Märklinfan Club Italia
Märklinfan Club Italia
Home | Profile | Register | Active Topics | Members | Search | FAQ
Username:
Password:
Save Password
Forgot your Password?

 All Forums
 Indice delle Pagine locomotive Scala H0
 Germania - Vapore
 BR 39 (P 10 prussiana)
 New Topic  Reply to Topic
 Printer Friendly
Next Page
Author Previous Topic Topic Next Topic
Page: of 2

Alberto Pedrini

Italy
11045 Posts

Posted - 04 September 2011 :  00:25:26  Show Profile  Visit Alberto Pedrini's Homepage  Reply with Quote
Clicca sull'immagine per la scheda




Alberto

Gian Michele Sambonet

Italy
5282 Posts

Posted - 17 February 2012 :  16:41:57  Show Profile  Reply with Quote

- P 10 prussiana (BR 39) -



- P 10 Elberfeld 2811 prototipo del 1922 (Werkfoto Borsig) -



- Cenni di storia -

La prima guerra mondiale con le sue conseguenze, di perdite dovute ai danni e di oneri stipulati nel trattato di armistizio, avevano
gravemente colpito la flotta di veicoli delle Ferrovie Reali dello Stato Prussiano.

Questi fatti e la necessità di realizzare una locomotiva particolarmente potente, per il traino di treni passeggeri pesanti nelle regioni
montuose, riunirono, nel 1919 ad Arnstadt, un comitato di esperti presieduto da Richard Paul Wagner,
per discutere lo sviluppo di un nuovo progetto.

Era necessaria una locomotiva ad alte prestazioni con grande aderenza e forza di trazione.

Questi parametri portarono quasi inevitabilmente a definire una macchina con disposizione degli assi 1'D1', dotata di una potente
caldaia con un'ampia camera di combustione.

Borsig presentò un progetto che prevedeva un focolare Belpaire (tipico di molte locomotive inglesi), con una griglia molto estesa
in lunghezza, che si inseriva tra le ruote motrici posteriori.

Nella parte alta, il forno si allargava con forma squadrata a volta piatta, particolare che divenne una caratteristica
di questa locomotiva.

La lunga caldaia a due sezioni presentava tre cupole, un duomo di vapore, uno di alimentazione e nel mezzo la sabbiera,
ugualmente rotonda, con quattro condotte su ciascun lato.

Il motore, con tre cilindri a espansione semplice (di scuola tipicamente prussiana), agiva sul secondo asse accoppiato.

Questo e il quarto asse motore erano montati senza gioco sul telaio a barre.

Il terzo asse accoppiato aveva un gioco laterale di 25 mm e l'asse portante posteriore di tipo Adams, poteva muoversi
di 100 mm su ogni lato.

Il primo asse motore, che aveva un gioco laterale di 30 mm, era collegato con un telaio Krauss-Helmholtzcon all'asse portante
anteriore, che poteva ruotare di 125 mm da entrambe le parti.

La distribuzione era di tipo Heusinger, con il cilindro centrale privo di manovella e comandato dai due esterni.

Le manovelle per il comando della distribuzione erano posizionate sul terzo asse motore.

Il progetto dovette attendere prima di essere realizzato, poiché i vertici delle Ferrovie Prussiane volevano valutare le qualità
della sassone XX HV (BR 19.0) del 1918, la più grande locomotiva costruita fino ad allora in Germania, con stesso rodiggio
(Mikado) e un motore composito ancora più potente, che si rivelò poi eccellente.

I due primi prototipi furono consegnati da Borsig nell'aprile/maggio del 1922 e classificati P 10, con numeri di servizio
Elberfeld 2810 e 2811.

Lo stesso anno seguirono altre otto macchine pre-serie, con numerazione Elberfeld 2812-2819.

Durante i test drive nell'estate del 1922, la P 10 Elberfeld 2810 raggiunse l'impressionante velocità di 134 km/h,
con un convoglio composto da 15 vetture e pesante 720 tonnellate.

Fino a 120 Km/h la corsa si dimostrò regolare, ma oltre tale velocità la locomotiva accusava crescenti movimenti parassiti,
in particolare un fastidioso beccheggio (o galoppo) e fu per questo motivo che la velocità massima autorizzata
fu limitata a 110 Km/h.

A velocità sostenute anche i consumi si rivelarono enormi, a causa del forte tiraggio del grande focolare Belpaire, che bruciava
carbone più del necessario.

Un altro problema era dovuto all'eccessivo carico assiale, pari a 19,4 t, che inizialmente limitò l'utilizzo di queste macchine solo
a poche linee con infrastrutture adeguate.

Sebbene l'Amministrazione Prussiana si ritenesse soddisfatta del progetto, al contrario i tecnici dell'ufficio collaudi di Grunewald
rimasero con molte perplessità.

Le P 10 furono una delle ultime creazioni delle Ferrovie Prussiane prima che perdessero, con l'integrazione nell'amministrazione
unificata tedesca, la loro libertà e la loro autonomia a livello di concezione delle macchine stesse.






- BR 39 043 del 1923 in livrea "fotografica" (Werkfoto Henschel) -



Le prime 12 locomotive di serie furono consegnate da Borsig nel 1923 come BR 17 011-022, secondo la riclassificazione provvisoria
della Deutsche Reichsbahn, ma le insegne dell'amministrazione di appartenenza rimasero quelle prussiane fino al 1924.

Queste macchine inaugurarono sulla rete ferroviaria tedesca l'uso degli schermi parafumo.

Dall'autunno del 1923, tutte le consegne successive, in cui furono coinvolti oltre a Borsig altri cinque produttori quali Henschel,
Hanomag, Krupp, Linke-Hofmann e Maschinenbau-Gesellschaft Karlsruhe, presentavano già le le numerazioni della nuova Classe 39,
confermata in via definitiva nel 1926.

In totale, dal 1922 al 1927, furono costruite 260 unità, cui fu accoppiato un grande tender di tipo prussiano 2'2' T 31,5.

Le locomotive della Classe 39 furono utilizzate progressivamente su molte linee principali dal profilo collinare, nella Germania
centrale e meridionale, in testa a pesanti treni espressi.

Nonostante i giudizi inizialmente sfavorevoli, dovuti all'eccessivo peso e a consumi decisamente elevati, alla Classe P 10 prussiana
fu concessa una lunga vita.

La Deutsche Bundesbahn equipaggiò molte delle 152 unità prese in carico nel dopoguerra, con deflettori parafumo Witte
e tender di tipo 2’2’ T 34.

Le ultime tre unità, che erano assegnate al deposito di Stoccarda, furono ritirate nel 1967.

Nella Germania dell'Est, la Deutsche Reichsbahn ricostruì 85 macchine, riclassificandole BR 22, che furono definitivamente
ritirate già nel 1971.




- Dati tecnici -



- Anni: 1922-1927 -
- Modello: 1'D1' h3 -
- Potenza: 1.620 PSi -
- Velocità: 110 km/h -
- Lunghezza: 22.980* mm -
- Diametro ruote motrici: 1.750 mm
- Diametro bissel anteriore: 1.000 mm -
- Diametro bissel posteriore: 1.100 mm -
- Cilindri: 3 a vapore surriscaldato -
- Diametro cilindri: 520 mm -
- Corsa: 660 mm -
- Griglia: 4,0 m² -
- Superficie di evaporazione: 218,1 m² -
- Surriscaldatore: 82,0 m² -
- Pressione di esercizio: 14 bar -
- Peso di servizio: 110,4 t -
- Peso aderente: 75,7 t -
- Carico massimo per asse: 19,4 t -

- Tender: pr 2'2' T 31,5* / 2'2' T 34 -

- Unità costruite: 260 -

- Numerazione: 39 001-260 -




- BR 39 DB con deflettori Witte e tender saldato -



- Immagini -

- P 10 Elberfeld 2810 (prototipo) in fase di allestimento finale presso le officine Borsig nella primavera del 1922 -

Le 10 macchine pre-serie avevano respingenti a stelo con molle a bovolo.




- Werkfoto Borsig -



- BR 17 002 (classificazione provvisoria DRG) presso le officine Borsig a Berlino nell'inverno 1923 -

Il prototipo consegnato come P 10 Elberfeld 2811, con il numero di fabbrica Borsig 11.000, fu riclassificato BR 39 002 nell'autunno del 1923.




- Foto: Archiv Kenning -



- BR 17 011 (successivamente 39 011) alla consegna nella primavera del 1923 -

Questa macchina, la prima della produzione in serie, fu anche la prima a ricevere i deflettori parafumo.




- Werkfoto Borsig -



- P 10 Elberfeld 2810 (BR 39 001) a Lehrte durante i test drive con un convoglio di 720 tonellate nel luglio 1922 -



- Foto: Coll. Hufschläger -



- BR 39 124 in deposito a Colonia nel 1928 -

Tutte le locomotive della Classe 39 furono consegnate con illuminazione a gas Pintsch.




- Foto: C. Bellingrodt -



- La BR 39 004 (ex P 10 Elberfeld 2813) con un treno espresso a Dresda nel 1929 -



- Foto: Werner Hubert -



- La BR 39 122 con il treno notturno D 16 (Berlin–Köln) raggiunge Colonia nel 1930 -



- Foto: C. Bellingrodt -



- La BR 39 174 con la BR 19 005 in manovra a Dresda nel 1936 e sullo sfondo il treno Henschel-Wegmann diretto a Berlino -



- Foto: C. Bellingrodt -



- La BR 39 072 attraversa il Reno a Costanza il 18 agosto 1953 -



- Foto: C. Bellingrodt -



- Michele e Nino -
Go to Top of Page

Nino Carbone

6655 Posts

Posted - 10 April 2012 :  23:01:02  Show Profile  Reply with Quote


- Catalogo Märklin 1929 -





- Modelli Märklin -
- Epoca II -

- 37938 / P 10 Elberfeld 2811 prussiana -



- Foto da: osterthun.com -



- 39392 / BR 39 115 DRG -



- Foto da: osterthun.com -


- Epoca III -

- 39393 / BR 39 083 DB -



- Foto da: osterthun.com -



- 39395 / BR 39 138 DB -



- Foto da: osterthun.com -



- 39390 - BR 39 048 DB -



- Foto da: osterthun.com -


- Nino -
Go to Top of Page

Nino Carbone

6655 Posts

Posted - 27 November 2012 :  22:20:23  Show Profile  Reply with Quote

- BR 39 001 -

- Con classificazione prussiana P 10 Elberfeld 2810 a Sommerau (Foresta Nera) durante i test drive nell'estate del 1922 -



- Foto: Collezione Dr. Scheingraber -



- Deposito di Saalfeld nel giugno 1933 -





- Foto: Carl Bellingrodt -



- Foresta della Franconia nei pressi di Steinbach/Wald nel 1933 -



- Foto: Carl Bellingrodt -


- Nino -
Go to Top of Page

Nino Carbone

6655 Posts

Posted - 27 November 2012 :  22:26:22  Show Profile  Reply with Quote


- Con numero di fabbrica Borsig 11.000 la P 10 Elberfeld 2811 (BR 39 002) è pronta per la consegna nel maggio 1922 -



- Werkfoto Borsig -



- Una P 10 pre-serie ancora con classificazione prussiana all'inizio del 1923 a Flieden -



- Foto: Collezione Asmus -


- Nino -

Go to Top of Page

Gian Michele Sambonet

Italy
5282 Posts

Posted - 16 April 2021 :  19:38:23  Show Profile  Reply with Quote


- La BR 39 023 con l'Espresso D 137 (Amsterdam-Dresda) attraversa il ponte sull'Elba a Dresda nel 1924 -



- Foto: Werner Hubert -



- La BR 39 142 lascia la stazione di Elberfeld con l'Espresso D 187 nel 1928 -



- Foto: Carl Bellingrodt -



- La BR 39 031 in arrivo ad Hannover con l'Espresso D 86 nel 1930 -



- Foto: Rudolf Kreutzer -


- Michele -
Go to Top of Page

Gian Michele Sambonet

Italy
5282 Posts

Posted - 16 April 2021 :  19:39:03  Show Profile  Reply with Quote


- BR 39 067 (numero di fabbrica Henschel 20.000) in deposito a Jünkerath il 19 settembre 1931 -



- Foto: Carl Bellingrodt -


- Michele -
Go to Top of Page

Gian Michele Sambonet

Italy
5282 Posts

Posted - 16 April 2021 :  19:39:20  Show Profile  Reply with Quote


- La BR 39 120 lascia il deposito di Colonia-Deutzerfeld con il treno di lusso L 176 "Köln-Ostend-Express" nel 1933 -

Il treno Pullman, in servizio dal 1929 al 1939 tra Londra e Colonia, è stato l'unico treno gestito dalla CIWL in Germania.




- Foto: Carl Bellingrodt -



- La BR 39 054 a metà strada tra Wuppertal e Hagen nel 1938 -



- Foto: Carl Bellingrodt -


- Michele -
Go to Top of Page

Gian Michele Sambonet

Italy
5282 Posts

Posted - 16 April 2021 :  19:39:47  Show Profile  Reply with Quote


- La BR 39 197 vicino alla località termale Rathen (Sächsischen Schweiz) il 19 luglio 1943 -



- Foto: Werner Hubert -


- Michele -
Go to Top of Page

Gian Michele Sambonet

Italy
5282 Posts

Posted - 16 April 2021 :  19:40:04  Show Profile  Reply with Quote


- La BR 39 130 in arrivo alla stazione di Siegen il 5 aprile 1951 e sullo sfondo le fficine DB -



- Foto: Carl Bellingrodt -



- La BR 39 200 sotto le rovine del castello di Rheinfels vicino a St. Goar il 30 aprile 1955 -



- Foto: Carl Bellingrodt -


- Michele -
Go to Top of Page

Gian Michele Sambonet

Italy
5282 Posts

Posted - 16 April 2021 :  19:40:36  Show Profile  Reply with Quote


- La BR 39 218 di rinforzo alla BR 18 629 con l'Espresso D 95 da Zurigo poco prima di Oberstaufen il 7 giugno 1962 -



- Foto: H. Röth -



- La BR 39 088 a Francoforte il 29 maggio 1963 -



- Foto: Gerhard Moll -


- Michele -
Go to Top of Page
Page: of 2 Previous Topic Topic Next Topic  
Next Page
 New Topic  Reply to Topic
 Printer Friendly
Jump To:
Märklinfan Club Italia © 2008-2022 Märklinfan Club Italia Go To Top Of Page
Powered By: Snitz Forums 2000 Version 3.4.06