Märklinfan Club Italia
Märklinfan Club Italia
Home | Profile | Register | Active Topics | Members | Search | FAQ
Username:
Password:
Save Password
Forgot your Password?

 All Forums
 Argomenti ferroviari
 Composizioni internazionali
 Il mitico "Rheingold"
 New Topic  Reply to Topic
 Printer Friendly
Previous Page | Next Page
Author Previous Topic Topic Next Topic
Page: of 6

Gian Michele Sambonet

Italy
5282 Posts

Posted - 06 March 2010 :  06:39:23  Show Profile  Reply with Quote
quote:
Originally posted by Piero Chionna

Dunque, ricapitolando, per il vecchio Rheingold del 1928 abbiamo a disposizione i due set della Marklin e le locomotive BR18.4 (ex S3/6 bavaresi) per la tratta Zevenaar (Emmerich)-Mannheim, e la bellissima locomotiva BR18.3 (ex IVh badese) per la tratta Mannheim-Basel.



Il set color prugna/crema senza insegne dal '28 al '32, il set color violetto/crema con insegne dal '32 al '39.
Go to Top of Page

Gian Michele Sambonet

Italy
5282 Posts

Posted - 06 March 2010 :  07:24:48  Show Profile  Reply with Quote
Ho trovato le informazioni che cercavo:
La S 3/6, costruita in ben 14 serie (dalla "A" alla "O") dal 1908 al 1931, era una pacific da "collina" (concepita per pendenze del 10 per mille), con ruote del diametro di 1870 mm e cabina aerodinamica, ad eccezione delle serie "D" e "E" del 1912 che aveva le ruote col diametro di 2000 mm (da pianura, più veloce) e non presentava la cabina a punta. La BR 18.5 costruita dal '27 al '31 (serie "L-O") aveva un carico per asse maggiore (portato da 18 t a 20 t), una caldaia più grande e cilindri più grandi. Era molto più potente delle precedenti e più veloce (cabina dritta).
La BR 18.4 da collina non fu praticamente mai usata in testa al Rheigold salvo eccezioni, mentre si preferì la sorella da pianura, per poi sostituirla non appena disponibili le nuove BR 18.5 più potenti, consegnate dal '28 al '31.
Go to Top of Page

Gian Michele Sambonet

Italy
5282 Posts

Posted - 06 March 2010 :  07:34:55  Show Profile  Reply with Quote
Le carrozze "Schurzenwagen" con insegna "Deutsche Bundesbahn" estesa si adattano a tutti gli anni '50, le carrozze "Schurzenwagen" con insegna "DB" si adattano dalla fine degli anni '50 al '62.
Go to Top of Page

Piero Chionna

Italy
8157 Posts

Posted - 06 March 2010 :  09:15:01  Show Profile  Visit Piero Chionna's Homepage  Reply with Quote
Forse dovremmo sviluppare l'argomento in una discussione interamente dedicata alle BR18, ma i legami tra queste macchine e il Rheingold sono così forti da giustificare un approfondimento anche in questa sede.
Ecco qualche dato tecnico sulle BR18 badesi e bavaresi:

http://www.dbtrains.com/en/locomotives/epochII/BR18.3

http://www.dbtrains.com/en/locomotives/epochII/BR18.4

http://www.dbtrains.com/en/locomotives/epochII/BR18.4-5

http://www.dbtrains.com/en/locomotives/epochII/BR18.5

La pagina realizzata dagli amici spagnoli di LCTM:

http://lctm.info/Secciones/LocoMes/L009_BR18/Real/index.htm

Piero
Go to Top of Page

Gian Michele Sambonet

Italy
5282 Posts

Posted - 06 March 2010 :  09:34:36  Show Profile  Reply with Quote
Ho inserito alcuni cenni storici e curiosità sulla BR 18 in una sezione a lei dedicata:

http://www.marklinfan.com/f/topic.asp?TOPIC_ID=655
Go to Top of Page

Gian Michele Sambonet

Italy
5282 Posts

Posted - 06 March 2010 :  10:13:10  Show Profile  Reply with Quote
Ho inserito alcune note anche per la V 200 in una sezione a lei dedicata:

http://www.marklinfan.com/f/topic.asp?TOPIC_ID=656
Go to Top of Page

Gian Michele Sambonet

Italy
5282 Posts

Posted - 07 March 2010 :  10:21:33  Show Profile  Reply with Quote


Questa curiosa foto del Rheingold Express è stata scatta a Vechta in Sassonia nel 1953 in occasione di un particolare evento. Che locomotiva c'è in testa? Si tratta della V 80 entrata in servizio quello stesso anno? Si voleva forse già dimostrare che la trazione diesel avrebbe ben presto sostituito quella a vapore?
Go to Top of Page

Gian Michele Sambonet

Italy
5282 Posts

Posted - 14 March 2010 :  12:05:59  Show Profile  Reply with Quote
La Mitropa

Nel 1880 il governo del Reich tedesco e il ministero dei Lavori pubblici della Prussia impostarono un progetto per la costituzione di una compagnia che gestisse carrozze-letto e carrozze-ristorante sulla rete ferroviaria tedesca. Questa compagnia, la "Mitropa", venne fondata solo nel 1916, i tempi erano difficili, ma la volontà di concretizzarla dopo tanti anni ebbe il sopravvento.

La data del 1916 potrebbe sembrare curiosa per la creazione di una compagnia le cui attività erano essenzialmente legate alla circolazione di treni di lusso e spesso turistici.
Ma si spiega facilmente se si tiene conto che durante la prima guerra mondiale la Germania era alleata con l'Austria-Ungheria, con la quale decise di sviluppare un'importante cooperazione commerciale. Concepita inizialmente per gestire la sola rete tedesca, la "Mitropa" assunse ben presto una dimensione internazionale dal momento che le reti austriaca e ungherese portarono immediatamente il loro contributo al progetto.
"Mitropa" è del resto la contrazione di "mitteleuropa", termine con il quale si indica l'Europa centrale.

L'età d'oro della "Mitropa" prese il via attorno al 1925. La compagnia, che non poteva gestire il traffico internazionale in seguito a un accordo concluso con la CIWL, riuscì a mettere in servizio numerose carrozze-letto sui collegamenti con la Svezia, con Vienna e Zurigo, e delle carrozze-ristorante sulle Ferrovie Retiche e del Bernina in Svizzera. Nel 1926 la "Mitropa" assunse l'insieme dei servizi di carrozze letto e ristorante delle ferrovie del Reich.
Per questa compagnia si trattò di un periodo di intensa attività. Al fine di distinguersi dalla CIWL utilizzò uno stile di decorazione degli interni delle vetture radicalmente diverso e in accordo con la livrea esterna di colore rosso intenso, che già di per sé evitava ogni eventuale confusione, distinguendosi nettamente dal blu scuro delle vetture CIWL. Venne messo a punto anche un complesso sistema di bar-ristorante nelle stazioni, in modo che le carrozze-ristorante potessero rifornirsi, in diversi punti della rete, di piatti già preparati. Le grandi stazioni di Francoforte, Basilea, Königsberg (Kaliningrad), Posen (Poznan), Kattowitz (Katowice), Cracovia e Varsavia costituivano i punti di riferimento più attivi e importanti.
Nel 1932 la "Mitropa" installò delle piccole cucine nei bagagliai dei treni ordinari, il che le consentì di assicurare un eccellente servizio ristoro su oltre 105 treni della rete ferroviaria tedesca. Inoltre, la compagnia si occupava, insieme alla Lufthansa, della ristorazione a bordo degli aerei e possedeva numerosi bar-ristorante negli scali aeroportuali.
Malgrado le difficoltà dovute alla crisi economica degli anni '30, la "Mitropa" riuscì a riprendersi e nel 1938 i suoi introiti superarono i record dell'epoca, con più di 48 milioni di marchi. Dai circa 900 dipendenti del 1917 si era giunti, sempre nel 1938, a oltre 5700. I servizi si estesero a Boemia, Moravia, Slovacchia e Austria. Nel 1941, in piena guerra, questa compagnia riuscì a riavviare il servizio in Olanda, assicurandolo anche sui collegamenti con il Belgio e la Francia e ripristinando i rapporti con i Balcani e il Danubio.

Divenuta in seguito "Deutsche Schlafwagen und Speisenwagen Gesellschaft" (DSG), questa società è sempre molto attiva e non ha interrotto la sua tradizione. Splendide vetture rosso scuro svolgono ancora oggi un servizio di prima qualità sulla rete tedesca e su alcuni collegamenti esterni sul prolungamento delle linee tedesche propriamente dette. Il servizio è svolto con materiale rotabile molto moderno, inserito nel complesso dei treni rapidi tedeschi, compresi gli Intercity.
Go to Top of Page

Piero Chionna

Italy
8157 Posts

Posted - 23 April 2010 :  07:17:55  Show Profile  Visit Piero Chionna's Homepage  Reply with Quote
La simulazione del convoglio che nel 1939 arrivava a Milano con le carrozze del Rheingold (dal sito www.ildeposito.net):
http://www.ildeposito.net/documenti/composizioni/rotabili/Rheingold.gif

Il documento di Stefano Zecchi riporta la presenza del bagagliaio tedesco del Rheingold, mentre in questa simulazione è inserito un bagagliaio SBB.

1 FS E 428
1 bagagliaio SPw 4u-28
1 carrozza salone prima classe con cucina SA4 uK-28
1 carrozza salone seconda classe senza cucina SB4 u-28
1 carrozza di 3a classe SBB-CFF
1 carrozza ristorante CIWL
1 carrozza mista di 1a, 2a e 3a classe SBB-CFF

Piero

Piero
Go to Top of Page

Antonio Bernasconi

Italy
386 Posts

Posted - 05 June 2011 :  11:17:24  Show Profile  Visit Antonio Bernasconi's Homepage  Reply with Quote
Una domanda: la Marklin ha prodotto i due set del Rheingold 43237 e 43238 con le carrozze schurzenwagen che riportano il logo DB, epoca III, carrozze miste di I e II classe.
Che io sappia poi la Marklin non ha prodotto un bagagliaio dedicato.

La Trix ha prodotto una serie delle stesse carrozze schurzenwagen blu sempre per il Rheingold, sempre epoca III ma con la scritta "Deutsche Bundesbhan" per esteso e con classi dalla I alla III. Ha prodotto anche il bagagliaio schurzenwagen blu dedicato al convoglio, con i cartelli di percorrenza del Rheingold e con la scritta "Deutsche Bundesbhan".

Ora vi chiedo, è possibile (e corretto) in un convoglio inserire tutti e due i tipi di carrozze (con i due loghi intendo) oppure bisogna rispettare i loghi e quindi mettere l'uno o l'altro?

Ciao
Antonio

Ciao
Antonio
http://www.scalaunoitalia.it/
Go to Top of Page
Page: of 6 Previous Topic Topic Next Topic  
Previous Page | Next Page
 New Topic  Reply to Topic
 Printer Friendly
Jump To:
Märklinfan Club Italia © 2008-2022 Märklinfan Club Italia Go To Top Of Page
Powered By: Snitz Forums 2000 Version 3.4.06