Märklinfan Club Italia
Märklinfan Club Italia
Home | Profile | Register | Active Topics | Members | Search | FAQ
Username:
Password:
Save Password
Forgot your Password?

 All Forums
 Indice delle Pagine locomotive Scala H0
 Germania - Vapore
 BR 50
 New Topic  Reply to Topic
 Printer Friendly
Next Page
Author Previous Topic Topic Next Topic
Page: of 4

Gian Michele Sambonet

Italy
4232 Posts

Posted - 02 April 2010 :  12:04:58  Show Profile  Reply with Quote
Per la scheda della BR 50 clicca sull'immagine sotto:

Gian Michele Sambonet

Italy
4232 Posts

Posted - 02 April 2010 :  12:21:14  Show Profile  Reply with Quote
BR 50

Tra il 1939 e il 1943 furono costruiti a tempo di record, dalla ditta tedesca Henschel, 3164 esemplari di questa locomotiva unificata. Nel 1945, alla fine della seconda guerra mondiale, ne restavano ancora 2159 per assicurare, assieme alle famose P8 prussiane, la maggior parte del traffico ferroviario nella Germania federale.

Derivata dalla BR 44, la serie 50 rappresenta uno dei capolavori delle vecchie Deutsche Reichsbahn. Progettata appositamente come locomotiva "da guerra" (kriegslocomotive) per treni merci, di fatto fu un'autentica macchina universale, in grado di svolgere qualsiasi funzione, anche in circostanze difficili: i cinque assi motori ne fecero una locomotiva eccezionale, capace di trainare treni merci pesanti sulle linee principali della rete tedesca, ma la velocità massima di 80 km/h le permetteva di eccellere anche in testa ai treni passeggeri su linee secondarie o locali.
Dalla serie 50 derivò, nel 1942, la serie 52, con caratteristiche analoghe ma con la standardizzazione completa dei componenti.
Alla fine degli anni '50 le Deutschen Bundesbahn modificarono 734 tender dotandoli di cabine per il capotreno, riducendo così le stive per il carbone, ma consentendo di evitare la presenza di un bagagliaio.
Dal canto loro le DR della DDR ricostruirono 208 locomotive (serie 50.35 Reko), con una nuova caldaia e un riscaldatore Knorr. Sempre fedele alla trazione a vapore, alla fine degli anni '50 questa rete costruì 88 nuove locomotive in base allo stesso modello (serie 50.40), ma con il telaio in lamiera saldata. Infine nel 1966, sempre sulla rete della Reppubblica Democratica Tedesca, comparve la prima locomotiva modificata ed equipaggiata con alimentazione a nafta (serie 50.50).

Le ultime 5 locomotive in attività presso le DB furono ritirate dal servizio il 21 febbraio 1977. Attualmente sono 20 le macchine preservate di questa classe, delle quali solo 2 funzionanti.



BR 50 291, costruita nel 1939 dalla Wiener Lokomotivenfabrik. (Foto: Carl Bellingrodt)
Go to Top of Page

Antonio Bernasconi

Italy
386 Posts

Posted - 02 April 2010 :  17:03:05  Show Profile  Visit Antonio Bernasconi's Homepage  Reply with Quote
Ciao Gian Michele, dopo aver letto le tue righe la domanda per me è d'obbligo...la Marklin, nella descrizione della BR50, la cabina sul tender la definisce "garitta del frenatore"...in più in alcune foto d'epoca come quella qui sotto si vede la macchina che circola a marcia indietro. E' possibile quindi che la cabina potesse in un certo qual modo funzionare da luogo dove osservare il tragitto del convoglio?



Dico ciò anche perchè la mia spesso la faccio circolare proprio a marcia indietro.



http://www.youtube.com/watch?v=779BgMCjBMM

Ciao
Antonio

Ciao
Antonio
http://scalaunoitalia.mysupersite.it/
Go to Top of Page

Valerio Rastelli

238 Posts

Posted - 02 April 2010 :  19:42:22  Show Profile  Reply with Quote
Credo che la cabina sia per il personale di controllo del treno, elimiando così la necessità del famoso bagagliaio a 2 assi verde di scorta a qualsiasi treno merci. Il fatto che venga usata indifferentemente in avanti o indietro è perché la velocità massima ammessa delle BR 50 è la stessa in entrmabi i sensi di marcia; non credo però che la cabina posteriore serva per la conduzione in "retromarcia" poiché nella cabina non ci sono i comandi per controllare la locomotiva

Ciao!
Valerio
Go to Top of Page

Nino Carbone

6135 Posts

Posted - 03 April 2010 :  00:31:40  Show Profile  Reply with Quote


Aggiungo da catalogo Marklin, anche delle precisazioni utili, riguardanti le BR 050 dell'Epoca IV.
In passato, notavo dalle foto, diverse BR 050, anche con il tender cabinato, con numerazione 051, 052, 053.
Non sapendo la motivazione, mi avevano creato un po' di confusione.

La spiegazione, testuale Marklin:

Con la trasformazione del sistema di numerazione per l'Unificazione Internazionale atta agli elaboratori, nel 1968,
presso le DB, si presentò uno speciale problema.
Tale sistema prevedeva, oltre allo "O" (zero) anteposto davanti al Gruppo della locomotiva a vapore,
soltanto tre posizioni per il numero d'ordine.
Delle ben 3000 macchine originarie del Gruppo 50, c'erano ancora più di 1000 locomotive nel parco trazione
e previste nel servizio di regolare orario.

Trovarono questa soluzione.

Ci sarebbero stati 4 Gruppi per le BR 50: 050 / 051 / 052 / 053 -
La prima cifra del numero d'ordine veniva inclusa nel Gruppo, il preesistente numero d'ordine rimaneva riconoscibile.
In particolare la Classe 052 dell'Epoca IV non aveva pertanto niente da fare
con la Classe 52, messa fuori servizio 5 anni prima.
Parecchie locomotive BR 50 "da computer", restarono ancora in servizio sino alla fine dell'Epoca
delle locomotive a vapore, nel 1976.
Esse non avevano neanche 40 anni d'età, una durata di servizio che oggi parecchie locomotive elettriche
di nuova costruzione in attività hanno già oltrepassato.


- Nino -
Go to Top of Page

Gian Michele Sambonet

Italy
4232 Posts

Posted - 03 April 2010 :  08:24:21  Show Profile  Reply with Quote
Valerio ha già risposto alla domanda, posso aggiungere che il rodiggio delle locomotive a vapore con tender separato era progettato per la marcia in una sola direzione, ma nel caso di locomotive più lente la velocità massima ammessa era la stessa nei due sensi, solo in curva la velocità andava notevolmente diminuita nella marcia inversa. Nella BR 50, e in altre serie, fu montata una paratia sul tender, in corrispondenza della cabina della locomotiva, per proteggere macchinista e fuochista dal vento in condizioni di marcia all'indietro. Le Locomotive-tender, utilizzate su tratte brevi, erano progettate per viaggiare in entrambi i sensi di marcia.
Sull'utilizzo del bagagliaio per treni merci (poi integrato nel tender della BR 50)rimando all'interessantissima ricerca di Nino Carbone: http://www.marklinfan.net/il_pwg,_bagagliaio_per_treni_merci.htm
Go to Top of Page

Valerio Rastelli

238 Posts

Posted - 03 April 2010 :  09:57:58  Show Profile  Reply with Quote
quote:
Originally posted by Gian Michele Sambonet

Valerio ha già risposto alla domanda, posso aggiungere che il rodiggio delle locomotive a vapore con tender separato era progettato per la marcia in una sola direzione, ma nel caso di locomotive più lente la velocità massima ammessa era la stessa nei due sensi, solo in curva la velocità andava notevolmente diminuita nella marcia inversa. Nella BR 50, e in altre serie, fu montata una paratia sul tender, in corrispondenza della cabina della locomotiva, per proteggere macchinista e fuochista dal vento in condizioni di marcia all'indietro. Le Locomotive-tender, utilizzate su tratte brevi, erano progettate per viaggiare in entrambi i sensi di marcia.
Sull'utilizzo del bagagliaio per treni merci (poi integrato nel tender della BR 50)rimando all'interessantissima ricerca di Nino Carbone: http://www.marklinfan.net/il_pwg,_bagagliaio_per_treni_merci.htm



Le locotender tedesche sicuramente erano progettate per entrambi i sensi di marcia. Per esempio le nostre Gr 875-880, avendo un rodiggio assimmetrico non potevano viaggare alla stessa velocità (erano omologate per 80 in avanti e 50 indietro). Non era considerata una cosa indispensabile data la ridotta lunghezza, che ne permetteva la giratura in ogni piattaforma, anche la più piccola

Ciao!
Valerio
Go to Top of Page

Gian Michele Sambonet

Italy
4232 Posts

Posted - 03 April 2010 :  10:44:35  Show Profile  Reply with Quote
Non solo le loco-tender tedesche, anche in Svizzera e in molti altri paesi, mentre ho tutto da imparare sulle nostre ferrovie, grazie Valerio.
Go to Top of Page

Valerio Rastelli

238 Posts

Posted - 04 April 2010 :  15:30:50  Show Profile  Reply with Quote
quote:
Originally posted by Alberto Pedrini

quote:
Originally posted by Nino Carbone

Trovarono questa soluzione.
Ci sarebbero stati 4 Gruppi per le BR 50, da 050 a 053.
La prima cifra del numero d'ordine veniva inclusa nel Gruppo, il preesistente numero d'ordine rimaneva riconoscibile.
In particolare il Gruppo 052 dell'Epoca IV non aveva pertanto niente da fare con il Gruppo 52,
messo fuori servizio 5 anni prima.


Anche questa è una nota interessante, grazie Nino.


La numerazione delle 50, il numero di unità costruite, ricostruite o distrutte è un ginepraio quasi come per le nostre 645 646. Ogni libro riporta un dato diverso. Michele ha curato la scheda sul sito ripubblicata oggi in base alle ricerche fatte incrociando i dati.
Se avete documenti ufficiali delle DRG o DB con indicazioni diverse scrivete qui, grazie.



Quindi la mia Br051 codice Marklin 37851 e una br 50 modificata giusto?

Ciao!
Valerio
Go to Top of Page

Nino Carbone

6135 Posts

Posted - 04 April 2010 :  16:33:28  Show Profile  Reply with Quote

Questa è la tabella riguardante l'assegnazione delle BR 50 nei vari Gruppi in Epoca IV.
Da Eisenbahn Journal.

Locomotive..........050.............051.............052.............053..........Totale

30.06.1970.........338.............304.............322..............48............1012
30.06.1971.........294.............272.............286..............47.............899
31.12.1972.........216.............203.............232..............36.............687
31.12.1973.........174.............167.............194..............31.............566
31.12.1974.........120.............106.............133..............18.............287
31.12.1975..........50...............44...............58................5............157

Sempre da Eisenbahn Journal la tabella dei Costruttori e il numero di BR 50 costruite.

Henschel & Son..........................645
BMAG Schwarzkopff....................370
WLF.........................................368
Krupp.......................................324
Krauss-Maffei............................317
Belgische Firmen........................186
Borsig Lokomotivwerke................179
MBA........................................170
Skoda......................................140
Schichau.................................135
A.Jung.....................................105
DWM Posen...............................72
Esslingen..................................69
CKD.........................................35
Ostrowiecer Lokfabrik..................26
............................Totale........3141

Sul Taschenbuch Deutsche Damplokomotiven i dati invece sono questi:
Numerazione BR 50 001-3171.


Inoltre vengono riportate anche le BR 50 Franco-Crosti ricostruite nel 1955 da Henschel
nel numero di 30 con numerazione 50 4002-4031.
Alla BR 50 1412 venne poi assegnato il numero 4001.


- Nino -

Go to Top of Page

Gian Michele Sambonet

Italy
4232 Posts

Posted - 04 April 2010 :  17:28:48  Show Profile  Reply with Quote
Per quanto riguarda la numerazione conosciamo che ci sono dei buchi, ma riguardo il numero di locomotive costruite ogni fonte riporta dati precisi e diversi tra loro, almeno per la BR 52 tutti parlano di "circa 6400 unità durante la guerra". Per la BR 50, dai dati finora raccolti, potremmo dire "circa 3150 unità durante la guerra". Le tre fonti che ho consultato, tra cui una francese, una tedesca e wikipedia parlano di 3164 unità costruite durante la guerra, più le 88 costruite nella DDR alla fine degli anni '50, ma abbiamo una fonte autorevole che ne riporta molte di più...
Go to Top of Page
Page: of 4 Previous Topic Topic Next Topic  
Next Page
 New Topic  Reply to Topic
 Printer Friendly
Jump To:
Märklinfan Club Italia © 2008-2016 Märklinfan Club Italia Go To Top Of Page
Powered By: Snitz Forums 2000 Version 3.4.06