motrici E 44 501/505 prestarono servizio presso il BW di Monaco-Est per rientrare nuovamente a Freilassing.

Le 9 locomotive sopravvissero alla Seconda Guerra Mondiale, assegnate alle DB mantennero la stessa classificazione
e numerazione di servizio.

Dal 1946 al 1950 le E 44 503 e 504 furono temporaneamente assegnate al deposito di Garmisch-Partenkirchen.

Nel 1959 la E 44 501 venne accantonata venendo utilizzata come macchina di addestramento e successivamente come scorta
ricambi per le altre motrici.

Dal 1968 con la nuova numerazione UIC vennero classificate 144.

Le ultime unità della Classe vennero ritirate nel 1983.
Le uniche conservate sono la 144 502 restaurata da un gruppo di appassionati di Traunstein (Baviera) con la collaborazione
del personale del deposito di Freilassing e la 144 508 che fa parte del patrimonio culturale del Museo della Ferrovia Tedesca.

Sebbene si trattasse di una Classe dal numero di esemplari esiguo, alcune di loro raggiunsero un'anzianità di servizio di oltre
50 anni, anche perché furono macchine che diedero sempre un'ottima prova, segno evidente di un buon progetto di base.




- E 44.5 (Prototipo) -



- Foto da: Taschenbusch Deutsche Elektrolokomotiven -

- Anno: 1931 -
- Rodiggio: Bo'Bo' -
- Lunghezza: 13.150 mm -
- Diametro ruote motrici: 1.250 mm -
- Velocità massima: 80 km/h -
- Potenza oraria: 1600 kW a 70 km/h -
- Potenza continuativa: 1.440 kW a 73 km/h -
- Motori: 4 -
- Trasformatore: 1.750 kWA -
- Carico massimo per asse: 19.8 ton -

- Unità costruite: 1 -

- Numerazione DRG: E 44 501 -




- E 44.5 (Prima serie) -



- Foto da: Taschenbusch Deutsche Elektrolokomotiven -

- Anno: 1933 -
- Rodiggio: Bo'Bo' -
- Lunghezza: 13.520 mm -
- Diametro ruote motrici: 1.250 mm -
- Velocità massima: 80 km/h -
- Potenza oraria: 1.600 kW a 71 km/h -
- Potenza continuativa: 1.430 kW a 74 km/h -
- Motori: 4 -
- Trasformatore: 1.450 kWA -
- Carico massimo per asse: 19.8 ton -

- Unità costruite: 4 -

- Numerazione DRG: E 44 502 / 505 -




- E 44.5 (Seconda serie) -



- Foto da: Taschenbusch Deutsche Elektrolokomotiven -


- Anno: 1934 -
- Rodiggio: Bo'Bo' -
- Lunghezza: 14.300 mm -
- Diametro ruote motrici: 1.250 mm -
- Velocità massima: 80/90* km/h -
- Potenza oraria: 2.200 kW a 63.5/68* km/h -
- Potenza continuativa: 2.000 kW a 67/72* km/h -
- Motori: 4 -
- Trasformatore: 1.500 kWA -
- Carico massimo per asse: 19.9/19.8* -

- Unità costruite: 4 -

- Numerazione DRG: E 44 506 / 509 -

- *E 44 508 -




- Immagini -

- 144 505 - Prima serie - Longheroni longitudinali a filo cassa -



- Foto da: imageshack.com -



- 144 509 - Seconda serie - Longheroni traforati -

- Officina di Monaco-Freimann 1977 -




- Foto Christian Splittgerber / da: railfaneurope.net -



- Deposito di Freilassing - 24 settembre 1976 -

- Frontali diversi tra la prima (144 505) e seconda serie (144 507) -




- Foto W. Matussek / Collezione Ritz / da: Mondo Ferroviario 22 -



- 144 502 - Reit im Winkl (Baviera) - 6 settembre 1977 -



- Foto da. eisenbahfotograf.de -



- Modelli -

- Liliput 132542 -



- Foto Frits Osterthun -



- Roco 43410 -



- Foto Frits Osterthun -



- Roco 43405 -



- Foto Frits Osterthun -



- Fonti: Mondo Ferroviario 22 / Taschenbuch Deutsche Elektrolokomotiven -
Go to Top of Page

Alberto Pedrini

Italy
10609 Posts

Posted - 10 October 2015 :  09:45:10  Show Profile  Visit Alberto Pedrini's Homepage  Reply with Quote
Una delle due macchine che hanno ricevuto la livrea blu-avorio a Feuerbach nel 1979



E una delle 145 (E44 W) a Neustadt nel 1978



Entrambe le foto W&H Brutzer

La E44 va sempre con due pantografi in presa (dovrò rifare tutte le foto...)

I modelli prodotti da Märklin:



Alberto
Go to Top of Page

Alberto Pedrini

Italy
10609 Posts

Posted - 03 December 2016 :  23:02:08  Show Profile  Visit Alberto Pedrini's Homepage  Reply with Quote
Il modello MHI 2016 con pantografi digitali


Alberto
Go to Top of Page

Frits Osterthun

Netherlands
164 Posts

Posted - 28 December 2016 :  17:33:39  Show Profile  Visit Frits Osterthun's Homepage  Reply with Quote

Die Baureihe E 44 in Ozeanblau/Beige


Primex 3008-10 © Frits Osterthun


Roco 63615 © Frits Osterthun


Märklin 37443 © Frits Osterthun

Go to Top of Page
Page: of 3 Previous Topic Topic Next Topic  
Next Page
 New Topic  Reply to Topic
 Printer Friendly
Jump To:
Märklinfan Club Italia © 2008-2016 Märklinfan Club Italia Go To Top Of Page
Powered By: Snitz Forums 2000 Version 3.4.06