Märklinfan Club Italia
Märklinfan Club Italia
Home | Profile | Register | Active Topics | Members | Search | FAQ
Username:
Password:
Save Password
Forgot your Password?

 All Forums
 Storia delle ferrovie
 Ferrovie Americane
 Dash 9 - Diesel dagli anni '90 a oggi
 New Topic  Reply to Topic
 Printer Friendly
Next Page
Author Previous Topic Topic Next Topic
Page: of 3

Gian Michele Sambonet

Italy
5282 Posts

Posted - 23 November 2012 :  17:40:09  Show Profile  Reply with Quote
Dash 9

La Dash 9 rappresenta senza dubbio la rivincita sul piano commercale della General Electric nei confronti della General Motors, sua grande rivale, che fino ad allora era stata il colosso incontrastato nelle vendite di locomotive diesel negli Stati Uniti. Dal 1993 al 2004 sono state prodotte circa 3800 locomotive del modello "Dash 9" (più 2600 nella versione AC), contro le 2000 (più 1100 in versione AC) della EMD SD70, la diretta concorrente.

La GE C44-9W detta "Dash 9", evoluzione della precedente "Dash 8", segna l'inizio di una nuova generazione di locomotive diesel, con l'introduzione del controllo computerizzato, non solo dei motori elettrici di trazione al fine di gestire l'aderenza in modo ottimale, ma anche del motore primario e di tutte le componenti attive. Quste macchine modello CC, ormai l'unico richiesto per la lunga percorrenza dalle grandi compagnie, sviluppano un potenza di 4400 CV, potenza che si dimostrerà quella ottimale, anche per le generazioni future di queste grandi macchine dal peso di 192 tonellate. Esclusivamente per la Norfolk Southern, è stata anche prodotta una versione depotenziata a 4000 CV, la C40-9W.

Esteticamente molto bella e anche molto affidabile, nonostante sia estremamente sofisticatsa, è stata subito apprezzata dalle squadre di guida e questa credo sia la ragione principale del suo enorme successo.



Doppia trazione a Columbus in Montana, il 23 luglio 2005. La BNSF è stata una delle compagnie che ha acquistato il maggior numero di Dash 9-44CW. (Foto: mtrails)
.

Gian Michele Sambonet

Italy
5282 Posts

Posted - 26 November 2012 :  11:59:07  Show Profile  Reply with Quote


Due volti per la stessa macchina. Le GE C40-9 con cabina tradizionale, definita "spartan", furono costruite nel 1995 per la Norfolk Southern su specifica richiesta da parte della compagnia. Successivamente anche questa compagnia optò per le C40-9W (W = wide nose) con cofano anteriore ampio. Questo tipo di cabina, definita "comfort" e considerata più sicura per le squadre di guida, fu introdotta già sul finire degli anni '60 su alcuni particolari modelli. (Foto: Frank Orona)
Go to Top of Page

Gian Michele Sambonet

Italy
5282 Posts

Posted - 27 November 2012 :  09:39:37  Show Profile  Reply with Quote


La GE AC4400CW rappresenta la versione con motori di trazione a corrente alternata della Dash 9-44CW, che invece monta motori tradizionali a corrente continua. Prodotta dal 1993 al 2004 come la Dash 9, presenta lo stesso aspetto e le stesse caratteristiche, tra le quali il motore primario, il GE 7FDL-16 a quattro tempi, con 16 cilindri a V da 4400 CV, e il sofisticato controllo di trazione computerizzato. Ma la grande differenza e la grande innovazione sono i motori di trazione a corrente trifase, che le conferiscono una forza di trazione decisamente superiore. Con questa macchina è stato introdotto anche un nuovo progetto di carrello (opzionale), definito "self-steering truck design", che migliora ulteriormente l'aderenza e riduce l'usura dei binari. Su questa locomotiva si svilupperà l'ultima generazione di macchine diesel della General Electric. (Joliet, Illinois, il 29 settembre 2012 - Foto: Nick Hart)
Go to Top of Page

Gian Michele Sambonet

Italy
5282 Posts

Posted - 28 November 2012 :  11:25:58  Show Profile  Reply with Quote


Buono spunto per un portale... sopra siamo a Cooks nello Stato di Washington (Fallbridge Subdivision), il 19 luglio 2003. (Foto: Indecline)
Nei primi anni '90 la Santa Fe aveva rispolverato la livrea War Bonnet per i "Roster" di nuova generazione, tra i quali le Dash 9, e su queste macchine tale colorazione sarà mantenuta anche nella futura BNSF.
Sotto siamo a Cajon Pass in California nel dicembre del 2000. Interessante notare il convoglio "Roadrailer", formato da semirimorchi appoggiati direttamente su carrelli comuni a due elementi (Kombirail in Europa), sistema che stava prendendo piede negli anni '90, ma che non ebbe il successo sperato. (Foto: Joe Blackwell)

Go to Top of Page

Gian Michele Sambonet

Italy
5282 Posts

Posted - 03 February 2019 :  12:11:06  Show Profile  Reply with Quote


Le Dash 9 della Chicago & North Western Railroad a Logan nel Wyoming, il 7 luglio 1994. Queste macchine mantennero la loro livrea originale ancona per anni, nonostante la compagnia fosse stata assorbita dalla Union Pacific nel '95. (Foto: Mike Danneman)
Go to Top of Page

Gian Michele Sambonet

Italy
5282 Posts

Posted - 03 February 2019 :  12:56:46  Show Profile  Reply with Quote


Le Dash 9 della Southern Pacific (UP) a Tehachapi loop in California, il 10 aprile 2000. Sulle macchine provenienti da altre compagnie, la UP si limitava ad applicare un adesivo sui fianchi della cabina, con scritto UP e il nuovo numero di servizio. Stessa cosa avveniva presso la BNSF. (Foto: Chris Mohs)
Go to Top of Page

Gian Michele Sambonet

Italy
5282 Posts

Posted - 03 February 2019 :  12:59:43  Show Profile  Reply with Quote
SD70

La EMD SD70 fu presentata contemporaneamente alla Dash 9 alla fine del 1992, ma nonostante un nuovo telaio e nuovi carrelli "self-steering radial truck", il motore 16 cilindri a due tempi EMD 710G3 non riusciva a sviluppare potenze oltre i 4000 CV, contro i 4400 CV della concorrenza.
La SD70M con cabina larga era la versione standard, ma un certo numero di SD70 con cabina vecchio tipo (spartan cab) furono costruite per alcune compagnie della costa est.
Già dal 1993 fu avviata la produzione delle SD70MAC con motori di trazione trifase in AC.
Nel 1995 fu presentata la (problematica) SD75M che sviluppava 4300 CV e l'anno successivo la SD75I con cabina isolata da rumori e vibrazioni "Whisper Cab".
Le SD70M e le SD70MAC rimasero in produzione fino al 2004 e segnarono, per la prima volta in molti anni, un declino sul mercato per la GM.



Due SD70M della Southern Pacific a Devore in California, il 6 settembre 1994. (Foto: Bob Hanggie)
Go to Top of Page

Gian Michele Sambonet

Italy
5282 Posts

Posted - 03 February 2019 :  14:28:22  Show Profile  Reply with Quote


Le SD70 "spartan cab" della Norfolk Southern a Saluda (Sand Cut) in North Carolina, il 22 gennaio 1996. (Foto: James Correll)
Go to Top of Page

Gian Michele Sambonet

Italy
5282 Posts

Posted - 03 February 2019 :  14:28:41  Show Profile  Reply with Quote


La SD70MAC della Burlington Northern a Dolton in Illinois, l'11 ottobre 1994. Questa serie, equipaggiata con convertitori e motori di trazione in corrente alternata trifase, fu la più apprezzata. (Foto: Paul M. Rome)
Go to Top of Page

Gian Michele Sambonet

Italy
5282 Posts

Posted - 03 February 2019 :  14:29:01  Show Profile  Reply with Quote


SD75I (versione insonorizzata) in doppia trazione della Canadian National a Drummondville in Quebec (Canada), l'1 febbraio 1998. Le SD75 furono costruite su specifica richiesta della Santa Fe e potevano raggiungere una potenza di spunto di 4300 CV ma non continuativa. Queste macchine all'inizio diedero problemi per la messa a punto dei microprocessori che gestivano il motore primario. (Foto: Pierre Fournier)
Go to Top of Page

Gian Michele Sambonet

Italy
5282 Posts

Posted - 03 February 2019 :  14:29:26  Show Profile  Reply with Quote


Una SD70M insieme a tre Dash 9 della Union Pacific a Barstow in California, nel 2001. Le SD70 prodotte dopo il 2000 presentavano radiatori più larghi e inclinati, per accogliere nuclei radianti più grandi. (Foto: Steve Schmollinger)
Go to Top of Page
Page: of 3 Previous Topic Topic Next Topic  
Next Page
 New Topic  Reply to Topic
 Printer Friendly
Jump To:
Märklinfan Club Italia © 2008-2022 Märklinfan Club Italia Go To Top Of Page
Powered By: Snitz Forums 2000 Version 3.4.06