Märklinfan Club Italia
Märklinfan Club Italia
Home | Profile | Register | Active Topics | Members | Search | FAQ
Username:
Password:
Save Password
Forgot your Password?

 All Forums
 Argomenti ferroviari
 Composizioni internazionali
 "Hermann Hesse" Genova B - Stoccarda (1991/92)
 New Topic  Reply to Topic
 Printer Friendly
Next Page
Author Previous Topic Topic Next Topic
Page: of 2

Gian Michele Sambonet

Italy
5282 Posts

Posted - 14 October 2014 :  20:47:12  Show Profile  Reply with Quote

Gian Michele Sambonet

Italy
5282 Posts

Posted - 14 October 2014 :  20:47:59  Show Profile  Reply with Quote


Uli Reyer ha presentato oggi, in esclusiva, il convoglio di 6 elementi, prodotto da ACME, del treno rapido 382/383 "Hemann Hesse", che collegava Genova Brignole a Stoccarda nel 1991 e 92. (Genova B-Milano C-Chiasso-Gotthard-Zürich-Schaffhausen-Singen-Stuttgart)
(Le nuove carrozze Eurofima ACME, viste a Novegro, sono un vero spettacolo.)

http://www.reisezugwagen.eu

Non ho informazioni in merito alla reale composizione di questo treno, ma suppongo che in territorio tedesco viaggiasse con le 5 carrozze FS Eurofima più il bagagliaio FS UIC-X in colorazione C1. Dalla foto, scattata a Genova, si può anche vedere una prima classe SBB RIC, a cui sicuramente seguivano altre 2 carrozze di seconda classe, probabilmente con percorrenza limitata a Zurigo.
Go to Top of Page

Alberto Pedrini

Italy
11063 Posts

Posted - 15 October 2014 :  00:36:23  Show Profile  Visit Alberto Pedrini's Homepage  Reply with Quote
L'orario dei treni in transito a Chiasso nel 1990-91.
Leggere i nomi di questi convogli mi emoziona sempre, che tempi!

Orario Chiasso 1990-91

Alberto
Go to Top of Page

Luigi Ceffa

Italy
503 Posts

Posted - 15 October 2014 :  11:15:10  Show Profile  Reply with Quote
Dettagli storici e tecnici sull'"Hermann Hesse" e su questa seconda serie di FS Eurofima ACME
dal min. 18.20
http://www.youtube.com/watch?v=9WwAT83zWhY
Go to Top of Page

Gian Michele Sambonet

Italy
5282 Posts

Posted - 16 October 2014 :  09:56:43  Show Profile  Reply with Quote
Alcune precisazioni riguardo la velocità massima ammessa in servizio per le carrozze Eurofima FS, in relazione e a rettifica di quanto affermato dal responsabile ACME durante la conferenza stampa che si è tenuta a Novegro 2014, segnalata da Luigi nel post precedente.
I primi tre prototipi Eurofima FS, consegnati nel 1976, erano vetture miste di prima e seconda classe, le prime due montavano carrelli Breda B260 mentre la terza montava carrelli Fiat tipo Y 0270 S, adottati poi per tutte le vetture della serie. Queste tre carrozze furono ammesse, durante le fasi di collaudo, per una velocità massima di 200 Km/h, entrarono in servizio regolare solo per un brevissimo periodo, poi furono trasformate e destinate a treni diagnostici.
La serie di 100 carrozze (30 di prima e 70 di seconda classe), consegnate a partire dal 1977, inizialmente furono ammesse in servizio per una velocità massima di 180 Km/h, successivamente ridotta a 160 Km/h, uniformandola a quanto previsto dalle altre compagnie europee che adottarono queste carrozze (Germania esclusa), pur mantenendo la classificazione “90” alla settima e ottava cifra della marcatura che identifica le carrozze con velocità massima superiore ai 160 Km/h.
Verso la metà degli anni ottanta ai carrelli furono applicati gli smorzatori antiserpeggio, che garantivamo maggiore stabilità e più sicurezza alle alte velocità. La velocità massima fu riportata a 180 Km/h e successivamente, con l’introduzione di nuove boccole per gli assi intorno agli anni ’90, fu alzata a 200 Km/h, che era l’obiettivo iniziale del progetto Eurofima.
Le carrozze che componevano il convoglio “Hermann Hesse” erano tutte dotate di smorzatori antiserpeggio (come si può vedere anche dalle foto), solo che alcune erano già ammesse per i 200 Km/h, altre no (180 Km/h). L’unica carrozza del convoglio limitata a 160 Km/h era il bagagliaio UIC-X, che sebbene fosse dotato di carrelli Fiat, non montava gli smorzatori.
Go to Top of Page

Gian Michele Sambonet

Italy
5282 Posts

Posted - 16 October 2014 :  10:57:33  Show Profile  Reply with Quote
Sempre in relazione a quanto affermato dal responsabile ACME durante la sua conferenza stampa, in merito alle tre differenti classificazioni del treno "Hermann Hesse" nei tre tre paesi interessati dalla sua percorrenza, voglio riportare alcune informazioni che riguardano la Svizzera.
Dalla seconda metà degli anni '80 i treni internazionali sulla tratta del Gottardo presero cadenza oraria. Molti di questi partivano da Milano con destinazione Zurigo o Basilea con composizioni di 5 carrozze (2 prime e 3 seconde), divenute poi 6 (2 prime e 4 seconde) negli anni '90. A Chiasso venivano aggiunte altre carrozze e viaggiavano in territorio svizzero come InterCity.
Facevano eccezione gli EuroCity con i seguenti requisiti: tutte le carrozze dovevano essere dotate di aria condizionata e il convoglio doveva comprendere una vettura ristorante. A questi treni di regola non veniva aggiunto altro materiale in frontiera e sull'orario erano identificati come EC.
Go to Top of Page

Gian Michele Sambonet

Italy
5282 Posts

Posted - 18 October 2014 :  12:51:15  Show Profile  Reply with Quote
Il treno con denominazione "Hermann Hesse" era entrato in servizio già nel 1987 come EuroCity e collegava Milano a Stoccarda. La vettura ristorante era presente solo in territorio svizzero. Nel 1989, sempre con partenza da Milano, diventava Espresso in Italia, IntrerCity in Svizzera e Rapido in Germania. Viaggiava in territorio italiano e tedesco con 5 carrozze (2 A e 3 B). Dal 1991 il servizio si estendeva a Genova, con l'aggiunta di un bagagliaio per il trasporto di biciclette sull'intera tratta (solo Chiasso-Stoccarda nel '92) e con l'orario estivo 1993 il treno scompariva definitivamente.
Rimangono dubbi riguardo la sezione svizzera del treno (da e per Genova).
Il convoglio guadagnava una carrozza di seconda classe con l'orario invernale 1992/93, come appare nel documento riportato sotto.



Dal documento sappiamo inoltre quale motrice piazzare in testa, in relazione alla tratta italiana.

Ringrazio Uli Reyer per la collaborazione a fare più luce su questo treno.
Go to Top of Page

Gian Michele Sambonet

Italy
5282 Posts

Posted - 22 October 2014 :  12:36:47  Show Profile  Reply with Quote
Mi sono appena arrivate le nuove carrozze ACME, anche gli interni sono curati in ogni dettaglio...
Go to Top of Page

Gian Michele Sambonet

Italy
5282 Posts

Posted - 24 October 2014 :  13:23:56  Show Profile  Reply with Quote
Ho aggiornato quanto avevo scritto precedentemente, in merito a nuove informazioni sulla composizione in territorio svizzero dell'IC "Hermann Hesse". Nel 1991 venivano agganciate a Chiasso o a Singen 4 carrozze EW-IV (1 A e 3 B) più una ristorante.
Nel 1991 e solo nei fine settimana (Ve-Do) il servizio si estendeva fino a Sestri Levante.

Nell'Archivio SBB Historic ho trovato due immagini di un convoglio internazionale (Gottardo 1991/92) la cui composizione corrisponde esattamente all'IC "Herman Hesse". In coda, come la foto scattata a Genova faceva supporre, è presente anche una sezione svizzera composta da carrozze RIC.



Go to Top of Page

Gian Michele Sambonet

Italy
5282 Posts

Posted - 24 October 2014 :  13:28:04  Show Profile  Reply with Quote
La composizione per la tratta del Gottardo, in base alle nuove informazioni:



E in attesa di conferma, la composizione con sezione svizzera:

Go to Top of Page

Gian Michele Sambonet

Italy
5282 Posts

Posted - 16 November 2014 :  11:49:34  Show Profile  Reply with Quote


L'IC 382 a Melide nel 1995, con ristorante EW-I "Chäs-Express". (Foto: Johannes Padberg)
Dal 1993 l'espresso 382/383, senza più essere chiamato "Hermann Hesse", ha continuato il suo servizio tra Sestri Levante e Stoccarda fino al 1995 e tra La Spezia e Stoccarda dal 1996 al 1998. La sua composizione in Italia e Germania comprendeva un bagagliaio, due prime classi e quattro seconde classi. In Svizzera oltre al ristorante venivano agganciate ulteriori EW-IV.
LS Models ha in programma la produzione delle WR EW-I, anche con questa particolare livrea.
Go to Top of Page
Page: of 2 Previous Topic Topic Next Topic  
Next Page
 New Topic  Reply to Topic
 Printer Friendly
Jump To:
Märklinfan Club Italia © 2008-2022 Märklinfan Club Italia Go To Top Of Page
Powered By: Snitz Forums 2000 Version 3.4.06