Märklinfan Club Italia
Märklinfan Club Italia
Home | Profile | Register | Active Topics | Members | Search | FAQ
Username:
Password:
Save Password
Forgot your Password?

 All Forums
 Storia delle ferrovie
 Germania - Locomotive a vapore
 BR 55.0-6 (G 7.1 prussiana)
 New Topic  Reply to Topic
 Printer Friendly
Author Previous Topic Topic Next Topic  

Nino Carbone

6875 Posts

Posted - 18 April 2012 :  11:50:56  Show Profile  Reply with Quote
BR 55.0-6 (G 7.1 prussiana)

Nino Carbone

6875 Posts

Posted - 18 April 2012 :  12:08:18  Show Profile  Reply with Quote

- G 71 prussiana (BR 550-6) -





- Cenni di storia -

Fino al 1890 la tipica locomotiva prussiana per treni merci era la G 4, con tre assi accoppiati ad aderenza totale.

Ma il costante aumento del traffico ferroviario rendeva necessaria la costruzione di nuove e potenti locomotive,
considerando anche l'inevitabile aumento del peso trainato.

Su richiesta del Ministero dei Lavori Pubblici Prussiano furono presentati tre progetti per la realizzazione di macchine
destinate a compiti differenti.

La veloce G 5 con rodiggio 1'C, da impiegare nel servizio merci leggero in pianura, la potente G 7 con rodiggio D,
per il servizio merci pesante e infine la G 9, una locomotiva articolata con rodiggio B'B per linee di montagna
dal profilo impervio.

Presentata nel 1893, la G 7.1 fu la prima locomotiva prussiana a 4 assi accoppiati ad aderenza totale,

Allo scopo di facilitare l'iscrizione in curva, il secondo e il quarto asse avevano un gioco laterale, mentre il terzo asse
aveva il bordino di spessore ridotto.

Il motore presentava 2 cilindri esterni a espansione semplice, con distribuzione Allan interna al telaio, che agivano
sul terzo asse accoppiato.

Una versione identica, ma con due cilindri a doppia espansione, la G 7.2, fu introdotta nel 1895.

Link correlato G 7.2: https://www.marklinfan.com/f/topic.asp?TOPIC_ID=1838

Come nel trasporto passeggeri, a cavallo del '900 in Prussia, per ogni modello di macchina erano presenti due versioni,
quella a espansione semplice destinata a tragitti brevi con molte soste, mentre quella a doppia espansione, più economica
e potente ma anche più difficile da condurre, era destinata alla lunga percorrenza.

Le G 7.1 erano locomotive semplici e robuste con ottima aderenza, che grazie al carico assiale estremamente ridotto
potevano operare su ogni tipo di linea.

Entro il 1909 furono fornite 1002 unità alla rete prussiana, che allo scoppio della Prima Guerra Mondiale trovarono
impiego nei servizi ferroviari a carattere militare.

I principali costruttori furono Vulcan, Borsig, Schichau, Henschel e Schwartzkopff.

Per la loro versatilità e facilità di manutenzione, tra il 1916 e il 1917 ne vennero commissionate altre 200 macchine.

Dal 1916, la "Kaiserlich und Königlich Heeresbahn" nell'Impero d'Austria venne fornita di 35 unità classificate "274"
e previste per l'uso sullo scartamento largo della Russia.

Anche la Ferrovia Lubecca-Büchen acquistò 3 locomotive G 7.1 costruite nel 1898 da Schwartzkopff, altre 7 unità furono
acquisite dalla società mineraria Gutehoffnungshütte e le Ferrovie del Palatinato immisero in servizio 27 macchine
come G 41 basate sullo stesso progetto della G 7.1.

Nel corso della Seconda Guerra Mondiale 105 unità "polacche" vennero incorporate nella DRG venendo loro assegnati
i numeri di servizio di altrettante G 7.1 demolite o distrutte.

Nel dopoguerra presso la DB operarono fino al 1957 nel servizio di manovra pesante, nella D/DR l'ultima ex G 7.1 venne
ritirata nel 1966.

Le locomotive BR 55 196, 393, 400, 553 rimaste in Austria dopo la guerra, restarono alle ÖBB con classificazione BR 655.

La BR 55 669 ritirata nel 1964 è esposta al Museo dei Trasporti di Dresda.




- Gruppo 421 FS -

Nel 1919 giunsero alle FS (in seguito a riparazioni di guerra) 49 unità: 16 G 7.1 a espansione semplice
e 32 G 7.2 a doppia espansione.

Venne loro assegnato il Gruppo 421.

Tre locomotive, che inizialmente erano a espansione semplice (GR 421: 040 - 047 - 048), furono poi modificate
in Italia e trasformate a doppia espansione.




- Dati tecnici -



- Anni: 1893-1917 -
- Rodiggio: D n2 -
- Lunghezza: 16.613 mm -
- Velocità massima: 45 km/h -
- Diametro ruote motrici: 1.250 mm -
- Potenza: 660 PSi -
- Diametro cilindri: 520 mm -
- Corsa: 630 mm -
- Griglia: 2.22 m² -
- Pressione di esercizio: 12 bar -
- Carico massimo per asse: 14.7 ton -
- Peso di servizio: 52.6 ton -

- Tender: pr 3 T 12 / pr 3 T 16,5 -

- Unità costruite: 1.245 ca. -

- Unità riclassificate DRG: 689 -

- Numerazione DRG: BR 55 001-660*, 661-673**, 681-683***, 6201-6213**** -


- Provenienza: *Prussia (660) / **Saarbahn (13) / ***Ferrovia Lubecca-Büchner (3 dal 1938) / ****Oldenburg (13) -



- Immagini -

- BR 55 209 (costruita da Schichau nel 1904) in deposito a Letmathe nel 1931 -



- Foto: C. Bellingrodt -



- BR 55 038 (costruita da Schwartzkopff nel 1900) in deposito a Neuss il 1° novembbre 1931 -



- Foto: C. Bellingrodt -



- Museali -

- La museale BR 55 669 a Potsdam il 17 maggio 1993 -



- Foto MPW57 / da: it.wikipedia.org -



- Nino e Michele -

Go to Top of Page

Gian Michele Sambonet

Italy
5349 Posts

Posted - 26 May 2021 :  08:43:38  Show Profile  Reply with Quote


- BR 55 393 (ex G 7.1 Elberfeld 4436) costruita da Hanomag nel 1907 -



- Foto: H. Fröhlich -


- Michele -
Go to Top of Page
  Previous Topic Topic Next Topic  
 New Topic  Reply to Topic
 Printer Friendly
Jump To:
Märklinfan Club Italia © 2008-2024 Märklinfan Club Italia Go To Top Of Page
Powered By: Snitz Forums 2000 Version 3.4.06