Märklinfan Club Italia
Märklinfan Club Italia
Home | Profile | Register | Active Topics | Members | Search | FAQ
Username:
Password:
Save Password
Forgot your Password?

 All Forums
 Argomenti tecnici di modellismo
 Elaborazioni, modifiche, weathering
 Tecniche per l'illuminazione delle carrozze
 New Topic  Reply to Topic
 Printer Friendly
Previous Page | Next Page
Author  Topic Next Topic
Page: of 11

Stefano Spina

Italy
761 Posts

Posted - 16 April 2020 :  11:17:16  Show Profile  Reply with Quote
No, due ma tra i carrelli della stessa carrozza, lo stesso per le lamelle di contatto.

Stefano
Go to Top of Page

Stefano Spina

Italy
761 Posts

Posted - 17 October 2020 :  19:47:01  Show Profile  Reply with Quote
Arieccoci con la volontà di vedere le mie carrozze adeguatamente illuminate, in questi mesi ho avuto modo di riflettere e ho deciso di cambiare (in parte) l'approccio.
Come ben sapete la CS2 fornisce una tensione in uscita di 18,7 Vca circa, il decoder ESU Lokpilot FX la raddrizza e la rende disponibile sulle sue uscite con una corrente max di 250mA ciascuna.
Utilizzando LED da 12Vcc è necessario ridurre la suddetta tensione per non bruciarli e per ottenere la giusta intensità luminosa, questo si ottiene con una resistenza di carico in serie la quale assorbe potenza, potenza che viene sottratta ai LED e produce calore.
Io ho deciso di utilizzare LED a 24Vcc, in questo modo ottengo una sottoalimentazione di 5,0 volt circa senza necessità di resistenza e con la potenza disponibile tutta per i LED stessi.
Resta, ovviamente, da vedere se questo sia sufficiente per una giusta luminosità.
Mi sono messo alla ricerca di strisce di LED a 24V con il più basso consumo possibile e, alla fine, ho trovato queste:



Questo è il link su Amazon
https://www.amazon.it/gp/product/B01FM5CAAK/ref=ppx_yo_dt_b_asin_title_o09_s00?ie=UTF8&psc=1

Queste strisce hanno la caratteristica di alloggiarne sei per ogni singolo segmento di 25mm invece di tre per un totale quindi di 1200 LED su 5 metri, il consumo è 18,7 W/mt.
Sono a luce calda, 3000 gradi kelvin.
Non si può dire che siano economiche, ma tant'è.

Io non voglio incollare i LED sotto il tetto delle carrozze, ma li voglio posizionati sull'arredamento interno rivolti verso il tetto per diverse ragioni.
1..evitare il "cordone ombelicale" causato dai collegamenti tra i LED incollati sotto il tetto e i ganci conduttori cosa questa che costringe a dover tenere il mantello sempre vicino al telaio in caso di manutenzione con il rischio di dissaldature
2..i collegamenti sono obbligatoriamante più lunghi e quando il mantello viene riposizionato possono essere visibili
3.. ottenere una illuminazione diffusa

Per fare da supporto ai LED ho cercato anche un qualche materiale che potesse andare bene; lo volevo trasparente, facilmente lavorabile e adeguatamente rigido da sostenere i LED stessi.
Ho trovato questo PETG che viene prodotto in diversi formati e spessori.
Io ho scelto un foglio di 30x30cm con uno spessore di 0,5mm.

Questo è il link su Amazon, e anche questo se lo fanno pagare.
https://www.amazon.it/gp/product/B07T1CHSV4/ref=ppx_yo_dt_b_asin_title_o06_s00?ie=UTF8&psc=1

L'ho tagliato a strisce di 12mm di larghezza e lunghi quanto basta sui quali ho incollato i LED.
Per ottenerle è sufficiente inciderlo tre o quattro volte con il taglierino e poi piegarlo lungo il taglio.
Il risultato è un'insieme rigido e stabile, è anche resistente alla temperatura del saldatore; non fa una piega.

Il primo treno che ho illuminato è un classico degli anni '70, le carrozze UIC, composto da bagagliaio (quello con le serrande scorrevoli), due carrozze azzurre di 1 classe, due carrozze verdi di 2 classe e una carrozza parzialmente di 1 classe e ristorante.

Questo è lo schema di collegamanto, l'ho diviso in due parti perchè è una immagine bassa e lunga e, una volta ridotta a 800 pixel, sarebbe risultata paraticamente illeggibile.





A parte la mia "fissa" di utilizzare due pattini e due lamelle per essere virtualmente al sicuro da mancati contatti, il resto è semplice.
Dal decoder ESU Lokpilot FX, ovviamente posizionato nel bagagliaio, le uscite in cc vanno ai capi della prima striscia di LED nel bagagliaio stesso, dall'altro capo i cavi vanno al gancio conduttore Viessmann a due poli e, di gancio in gancio, l'alimentazione si trasmette alle successive strisce poste nelle altre carrozze.

Il bagagliaio però mi ha riservato una sorpresa, le quattro serrande mobili scorrono in due telai interni e questa cosa mi creato qualche difficoltà che ho risolto con un po' di "prestidigitazione".
Ho dovuto installare tre supporti per reggere la striscia e poi, con moooolta pazienza, ho realizzato il tutto.

Quì si vede l'inghippo


Questi sono i supporti per la striscia, si tratta di coperchi per le siringhe di Eparina sottocute, a suo tempo li ho conservati che non si sa mai...


Non ci sono foto dell'interno del bagagliaio perchè non so neanche io come ho fatto a richiuderlo con tutto al suo posto, quindi credetemi sulla parola.

Queste due foto mostrano, meglio di ogni descrizione, come ho realizzato il resto del lavoro, tempo medio 10 minuti per carrozza.





Il risultato a me sembra ottimo.
Semplice, affidabile e gestibile.
Le luci sono attivabili a comando, le carrozze (a parte quelle esterne) sono liberamente combinabili, cosa questa che varrà quando altri treni saranno illuminati con la stessa tecnica.

Ho fatto girare il treno al buio e credo di poter dire che tra i LED sottoalimentati e la luce diffusa ho ottenuto una illuminazione "giusta".
Appena possibile (mi serve un cameraman) farò un video che posterò su YouTube.

Stefano
Go to Top of Page

Stefano Spina

Italy
761 Posts

Posted - 17 October 2020 :  19:53:34  Show Profile  Reply with Quote
Mi sono accorto adesso che l'arredamento interno della carrozza nelle due ultime foto non era ben posizionato e questo fa apparire leggermente deformato il tutto ma non è così....

Stefano
Go to Top of Page

Stefano Spina

Italy
761 Posts

Posted - 18 October 2020 :  15:10:22  Show Profile  Reply with Quote
Causa inesperienza ho acquistato tre kit pattino/lamelle 73405 e dopo reiterati corto circuiti mi sono reso conto che le carrozze in questione (da startset 29855 e relativo kit di estensione dedicato 42758) necessitano di pattini più corti, i 73404.
Sulle curve di raggio inferiore, quelle che ho dovuto usare io, il pattino tocca la rotaia interna.
A questo punto faccio ricorso alla vostra esperienza e vi chiedo, oltre al kit Märklin di cui sopra, qual'è la soluzione pattino/lamelle migliore?

Stefano
Go to Top of Page

Stefano Spina

Italy
761 Posts

Posted - 20 October 2020 :  15:36:25  Show Profile  Reply with Quote
Immagine notturna del treno in questione



Stefano
Go to Top of Page

Piero Chionna

Italy
7652 Posts

Posted - 20 October 2020 :  22:12:50  Show Profile  Visit Piero Chionna's Homepage  Reply with Quote
Ottimo lavoro Stefano. Una volta risolto il problema di circolabilita in curva dovuta al pattino avrai dei convogli super. Purtroppo non so darti un consiglio per il pattino.

Piero
Go to Top of Page

Stefano Spina

Italy
761 Posts

Posted - 21 October 2020 :  18:37:34  Show Profile  Reply with Quote
Si viaggia di mattina presto, prima che il sole sorga, per raggiungere il posto di lavoro in città.



Stefano
Go to Top of Page

Mario Puleo

Italy
1233 Posts

Posted - 21 October 2020 :  20:31:22  Show Profile  Visit Mario Puleo's Homepage  Reply with Quote
Ottimo lavoro Stefano. Io non ho mai visto pattini anche lunghi montati dritti fare corto sui binari, deve esserci qualcos'altro. Il pattino 73404 credo che sia lungo come il 73405 (50 mm) ma è adatto per i carrelli asimmetrici, cioè con il perno fuori centro. Io proverei con quello, un pattino diverso richiede sempre un adattamento.
Buon lavoro

Mario
Go to Top of Page

Piero Chionna

Italy
7652 Posts

Posted - 21 October 2020 :  20:44:18  Show Profile  Visit Piero Chionna's Homepage  Reply with Quote
Il problema non sarà proprio l'incompatibilità tra tipo di pattino e tipo di carrello?

Piero
Go to Top of Page

Stefano Spina

Italy
761 Posts

Posted - 22 October 2020 :  08:52:31  Show Profile  Reply with Quote
Grazie Mario, la strada che ho deciso di percorrere nell'illuminare le carrozze è un po' anticonvenzionale e non proprio conveniente dal punto di vista economico, ma mi si addice, mi piace l'idea che posso controllare l'accensione e lo spegnimento di un intero convoglio e che questi possano essere combinati liberamente.
Per quanto riguarda i pattini lo scopriremo presto, ho ordinato i 73404.
Il mio problema, che non potrò mai risolvere completamente, sono le curve in pendenza con valori fuori standard.
L'anello interno (di raggio 1 - 24130) è in salita mentre quella esterna (di raggio 2 - 24230) è in discesa, per la tipologia del tracciato che ho voluto realizzare e per lo spazio (che è sempre tiranno) queste pendenze sono tirate per il collo, soprattutto quelle dell'anello interno, e questo porta a complicazioni inaspettate (oltre a quelle ovvie come motrici che hanno difficoltà a percorrere le rampe in salita).
Staremo a vedere.

Stefano
Go to Top of Page
Page: of 11  Topic Next Topic  
Previous Page | Next Page
 New Topic  Reply to Topic
 Printer Friendly
Jump To:
Märklinfan Club Italia © 2008-2021 Märklinfan Club Italia Go To Top Of Page
Powered By: Snitz Forums 2000 Version 3.4.06