Märklinfan Club Italia
Märklinfan Club Italia
Home | Profile | Register | Active Topics | Members | Search | FAQ
Username:
Password:
Save Password
Forgot your Password?

 All Forums
 Storia delle ferrovie
 Ferrovie Americane
 Super Chief
 New Topic  Reply to Topic
 Printer Friendly
Next Page
Author Previous Topic Topic Next Topic
Page: of 2

Gian Michele Sambonet

Italy
5282 Posts

Posted - 05 March 2012 :  22:56:31  Show Profile  Reply with Quote

Gian Michele Sambonet

Italy
5282 Posts

Posted - 05 March 2012 :  23:00:59  Show Profile  Reply with Quote
Super Chief

La rete americana Atchinson, Topeka & Santa Fe Railway Company, abbreviato in ATSF, ma di solito chiamata semplicemente Santa Fe, iniziò la sua grande avventura con l'apertura della sua prima linea, a partire da Topeka, nel Kansas, nel 1872. Nel 1877, la ferrovia raggiunse Los Angeles, in California e, poco tempo dopo, San Francisco. Questa Compagnia mise in servizio treni estremamente lussuosi: la ristorazione, per esempio, affidata a un inglese di nome Fred Harvey era famosa per essere una delle migliori tra tutte le reti americane.

La Santa Fe, riscattando altre compagnie o fondendosi con esse, giunse fino a Chicago e mise in servizio uno dei treni più famosi al mondo, il "Chief", che dal 1923 iniziò a collegare Chicago a Los Angeles. La trazione del "Chief" venne affidata a locomotive a vapore sempre più potenti e complesse fino a che, nel 1935, l'ATSF si convertì alla trazione diesel, divenendo così, negli Stati Uniti, la precorritrice di questo nuovo sistema di trazione. Questi locomotori diesel sono diventati molto popolari negli Stati Uniti e devono il loro soprannome di "War Bonnet" al fatto che la colorazione e la decorazione della lvrea era ispirata al copricapo di penne, che i Pellerossa indossavano quando scendevano sul sentiero di guerra.

Diventato, con il nome di "Super Chief", ancora più lussuoso e veloce dello "Chief", nel 1938 questo treno collegava Chicago a Los Angeles in 39 ore e 45 minuti.
Il suo locomotore diesel, diventò una sorta di volto, di simbolo dei viaggi in ferrovia, tanto che occupava un posto di riguardo nell'immaginario popolare dell'epoca. La decorazione gialla e rossa a "War Bonnet" sul metallo lucido del mantello dell'intero treno, aggiungeva fascino all'insieme. A partire dagli anni '50, le EMD F7 furono le uniche macchine utilizzate in testa al "Super Chief". Questi locomotori avevano una potenza di 1500 CV per elemento, per un totale di 6000 CV nella forma corrente a quattro elementi accoppiati. La velocità massima era di 85 miglia orarie, cioè un po' meno di 140 km/h.



Atchison Topeka & Santa Fe, due EMD F7 affiancate in procinto di lasciare Los Angeles nel 1954. La 17 in testa al "Super Chief", la 41 in testa a "EL Capitan". (Foto: Jim Hinkhouse)
Go to Top of Page

Gian Michele Sambonet

Italy
5282 Posts

Posted - 05 March 2012 :  23:18:31  Show Profile  Reply with Quote
Santa Fe

Se si osserva una cartina ferroviaria degli Stati Uniti, si nota che nessuna compagnia ha mai collegato le due coste, orientale e occidentale: una compagnia transcontinentale non è dunque mai esistita. La libera concorrenza ha determinato sul territorio americano una situazione ferroviaria molto incoerente, caratterizzata da un estremo particolarismo. Sono esistite oltre mille compagnie, alcune delle quali hanno potuto appropriarsi di appena qualche chilometro di linee, mentre altre, come la Santa Fe, costruirono un autentico impero di oltre 18.000 km per servire gli stati dell'Arizona, della California, del Colorado, dell'Illinois, dell'Indiana, dell'Iowa, del Kansas, della Louisiana, del Montana, del Nebraska, del Nuovo Messico, dell'Oklahoma e del Texas. Come risulta evidente da questo elenco, che annovera nel contempo l'Illinois e la California, si trattava di un'unica rete ferroviaria, che collegava Chicago alla costa del Pacifico attraverso un percorso di oltre 3580 km. Capitale dell'lllinois, Chicago era la terza città degli Stati Uniti e il primo nodo ferroviario: costituiva quindi il punto focale del sistema ferroviario americano, il che giustificava il ruolo predominante e la ricchezza della Santa Fe.
Collegare Chicago a Los Angeles non era un problema finché si percorrevano le sterminate pianure del Middle West. Ma c'erano le Montagne Rocciose da superare. Tra le due guerre mondiali le locomotive modello 4-6-2 (2C1) o 4-6-4 (2C2) cominciavano a trovare le salite del valico di Raton Pass troppo impegnative, soprattutto perché dovevano trainare treni lussuosi sempre più pesanti su salite del 35 per mille a oltre 2300 m di quota, ovvero due volte l'altitudine delle più alte linee europee a scartamento normale! Dal 1920 si passò al modello 4-8-4 (2D2) a 4 assi motore, e dal 1927 la Santa Fe utilizzò con successo questo tipo di locomotiva sulla linea del Raton Pass sino all'avvento del diesel.



AT&SF N°1 sul Raton Pass nel 1936. Questa macchina, la prima diesel acquistata dalla AT&SF, fu utilizzata a scopo sperimentale in testa al Chief per due anni. (Foto: Archivi Santa Fe)
Go to Top of Page

Gian Michele Sambonet

Italy
5282 Posts

Posted - 05 March 2012 :  23:41:59  Show Profile  Reply with Quote


Le EMD E1 furono le prime macchine ad adottare la colorazione "War Bonnet" appositamente creata dalla GM per le diesel passeggeri della Santa Fe e anche le prime utilizzate in testa al Super Chief. Furono presto abbandonate a favore della serie F, che erano in grdo di affrontare le salite e le curve del Raton Pass in modo più disinvolto, grazie al peso ridotto e alla disposizione degli assi meno rigida.

Il Super Chief a Albuquerque, New Mexico, nel 1943. Le E1 fanno rifornimento. (Foto: Wikipedia)

Go to Top of Page

Andrea Ricci

Italy
96 Posts

Posted - 06 March 2012 :  00:33:53  Show Profile  Reply with Quote
Per prima cosa, grazie Gian Michele per tutti questi tuoi interessantissimi approfondimenti! Buffamente la linea Santa Fe non raggiunse mai l'omonima città...
Go to Top of Page

Gian Michele Sambonet

Italy
5282 Posts

Posted - 10 March 2012 :  14:21:51  Show Profile  Reply with Quote
Grazie Andrea per questa curiosa segnalazione.

In effetti il Nome Santa Fe, deriva dal fatto che il presupposto con cui era nata la compagnia era quello di collegare Topeca a Santa Fe attraverso le Montagne Rocciose, ma trovarono un avversario sulla loro strada, la Rio Grande, che aveva le stesse intenzioni. Iniziò così una vera e propria guerra che finì nel 1880 quando le autorità assegnarono i diritti per completare la linea alla D&RGW. La Rio Grande però divette versare parecchi soldi alla AT&SF.
Go to Top of Page

Gian Michele Sambonet

Italy
5282 Posts

Posted - 10 March 2012 :  14:44:00  Show Profile  Reply with Quote
Go to Top of Page

Gian Michele Sambonet

Italy
5282 Posts

Posted - 10 March 2012 :  23:27:11  Show Profile  Reply with Quote


Super Chief negli anni '40. (Foto: Archivi Santa Fe)
Go to Top of Page

Gian Michele Sambonet

Italy
5282 Posts

Posted - 19 March 2012 :  11:31:30  Show Profile  Reply with Quote


Nel 1938, anno di entrata in servizio del Super Chief, che era composto da sole carrozze letto, entrò in servizio anche un altro treno, molto più economico, composto da sole carrozze con posti a sedere, il suo nome era El Capitan. Entrambi questi treni utilizzavano nuove carrozze "streamliner" in acciaio leggero, del costruttore Budd. Il Chief continuava il suo servizio, invece, con vecchio materiale ordinario. (Foto: Archivi Santa Fe)

Go to Top of Page

Gian Michele Sambonet

Italy
5282 Posts

Posted - 08 July 2012 :  08:17:10  Show Profile  Reply with Quote


EMD FT (ABBA) in testa al Chief a Pasadena, verso la metà degli anni '40. (Foto: Archivi Santa Fe)
Go to Top of Page

Gian Michele Sambonet

Italy
5282 Posts

Posted - 21 October 2012 :  10:00:15  Show Profile  Reply with Quote


Il parco macchine diesel della AT&SF destinate al Chief, comprendeva anche ALCO PA (ABA), nell'immagine in alto con carri postali al seguito, e tre Fairbanks-Morse "Erie-built" (ABA), disegnate da Raymond Loewy nel '45, nell'immagine in basso. (Foto: Archivi Santa Fe)

Go to Top of Page
Page: of 2 Previous Topic Topic Next Topic  
Next Page
 New Topic  Reply to Topic
 Printer Friendly
Jump To:
Märklinfan Club Italia © 2008-2022 Märklinfan Club Italia Go To Top Of Page
Powered By: Snitz Forums 2000 Version 3.4.06