Märklinfan Club Italia
Märklinfan Club Italia
Home | Profile | Register | Active Topics | Members | Search | FAQ
Username:
Password:
Save Password
Forgot your Password?

 All Forums
 Indice delle Pagine locomotive Scala H0
 Germania - Vapore
 BR 05
 New Topic  Reply to Topic
 Printer Friendly
Next Page
Author Previous Topic Topic Next Topic
Page: of 3

Gian Michele Sambonet

Italy
4232 Posts

Posted - 03 April 2010 :  18:05:10  Show Profile  Reply with Quote
Per la scheda della BR 05 clicca sull'immagine sotto

Gian Michele Sambonet

Italy
4232 Posts

Posted - 03 April 2010 :  18:42:12  Show Profile  Reply with Quote
BR 05

La metà degli anni '30 segnò l'apogeo delle ferrovie tedesche. Il potere nazional-socialista si dimostrò fin dall'inizio un sostenitore convinto dello sviluppo dei mezzi di trasporto; la ferrovia rappresentò, insieme alle autostrade, un elemento importante della politica e dell'immagine del Terzo Reich.

La velocità dei treni era un tema all'ordine del giorno per la Deutsche Reichsbahn all'inizio degli anni '30. La messa a punto di automotrici diesel molto rapide, come la "Fliegender Hamburger" che viaggiava a 160 km/h, con medie di oltre 120 km/h, tra Amburgo e Berlino, fu indubbiamente un progresso importante, apprezzato in tutto il mondo dell'epoca.
Ma bisognava pensare anche ai treni classici: velocità medie di 120 km/h potevano essere mantenute anche dalle Pacific unificate in testa a treni leggeri. Era infatti dimostrato che la trazione a vapore, in determinate condizioni di qualità della linea e di materiale rotabile adeguato, era decisamente portata per l'alta velocità.

Alcune aziende costruttrici, come ad esempio la Borsig di Berlino, misero a punto locomotive a vapore ad alta velocità in grado di viaggiare a oltre 150 km/h e fecero esperimenti con locomotive a turbine a vapore, o con caldaie ad alta pressione. La ditta Henschel predispose una 2C2 carenata a 3 cilindri, con cabina anteriore, concepita per viaggiare a 250 km/h in testa a convogli leggeri, aerodinamici. Altri progetti di locomotive-tender carenate, modello 2B1, in testa a convogli articolati, comprendenti 2 vetture su 3 carrelli, prevedevano velocità di 160 km/h. Infine, nel 1935 la Henschel fece viaggiare una locomotiva-tender carenata modello 2C2 a 187 km/h in testa ad un convoglio articolato del peso di 125 t.
Tutto ciò evidenzia l'intensità delle ricerche tedesche in materia di velocità sui binari e il considerevole progresso realizzato in questo settore.

Nel 1934 la Deutsche Reichsbahn ordinò alla Borsig una locomotiva con disposizione degli assi modello 2C2, destinata a sostituire le Pacific, secondo un'evoluzione molto di moda all'epoca, in particolare in America. La macchina doveva essere in grado di raggiungere i 175 km/h trainando un treno da 250 t. Era dotata di un focolare di grandi dimensioni, molto largo, che comprendeva un'estesa griglia di 4,7 mq. Il fascio tubolare della caldaia era eccezionalmente lungo: 7 m. La pressione del vapore (o "timbro" in termini tecnici) era molto elevata, pari a 20 kg/cm2. Un surriscaldatore e un riscaldatore aumentavano ulteriormente il rendimento. Le ruote motrici avevano un diametro notevole, 2.300 mm.
Vennero costruite solo tre locomotive di questo tipo sperimentale. La 05 002, ultimata nel giugno del 1935, raggiunse i 200,7 km/h in testa a un treno di 205 t sulla Amburgo-Berlino. Si stima che la potenza raggiunta fosse di 3137 CV a livello dei cilindri e di circa 1605 CV al gancio di trazione del tender. Il rendimento a velocità sostenuta era piuttosto scarso, dato che l'insieme locomotiva-tender assorbiva, a 200 km/h, quasi tutta la potenza al gancio con 1532 CV.
Questo esperimento dimostrò che l'alta velocità richiedeva molte energie e che il suo utilizzo doveva essere valutato in termini di rendimento e di opportunità. La carenatura delle 05 si rivelò efficace e queste splendide macchine avrebbero potuto sostituire a pieno titolo le Pacific.
Il primo esemplare della serie, l'unico sopravvissuto fino ai giorni nostri di questa locomotiva eccezionale, salvato e ripristinato nel suo stato di origine, è attualmente esposto nel Museo di Norimberga.



La BR 05.002 in testa a un treno passeggeri, mentre si allontana dalla stazione principale di Amburgo, nella seconda metà degli anni '30. (Foto: Museo dei Trasporti di Dresda)
Go to Top of Page

Ely Peyrot

Italy
1453 Posts

Posted - 04 April 2010 :  22:07:33  Show Profile  Visit Ely Peyrot's Homepage  Reply with Quote
La locomotica Br.05 003, modello insider del 2007, senza carenatura, come si colloca all'interno di quanto esposto sopra? E' tutt'altra cosa, pur essendo anch'essa una 2C2? Se le carenate sono state soltanto 3, quelle senza carena quante furono costruite? La cosa che appare strana è la numerazione 003. Nel catalogo si legge che prima fu trasformata in loco sperimentale con cabina di guida anteriore, poi ritrasformata in loco normale. Ma allora all'inizio questa loco era la terza carenata costruita, che fu oggetto di due trasformazioni, mentre le altre due vennero scoperchiate nel 51, radiate tutte e tre nel 58. Ma demolite nel 61 soltanto le 002 e 003; la 001 entrò nel museo di Norimberga rivestita di carenatura rossa.
Ne deduco quindi che si dovrebbero aggiungere queste notizie sia alla scheda (mettendo la foto del modelli insider accanto alla carenata rossa) che alla storia raccontata da Michele.
Siete d'accordo?
Se serve mando la foto del modello 39050 insider che posseggo.
Go to Top of Page

Alberto Pedrini

Italy
10732 Posts

Posted - 04 April 2010 :  22:41:29  Show Profile  Visit Alberto Pedrini's Homepage  Reply with Quote
Se non ho tradotto male, la 003 è nata con la cabina anteriore e caldaia invertita, il focolare veniva alimentato da polvere di carbone spinta da una turbina a vapore con condotta lunga 14 metri.



Nel 1944 venne modificata e consegnata all'inizio del 1945 nella versione che hai tu, con caldaia normalizzata e senza carenatura, l'esperimento aveva dato più problemi che vantaggi.
Dopo la guerra vennero restaurate anche le altre due e rientrarono in servizio dal 1950-51 al 1958. Nel 1960 la 002 e la 003 vennero demolite. Oggi resta solo quella del museo di Norimberga, la 001 a cui è stata riapplicata la carenatura.

La foto della tua loco completerebbe la pagina.

Alberto
Go to Top of Page

Gian Michele Sambonet

Italy
4232 Posts

Posted - 05 April 2010 :  07:48:30  Show Profile  Reply with Quote
Sulla BR 05.003 si è voluta sperimentare una soluzione adottata anche in America dalla Southern Pacific denominata "Cab Forward", che poneva la cabina di guida sul muso delle locomotive a vapore per permettere una visuale a 180°, dal momento che le lunghe carenature, o semlicemente le grandi caldaie, riducevano notevolmente la visusuale dalle cabine posizionate in maniera tradizionale. Ma come riporta Alberto questa soluzione diede più problemi che vantaggi. (Anche in Italia fu sperimentato il Cab Forward all'inizio del secolo scorso). Le BR 05.001 e 002 nacquero entrambe carenate, con cabina tradizionale. Nel dopoguerra le carenature vennero smantellate da tutte le locomotive di tutte le serie alle quali erano state applicate. Anche in questo caso, si era preferito avere la piena accessibilità alle componenti meccaniche delle locomotive ai fini della manutenzione, rinunciando al modesto vantaggio che le carenature potevano apportare in termini di aerodinamica.
Go to Top of Page

Alberto Pedrini

Italy
10732 Posts

Posted - 05 April 2010 :  09:39:43  Show Profile  Visit Alberto Pedrini's Homepage  Reply with Quote
Tra le numerose novità Liliput 2010 in metallo per il sistema AC digital, spicca la 05.003



Codice 131541, con decoder esu a 21 poli, predisposta per loksound e generatore di fumo.

Alberto
Go to Top of Page

Gian Michele Sambonet

Italy
4232 Posts

Posted - 05 April 2010 :  10:33:05  Show Profile  Reply with Quote


BR 05 001 a Norimberga dopo il restauro. (Foto: Verkehrsmuseum Nürnberg)
Go to Top of Page

Mario Puleo

Italy
1232 Posts

Posted - 05 April 2010 :  13:19:56  Show Profile  Visit Mario Puleo's Homepage  Reply with Quote
C'e' stata una versione intermedia tra quella carenata e quella non carenata:
una semicarenata con caldaia carenata e biellismo in vista.
L'ha riprodotta nel 98 Micro-Metakit, modello raffinatissimo in ottone.
http://www.miba.de/neuheit/98/09/meta1.htm
questa foto non rende giustizia al modello, su una rivista c'era la foto a tutta pagina, spettacolare

Mario
Go to Top of Page

Ely Peyrot

Italy
1453 Posts

Posted - 05 April 2010 :  22:31:50  Show Profile  Visit Ely Peyrot's Homepage  Reply with Quote
quote:
Originally posted by Mario Puleo

C'e' stata una versione intermedia tra quella carenata e quella non carenata:
una semicarenata con caldaia carenata e biellismo in vista.
L'ha riprodotta nel 98 Micro-Metakit, modello raffinatissimo in ottone.
http://www.miba.de/neuheit/98/09/meta1.htm
questa foto non rende giustizia al modello, su una rivista c'era la foto a tutta pagina, spettacolare



Originalissimo e affascinante modello.

Domani posterò la foto della 05003 "scarenata". Qualcun altro possiede oltre me il modello insider 2007?
Go to Top of Page

Ely Peyrot

Italy
1453 Posts

Posted - 18 April 2010 :  22:45:55  Show Profile  Visit Ely Peyrot's Homepage  Reply with Quote
Go to Top of Page

Riccardo Bastianelli

Italy
3169 Posts

Posted - 26 December 2011 :  13:08:37  Show Profile  Reply with Quote
Riprendo l'argomento della cabina anteriore con una breve nota.
La cabina anteriore era dettata principalmente dalla necessità di una migliore visione nelle lunghe gallerie in salita e anche in quelle numerose coperture artificiali realizzate a copertura dei binari sui fianchi delle montagne per protezione dalla neve.
Il problema venne efficacemente risolto in America, in particolare dalla Southern Pacific, grazie al fatto che le loro locomotive erano alimentate a olio combustibile.
Mentre in Germania, l'uso del carbone, rese tale soluzione pressochè inattuabile.
Ciao
Riccardo
Go to Top of Page
Page: of 3 Previous Topic Topic Next Topic  
Next Page
 New Topic  Reply to Topic
 Printer Friendly
Jump To:
Märklinfan Club Italia © 2008-2016 Märklinfan Club Italia Go To Top Of Page
Powered By: Snitz Forums 2000 Version 3.4.06