Märklinfan Club Italia
Märklinfan Club Italia
Home | Profile | Register | Active Topics | Members | Search | FAQ
Username:
Password:
Save Password
Forgot your Password?

 All Forums
 Argomenti ferroviari
 Linee
 Linee ferroviarie abbandonate
 New Topic  Reply to Topic
 Printer Friendly
Previous Page | Next Page
Author  Topic Next Topic
Page: of 9

Piero Chionna

Italy
6867 Posts

Posted - 12 June 2016 :  12:29:59  Show Profile  Visit Piero Chionna's Homepage  Reply with Quote
Rinasce la Ceva-Ormea:

http://blog.tuttotreno.it/18469-ferrovia-del-tanaro-procedono-le-attivita-sulla-linea-in-vista-della-riapertura-a-scopi-turistici/

Piero
Go to Top of Page

Nino Carbone

3583 Posts

Posted - 20 June 2016 :  23:51:54  Show Profile  Reply with Quote


- Il ponte ferroviario e Ormea visti da nord, in arrivo un treno proveniente da Ceva -
(Cartolina viaggiata 1933)

Clic foto



- Foto Collezione Nino Carbone -


Go to Top of Page

Nino Carbone

3583 Posts

Posted - 24 July 2016 :  12:03:52  Show Profile  Reply with Quote


- Variante di tracciato S. Nicola Arcella - Marcellina Verbicaro Orsomarso -

- http://www.ferrovieabbandonate.it/linea_dismessa.php?id=245 -



- Nino -
Go to Top of Page

Piero Chionna

Italy
6867 Posts

Posted - 04 August 2016 :  19:53:37  Show Profile  Visit Piero Chionna's Homepage  Reply with Quote
Linea Rocchetta Sant'Antonio (FG) - Avellino

Comunicato Fondazione FS Italiane

Roma, 14 luglio 2016

Sarà riaperta per scopi turistici la linea Avellino–Rocchetta Sant'Antonio, che attraversa zone incontaminate dell’Irpinia.

Il protocollo siglato oggi a Roma al MiBACT da Dario Franceschini, Ministro dei Beni e Attività Culturali e del Turismo, Vincenzo De Luca, Presidente della Regione Campania, Maurizio Gentile, AD e Direttore Generale di Rete Ferroviaria Italiana, e Mauro Moretti, Presidente di Fondazione Fs Italiane, dà inizio al percorso comune tra tutti i soggetti coinvolti per dare nuova opportunità alla linea chiusa al traffico ferroviario 2010.

I primi viaggi in treno storico sono previsti da lunedì 22 agosto in concomitanza con lo Sponz Fest.

L’idea progettuale è stata redatta dalla Fondazione Fs Italiane con il supporto di RFI, il Gestore della rete ferroviaria nazionale, che curerà gli interventi di riqualificazione (linee fabbricati), per garantire l’esercizio ferroviario a fini turistici. La Regione Campania si impegna a reperire i fondi necessari, d'intesa con il MiBACT.

La Fondazione FS Italiane mette in campo tutto il proprio know-how nella gestione delle linee ferroviarie turistiche e nell’organizzazione dei viaggi di treni storici. Sarà infatti allestito un treno con carrozze degli anni '30 e un ex bagagliaio/postale riadattato per il trasporto bici e per la degustazione di prodotti tipici.

Le manifestazioni di tipo culturale e le diverse iniziative collaterali andranno a beneficio soprattutto delle comunità ed economie del territorio, configurandosi come nuova forma di turismo sostenibile, funzionale allo sviluppo locale.

La Avellino–Rocchetta Sant'Antonio è un patrimonio infrastrutturale di rilievo storico e paesaggistico delle aree interne dell’Irpinia. La ferrovia è stata costruita a partire dal 1889 e inaugurata, anche grazie all’impegno di Francesco De Sanctis, Ministro della Pubblica Istruzione del Regno d’Italia, nel 1895. Il tracciato lungo 120 km attraversa Campania, Basilicata e Puglia, intercettando le valli del Sabato, del Calore e dell’Ofanto e superando dislivelli dai 217 metri s.l.m. di Rocchetta ai 672 metri s.l.m. di Nusco. Lungo il percorso si incontrano 31 stazioni, 58 tra viadotti e ponti metallici e 19 gallerie, manufatti di pregevole fattura e perizia architettonica e ingegneristica.


Nel 2014 Fondazione FS Italiane, avviando il progetto Binari senza tempo, ha dato una seconda giovinezza a circa 240 km di linee ormai prive di servizi di trasporto pubblico locale. Ferrovie individuate come un vero e proprio museo dinamico e che attraversa spettacolari paesaggi tra natura e arte della provincia italiana. Tra queste la Ferrovia del Lago, da Palazzolo sull’Oglio a Paratico/Sarnico sulle rive del Lago d'Iseo; la Ferrovia della Val d’Orcia, da Asciano a Monte Antico nell’incantevole paesaggio delle Crete Senesi; la Ferrovia del Parco, da Sulmona a Castel di Sangro, la seconda linea più alta d'Italia dopo il Brennero passando per Roccaraso e i boschi della Majella; la Ferrovia dei Templi, da Agrigento Bassa a Porto Empedocle, tra i Templi della Magna Grecia; e la Ferrovia della Valsesia, da Vignale a Varallo, attraverso una delle valli alpine più pittoresche d’Italia, ai piedi del Monte Rosa.
Nel 2015, secondo anno di attività dei treni storici sui Binari senza tempo, nelle sole cinque linee già riattivate sono stati organizzati 86 eventi con oltre 32mila turisti.

Piero
Go to Top of Page

Piero Chionna

Italy
6867 Posts

Posted - 26 November 2016 :  08:13:11  Show Profile  Visit Piero Chionna's Homepage  Reply with Quote
Il ripristino, fortemente voluto e sperato per tanti anni, era finalmente una realtà. Da due mesi i treni avevano ricominciato a corre in Alta Val Tanaro, sulla Ferrovia Ceva - Garessio - Ormea,
I treni turistici di Fondazione FS avevano portato un'ondata di ottimismo in valle trasportando centinaia di duristi ad ogni viaggio.
Il prossimo 8 dicembre era in programma il treno storico a vapore da Torino a Ormea.
Avrebbe avuto il pienone, ma non sarà così.
Gli eventi naturali di questi giorni hanno inferto un durissimo colpo alla ferrovia.
Ad oggi non possiamo immaginare quale potrà essere il futuro della linea. A parte i danni visibili, i sopralluoghi dovranno verificare la staticità dei numerosi ponti e viadotti presenti sui 35 chilometri del tracciato.

Ricordo che la Ceva - Ormea era solo la prima parte della ferrovia che avrebbe dovuto collegare Torino e il Basso Piemonte al porto di Oneglia (attuale Imperia). Il collegamento, che non fu mai realizzato, doveva attraversare lo spartiacque ligure-piemontese nella zona del Colle di Nava per poi scendere al mare via Pieve di Teco. Scelte politiche di altro tipo privilegiarono invece la ferrovia del Colle di Tenda (Cuneo-Ventmiglia) attraverso una parte di territorio francese.

La speranza è che la ferrovia possa rinascere un'altra volta.
Sono certo che accadrà perche la popolazione lo vuole fortemente.


https://www.facebook.com/localteamtv/videos/1284717528237198/

Il primo treno di prova della linea, il 3 febbraio 2016.



Che il sole torni a splendere!

Piero
Go to Top of Page

Piero Chionna

Italy
6867 Posts

Posted - 27 November 2016 :  02:13:35  Show Profile  Visit Piero Chionna's Homepage  Reply with Quote
Il vento, la pioggia battente e il mare in tempesta di questi giorni sembrano accompagnare la vecchia linea costiera verso la fine.
Da questa sera (27 novembre 2016) anche la tratta San Lorenzo al Mare - Imperia - Diano Marina entrerà nell'elenco delle ferrovie abbandonate.


Piero
Go to Top of Page

Piero Chionna

Italy
6867 Posts

Posted - 10 March 2017 :  08:08:23  Show Profile  Visit Piero Chionna's Homepage  Reply with Quote
«Stiamo lavorando per riaprire ai pendolari la linea ferroviaria Saluzzo-Savigliano dal 2018. È quella con meno problemi, perché ancora funzionante per le merci. Anzi per Saluzzo è previsto un aumento di traffico. L’Agenzia della Mobilità Piemontese è impegnata da alcuni mesi in questo senso».

http://www.lastampa.it/2017/03/08/edizioni/cuneo/entro-il-riaprir-la-linea-ferroviaria-saluzzosavigliano-7X51GtUGEimlfHidkUJdWL/pagina.html

Piero
Go to Top of Page

Piero Chionna

Italy
6867 Posts

Posted - 23 March 2017 :  18:02:16  Show Profile  Visit Piero Chionna's Homepage  Reply with Quote
La situazione della ciclabile sulla vecchia linea del ponente ligure.

http://www.ilsecoloxix.it/p/imperia/2017/02/02/ASdwa78F-miracoli_pista_sull.shtml

Piero
Go to Top of Page

Piero Chionna

Italy
6867 Posts

Posted - 14 April 2017 :  10:51:00  Show Profile  Visit Piero Chionna's Homepage  Reply with Quote
Il servizio sulla linea Cuneo-Mondovì è stato soppresso il 17 giugno 2012:
https://it.wikipedia.org/wiki/Ferrovia_Cuneo-Mondov%C3%AC

Due immagini della stazione di Pianfei (Km 14+012) scattate il 13 aprile 2017






Una vecchia immagine della stazione di Pogliola (Km 17+139) con l'ALn772-3330 del deposito di Cuneo che espleta il treno L3128 Cuneo-Bastia Mondovì del 25 giugno 1983 (ore 11)



Piero
Go to Top of Page

Piero Chionna

Italy
6867 Posts

Posted - 21 April 2017 :  09:34:04  Show Profile  Visit Piero Chionna's Homepage  Reply with Quote
Più che una ferrovia abbandonata, questa è una ferrovia in gran parte realizzata negli anni '80 ma rimasta incompiuta.
Si tratta della Ferrandina-Matera, la linea FS che avrebbe dovuto finalmente dovuto portare a Matera la rete delle FS.
Ricordo che Matera è collegata a Bari solo dalla rete FAL a scartamento ridotto.

http://www.ferrovieabbandonate.it/linea_dismessa.php?id=172

Piero
Go to Top of Page
Page: of 9  Topic Next Topic  
Previous Page | Next Page
 New Topic  Reply to Topic
 Printer Friendly
Jump To:
Märklinfan Club Italia © 2008-2016 Märklinfan Club Italia Go To Top Of Page
Powered By: Snitz Forums 2000 Version 3.4.06