Märklinfan Club Italia
Märklinfan Club Italia
Home | Profile | Register | Active Topics | Members | Search | FAQ
Username:
Password:
Save Password
Forgot your Password?

 All Forums
 Argomenti ferroviari
 Composizione treni merci
 Treni trasporto vino
 New Topic  Reply to Topic
 Printer Friendly
Previous Page
Author  Topic Next Topic
Page: of 10

Piero Chionna

Italy
7914 Posts

Posted - 17 October 2020 :  10:27:19  Show Profile  Visit Piero Chionna's Homepage  Reply with Quote

Azienda vinicola Francese.
Bella idea anche per il plastico


Fonte Del Campe


Piero
Go to Top of Page

Piero Chionna

Italy
7914 Posts

Posted - 13 March 2021 :  19:53:51  Show Profile  Visit Piero Chionna's Homepage  Reply with Quote

Un carro cisterna della Roberto Metzeger & Co di Trieste fotografato nell'agosto del 1943 a Zurigo (Foto Archivio SBB).

Interessante la residenza a Margherita di Savoia-Ofantino, stazione in aperta campagna in provincia di Foggia da cui si originava la breve linea per Margherita di Savoia e le saline:
http://www.lestradeferrate.it/mono23.htm



Piero
Go to Top of Page

Piero Chionna

Italy
7914 Posts

Posted - 11 June 2021 :  09:16:53  Show Profile  Visit Piero Chionna's Homepage  Reply with Quote
quote:
Originally posted by Piero Chionna

Da un opuscolo stampato nel 1903 in occasione della visita a Cerignola (FG) dei partecipanti al Congresso Internazionale di Agricoltura del 1903.
L'opera descrive le profonde trasformazioni attuate dalla Casa Ducale De La Rochefoucauld protagonista, insieme alla casa Pavoncelli, della vita economica di Cerignola a partire dalla fine dell'Ottocento.
Esso documenta prevalentemente la conduzione dei 3100 ettari di vigneto, su un totale di 4745, attuata dall'amministratore Millet.
La sua attivià a Cerignola iniziò nel 1893, dopo la rottura dei trattati commerciali tra Italia e Francia avvenuta nel 1892.
A seguito della crisi italo-francese il prezzo del vino da taglio prodotto nell'Italia meridionale crollò da 50 lire a sole 5-6 lire per ettolitro.
Sosthénes De La Rochefoucauld Duca di Doudeauville e di Bisaccia fu promotore di profonde trasformazioni delle tecniche di produzione, pioniere della meccanizzazione agraria, e sperimentatore delle prime macchine trebbianti a vapore e a forza animale.

Di particolare interesse per lo storico ferroviario è la breve descrizione di una linea ferroviaria a scartamento ridotto che collegava il piano caricatore della stazione FS di Cerignola Città ai vigneti, alla distilleria, all'oleificio e allo stabilimento vinicolo della Casa Ducale De La Rochefoucauld.

Il libretto è scaricabile qui:
http://pugliadigitallibrary.it/media/00/00/38/1221.pdf

L'Azienda Torre Quarto dopo vari scorpori e passaggi di proprietà è attiva ancora oggi.
Nel 1970 fu visitata da Mario Soldati nel suo viaggio alla scoperta dei vini italiani.
La descrive a partire da pagina 408 del suo libro "Vino al vino" (1970):
https://books.google.it/books?id=PP4pPqjs3MEC&lpg=PA409&ots=QTBlTs1xZB&dq=mario%20soldati%20torre%20quarto&hl=it&pg=PA409#v=onepage&q=mario%20soldati%20torre%20quarto&f=false








Cerignola (FG)

Gli impianti ferroviari privati al servizio dell'azienda vinicola di proprietà dell'imprenditore Sosthénes De La Rochefoucauld Duca di Doudeauville e di Bisaccia




Piero
Go to Top of Page

Piero Chionna

Italy
7914 Posts

Posted - 19 June 2021 :  08:15:27  Show Profile  Visit Piero Chionna's Homepage  Reply with Quote


Un'altra vecchia fotografia di Cerignola con un particolare degli impianti vinicoli di proprietà dell'imprenditore Sosthénes De La Rochefoucauld Duca di Doudeauville e di Bisaccia.

Sulla parte alta dell'edificio si legge:

"Amministrazione Duca Doudeauville"


"Le Cantine del Duca de La Rochefoucauld erano 11, di cui 8 destinate alla conservazione dei vini e 3 (Quarto, San Cassianello, Casalini) alla vinificazione e imbottamento. Le cantine ducali lavoravano in media 155.000 quintali di uva all’anno, prodotta in 3.100 ettari di vigneto. Erano fornite di 1.658 BOTTI, di capacità variabile fra i 50 e 150 ettolitri, 3 tini da 700 hl. l’uno, 6.000 fusti da 650 litri, 3 grandi botti comunicanti tra loro, della capacità complessiva di 1.000 hl. Le aziende agricole ducali, e non soltanto quelle vinicole, erano servite da una propria linea ferroviaria a scartamento ridotto, che le collegava direttamente alla stazione di Cerignola-Città. La linea si estendeva per complessivi 18 km.; la Casa ducale disponeva inoltre di una locomotiva e di 22 vagoncini (oltre che di un vagone viaggiatori) che potevano trasportare, per ogni viaggio, fino a 500 quintali di merci" (da Archeoclub Cerignola)




Piero
Go to Top of Page
Page: of 10  Topic Next Topic  
Previous Page
 New Topic  Reply to Topic
 Printer Friendly
Jump To:
Märklinfan Club Italia © 2008-2021 Märklinfan Club Italia Go To Top Of Page
Powered By: Snitz Forums 2000 Version 3.4.06