Märklinfan Club Italia
Märklinfan Club Italia
Home | Profile | Register | Active Topics | Members | Search | FAQ
Username:
Password:
Save Password
Forgot your Password?

 All Forums
 Indice delle Pagine locomotive Scala H0
 Germania - Vapore
 BR 78 (T 18 prussiana)
 New Topic  Reply to Topic
 Printer Friendly
Next Page
Author Previous Topic Topic Next Topic
Page: of 2

Alberto Pedrini

Italy
10608 Posts

Posted - 04 April 2010 :  13:58:52  Show Profile  Visit Alberto Pedrini's Homepage  Reply with Quote
Per la scheda della BR 78 clicca sull'immagine


Alberto

Gian Michele Sambonet

Italy
3979 Posts

Posted - 06 April 2010 :  17:23:18  Show Profile  Reply with Quote
La T 18 prussiana

Queste ottime macchine sono passate alla storia per la loro versatilità. Infatti, si trattava di locomotive-tender, il che dava loro una grande possibilità d'impiego, ma erano anche locomotive miste, in grado di trainare sia treni passeggeri espressi od omnibus, sia treni merci.

Tradizionalmente, la locomotiva-tender era considerata una macchina per treni merci lenti, per treni omnibus su linee secondarie o per lavori di manovra. Progettata per svariate possibilità di impiego, ma non per la velocità, la sua capacità di viaggiare indifferentemente nei due sensi di marcia la rendeva adatta soprattutto per le piccole linee e per le linee di periferia. Ma con la T 18, messa in servizio nel 1912 e destinata a diventare la futura serie 78 alla creazione della Deutsche Reichsbahn nel 1920, le ferrovie prussiane possedevano di fatto una macchina con prestazioni molto superiori a quelle necessarie per i compiti sopra citati. Le officine Vulkan di Stettino avevano realizzato un capolavoro, derivato dalla locomotiva P 8.

Queste macchine erano semplici e robuste e, per di più, facili da guidare, il che le rendeva gradite alle squadre di conduttori. Ma erano anche stabili sulle rotaie e possedevano ciò che gli ingegneri chiamavano "una buona libertà di andatura": viaggiavano in elasticità e scioltezza, dando l'impressione che tutto scorresse con fluidità.
I serbatoi contenevano 12 t d'acqua e la riserva di carbone era di 4,5 t, una quantità notevole, che consentiva a queste locomotive percorrenze pari a quelle di alcune locomotive a tender separato. La velocità in servizio di 100 km/h le rendeva adatte a treni espressi, ed era, per il 1912, assai vicina a quella delle migliori locomotive dell'epoca. Capaci di trainare 350 t a 90 km/h, queste macchine erano in testa anche agli espressi Berlino-Stettino.

Ovviamente, le locomotive prussiane fecero carriera soprattutto sulle proprie reti. Ma il ruolo di primo piano rivestito dalla ferrovia prussiana nella creazione di quella nazionale tedesca, la Deutsche Reichsbahn, aprì alle T-18 nuovi spazi, come per esempio nel Wurttemberg, i binari della cui rete furono percorsi incessantemente, anche poi sotto le DB, fino al 1970.
Le T-18 vennero impiegate anche sulle reti della regione francese dell'Alsazia-Lorena, regione allora facente parte della Germania, dove una serie di 27 macchine restò in servizio fino al 1966, con i numeri progressivi dal 8401 al 8427 dopo il 1918 e con la sigla 232 TC SNCF dopo il 1938.

Go to Top of Page

Carlo Rastelli

Italy
1664 Posts

Posted - 06 April 2010 :  17:35:18  Show Profile  Reply with Quote
...scusa Alberto, cosa c'è scritto sul cartello posto sulla caldaia della loco e di fianco sulle carrozze?
Mi incuriosisce.....
Grazie!!!

Ciao!
Carlo
Go to Top of Page

Alberto Pedrini

Italy
10608 Posts

Posted - 20 June 2010 :  12:45:24  Show Profile  Visit Alberto Pedrini's Homepage  Reply with Quote
Scusa Carlo, la tua domanda mi era sfuggita, c'è scritto "Ruhr Schnellverkehr"
ciao

Alberto
Go to Top of Page

Alberto Pedrini

Italy
10608 Posts

Posted - 17 January 2012 :  23:17:10  Show Profile  Visit Alberto Pedrini's Homepage  Reply with Quote
Avevo di recente fotografato la vecchia T18



Ed ecco la nuova edizione (identica, a parte le ruote scure e il sound)


Alberto
Go to Top of Page

albertomocchi

Italy
2466 Posts

Posted - 16 February 2012 :  12:26:45  Show Profile  Reply with Quote
ieri ho rispolverato la Br78 cod.3303 analogica ferma da tantissimo tempo, naturalmente e' partita senza neanche un tentennamento
dato che le carrozze 43172/43182/43192 non penso di riuscire a trovarle volevo dirottarmi sulle 4317/4318/4319 disponibili senza problemi
il dubbio semmai e' che la 3303 e' anni 90 mentre queste carrozze sono recenti non che le altre fossero vecchissime mi sembra catalogo 2007
l'intenzione sarebbe trovare carrozze anni 90 quindi per l'analogico avete qualche dritta?
ciao
Alberto
Go to Top of Page

Callioni Nicola

Italy
286 Posts

Posted - 20 February 2012 :  20:11:24  Show Profile  Reply with Quote
Stavo guardando le fotografie del modello 3106, e ho notato che hai ganci relex, ma confrontandolo con il modello presentato nel catalogo 1991-1992, ha invece i ganci corti.
Quindi devo desumere che sono state proposte due versioni, o mi sbaglio?

Nicola
Go to Top of Page

Alberto Pedrini

Italy
10608 Posts

Posted - 20 February 2012 :  21:29:25  Show Profile  Visit Alberto Pedrini's Homepage  Reply with Quote
Oltre alla 3106 ci sono queste:



più le varianti.

Alberto
Go to Top of Page

Nino Carbone

5726 Posts

Posted - 24 June 2012 :  01:39:16  Show Profile  Reply with Quote

- Integrazione alla presentazione di Gian Michele Sambonet -

- BR 78 (Prussiana T18) -



Nei primi anni del 1900 le Ferrovie Prussiane a seguito dell'aumento del peso dei convogli in contemporanea
all'aumento della velocità degli stessi anche su linee brevi, incaricarono l'industria Vulcan di Stettino
di costruire una locomotiva-tender con rodiggio 2'C2' (rodiggio simmetrico)
con velocità di 100 km/h in entrambi i sensi di marcia.

Il grande vantaggio era quello non dover ruotare la locomotiva per il viaggio di ritorno dal momento
che molte stazioni non disponevano della piattaforma girevole.

Dopo le precedenti e negative esperienze avute con la T10 (BR 76), che pur presentando caratteristiche di efficienza, con il suo rodiggio asimmetrico (2'C) aveva evidenziato gravi carenze di stabilità nella marcia a ritroso, dimostrandosi poco adatta a questo tipo di servizio, perchè la T10 oltre alla mancanza del carrello posteriore, aveva anche l'interasse differente tra le ruote motrici.

Le prime 10 T18 vennero consegnate dalla Vulcan nel 1912 e assegnate al deposito di Sassnitz,
(sull'isola di Rügen), città portuale con servizio turistico verso Trelleborg (Svezia) e siccome sull'isola
non c'erano piattaforme girevoli furono sottoposte a prove di efficienza e funzionalità,
le locomotive si rivelarono un successo.

Dopo un anno dalla consegna seguirono commissioni anche ad altre industrie.

La scelta di Sassnitz fu anche strategica in quanto questa città si trovava vicino a Stettino
- sede della fabbrica Vulcan - questo facilitò la manutenzione delle macchine.




- BR 78 006 manovra un convoglio sul traghetto diretto a Trelleborg -

- Sassnitz 1925 -




- Foto Carl Bellingrodt / da: lctm.info -



Queste prime 10 locomotive manifestarono però un comportamento irregolare alla velocità superiore
i 60 km/h (furono nel frattempo limitate a 90 km/h), fu necessario rivedere totalmente l'equilibrio
nelle masse in movimento per poter omologare la velocità richiesta che era di 100 km/h.

Risolti i problemi tecnici relativi vennero anche loro ammesse a questa velocità,
come tutte le serie successive.

Fino al 1927 vennero costruite e consegnate 534 locomotive T18-BR 78 alle Amministrazioni di:

- Prussia / 333 -
- DRG dal 1920 / 127 -
- Württemberg / 20 -
- Saar / 27 -
- Alsazia-Lorena / 27 -

Che divennero 536 con le 2 BR 78 della Ferrovia Lubecca-Eutin costruite da Henschel nel 1936 e 1939.




- Ferrovia Lubecca-Eutin (ELE) -

2 locomotive BR 78 vennero consegnate dalle Henschel alla Ferrovia Lubecca-Eutin;
la prima nel 1936 (classificata n. 1) e la seconda nel 1939 (n. 2), confluirono nelle DR nel 1941
con classificazione: BR 78 329-330.

Dopo la Seconda Guerra Mondiale passarono alle DB.




- Le T18 dell'Alsazia-Lorena -

Vennero costruite per l'Alsazia-Lorena 27 T18; in conseguenza del Trattato di Versailles rimasero presso
l'Amministrazione di quel Paese e nel 1938 passarono alle SNCF con classificazione 232 TC (8401/8427)

In quella Regione rimasero in servizio fino al 1966.




- Le T18 delle TCDD -

Nel 1925 la Henschel costruì per le Ferrovie Turche (TCDD) ulteriori 8 locomotive uguali alla T18 (3701/3708)
per servizi suburbani nella zona di Istanbul che espletarono il loro servizio fino alla metà degli anni '70.




- La locomotiva -

La T18 è stata la fase finale dello sviluppo prussiano per quanto riguarda le locomotive-tender,
era dotata di motore a 2 cilindri gemelli alimentato a vapore surriscaldato.

Gli assi accoppiati erano fissi senza giochi laterali, mentre il bordino dell’asse centrale era lievemente
ridotto per favorire l’iscrizione in curva.

Le prestazioni di traino della T18 erano convogli di 350 ton. a 100 km/h su linee pianeggianti
e 315 ton. a 60 km/h su pendenze del 6‰.

La caldaia era approssimativamente delle stesse dimensioni di quella della P8 (BR 38), fu modificata
la superficie di griglia che venne ridotta, da 2.58 a 2.35 m2 per far posto al carrello portante posteriore.

Considerate le misure considerevoli della carbonaia, era stata progettata per far accedere
comodamente il personale anche agli angoli più estremi.

Aveva 3 serbatoi per l'acqua (12 m3), 2 ai lati della caldaia e 1 al centro nella parte interna,
la scorta carbone era di 4.5 ton.



Nel corso della costruzione le T18 hanno subito modifiche che hanno inciso sul funzionamento e aspetto.

I primi esemplari vennero consegnati senza preriscaldatore che venne successivamente applicato
nella parte anteriore (nel "bauletto" sotto lo sportello della camera fumo).

Dal 1916 il preriscaldatore Vulcan venne sostituito con quello Knorr.

Nel 1919 venne modificato il disegno della cabina con ventilazione sul tetto.

Nel 1921 furono installati i dispositivi per il filtraggio dell'acqua.

Sempre nel 1921 vennero installati 2 duomi.

Nel 1922 venne eliminato 1 duomo e installata la sabbiera appena dietro quello principale.

Nei modelli successivi vennero installate 2 sabbiere, 1 appena dietro il camino
conservando i 2 duomi.

Le sabbiere agivano sugli assi esterni con getti di aria compressa.




- BR 78 (ELE n. 2) con 2 sabbiere e 2 duomi -



- Foto Eisenbahn Journal Preussen Report band 8 / da: traiziataliafoto.com -



- I servizi -

Le T18/BR 78 sono state una classe di locomotive molto diffusa in Germania.

Erano sparse in tutti i depositi del territorio tedesco, oltre a Sassnitz vennero successivamente impiegate
nel traffico tra le stazioni di testa di Francoforte e Wiesbaden e con treni espressi da 350 ton. a 100 km/h
sulla linea Berlino-Stettino di 135 km.

Furono adibite anche ad altri servizi, alla testa di treni pendolari per il quale impiego la forte accelerazione
era molto indicata e occasionalmente espletavano anche servizio merci.

Le sue "roccaforti" erano Essen, Colonia, Dortmund e Wuppertal per le linee verso la Ruhr, poi Monaco,
Ausburg, Norimberga, Berlino, Amburgo, Erfurt, Breslau, la Saar, il Württemberg e l'Alsazia-Lorena.




- BR 78 039 nei pressi di Dresda nel 1940 in "occasionale" servizio merci -



- Foto Eisenbahn Journal Preussen Report band 8 / da: traiziataliafoto.com -



- Dopo il conflitto -

Alla fine della Seconda Guerra Mondiale 508 unità erano ancora in buono stato:
434 vennero assegnate alle DB, 53 alle D/DR, le restanti furono demolite per danni bellici
o assegnante ad altre Amministrazioni Europee tra le quali la Polonia (Oko1).

Con le DB, l'ultimo periodo di massimo splendore delle BR 78 fu poco prima dall'immissione
in servizio delle V 100 nel 1962, periodo nel quale c'erano ancora 400 locomotive in attività
dislocate nei depositi di Amburgo, Essen, Dillingen, Friedberg e Wuppertal.

Le 400 unità del 1962 divennero 10 nel 1970, nel frattempo riclassificate BR 078 (dislocate
a Stoccarda), vennero dotate del dispositivo di sicurezza Indusi, attrezzate per treni navetta,
con comando a distanza del regolatore e della distribuzione per mezzo
di servocomandi elettrici e pneumatici.

La BR 78 246 del deposito di Rottweil è stata l'ultima unità della classe ad essere ritirata: 31 dicembre 1974.

Le D/DR avevano ancora 40 BR 78 nel 1966 (dotate di parafumo Witte) che rimasero 7 nel 1970
e terminarono il loro servizio nel 1976.

Una delle prime 10 unità consegnate nel 1912 dalla Vulcan e assegnata alle D/DR è stata ritirata nel 1969
dopo 57 anni di servizio.




- Museali -

- BR 78 510 / Museo DB Norimberga -
- BR 78 009 / Museo Trasporti Dresda -
- BR 78 246 / Museo Locomotive Neuemarkt-Wirsberg -
- BR 78 468 / Museo Ferroviario Dierighausen -
- BR 78 192 / Museo Tuttlingen -
- BR 78 189 (Oko1 n.3 PKP) / Museo Ferroviario Varsavia -




- Dati Tecnici -

- Versione K.P.E.V. -



- Schema da: hpw.modellbahn.de -



- Versione modificata -



- Foto da Eisenbahn Journal Typenblätter Band 2 / da: traizitaliafoto.com -



- Anni: 1912/1927/1936/1939 -
- Rodiggio: 2'C2' h2 -
- Lunghezza: 14.800 mm. -
- Velocità massima: 100 km/h -
- Distibuzione Heusinger -
- Diametro ruote motrici: 1.650 mm. -
- Diametro ruote carrello anteriore: 1.000 mm. -
- Diametri ruote carrello posteriore: 1.000 mm. -
- Potenza: 1.140 PSi -
- Diametro cilindri: 560 mm. -
- Corsa: 630 mm. -
- Griglia: 2.35 m2 -
- Pressione di esercizio: 12 kg/cm2 -
- Carico massimo per asse: 17.1 ton. -
- Peso di servizio: 106 ton. -
- Peso aderente: 51.1 ton. -

- Capacità acqua: 12 m3 -
- Capacità carbone: 4.5 ton. -

- Unità costruite: 534 + 2 (ELE) + 8 (TCDD) -

- Costruttori: Vulcan-Werke (Stettino) - Hanomag (Hannover) - Henschel & Sohn (Kassel) -
- Franco Belga (La Croyère) -

- Unità riclassificate DRG: 508 -

- Numerazione DRG: BR 78 001-330 / 351-528 -




- Immagini -

- T18 K.P.E.V. 8411 "Saarbrücken" -



- Foto (Vulcan) Eisenbahn Journal Preussen Report band 8 / da: traiziataliafoto.com -



- L'ultima T18 delle 127 consegnate alle DRG con numerazione BR 78 528 e livrea K.P.E.V. -



- Foto Eisenbahn Journal Preussen Report band 8 / da: traiziataliafoto.com -



- BR 78 364 -



- Collezione H. Brinker / da: bahnen-wuppertal.de -



- BR 78 459 - A Schorndorf nel 1967 -



- Foto Burkhard Wollny / da: stratoser-net -



- BR 78 297 -



- Foto Ulrich Budde / da: bundesbahnzeit.de -



- BR 78 383 con convoglio di carrozze prussiane il 17 giugno 1950 -



- Foto Carl Bellingrodt / Collezione H. Brinker / da: bahnen-wuppertal.de -



- BR 78 159 in servizio secondario -



- Foto Collezione Helmut Dahlhaus / da: bahnen-wupprtal.de -



- BR 078 410 - A Horb am Neckar nel 1972 -



- Foto Edizioni Franckh -



- Modelli Märklin -

- 3109 / 3609 - T18 8401 / K.P.E.V -



- Foto Alberto Pedrini -



- 3305 - T18 8402 / K.P.E.V. -



- Foto Frits Osterthun -



- 3307 / 3607 - T18 1127 / K.W.Sts.E. -



- Foto Frits Osterthun -



- 37071 - T18 1140 / K.W.STs.E. -



- Foto Frits Osterthun -



- 37073 - BR 78 100 / DRG -



- Foto Alberto Pedrini -



- 3303 / 3703 - BR 78 031 / DRG -



- Foto Frits Osterthun -



- 3106 - BR 78 355 / DB -



- Foto Alberto Pedrini -



- 37075 / 232 TC 411 / SNCF -



- Foto Alberto Pedrini -



- 3107 - 232 TC 414 / SNCF -



- Foto Frits Osterthun -



- 83307 -



- Foto Frits Osterthun -



- Link correlato con la BR 78.10: http://www.marklinfan.com/f/topic.asp?TOPIC_ID=1932#15280
- Link correlato con la BR 78 ÖBB: http://www.marklinfan.com/f/topic.asp?TOPIC_ID=1936#15289 -
- Fonti: traiziataliafoto.com - lctm.info - personal.umich.edu - de.wikipedia.org - Taschenbuch Deutsche Lokomotiven -
- Foto frontespizio: Guida alle locomotive a vapore / Luciano Greggio / Arnoldo Mondadori Editore -

Go to Top of Page

Nino Carbone

5726 Posts

Posted - 25 June 2012 :  11:34:32  Show Profile  Reply with Quote


- Oko1 n. 3 PKP (ex BR 78 189) - Museo Ferroviario di Varsavia -





- Foto da: en.wikipedia.org -





- Foto da: de.wikipedia.org -


Go to Top of Page

Nino Carbone

5726 Posts

Posted - 27 June 2012 :  00:39:01  Show Profile  Reply with Quote


- Nel 1925 la Henschel costruì per le Ferrovie Turche (TCCD) 8 ulteriori locomotive uguali alla T18
(classificazione 3701-3708) per servizi suburbani nella zona di Istanbul che espletarono
il loro servizio fino alla metà degli anni '70 -


- 3702 TCDD -


- Foto Benno Bickel / da: germanrail.8.forumer.com -


Go to Top of Page
Page: of 2 Previous Topic Topic Next Topic  
Next Page
 New Topic  Reply to Topic
 Printer Friendly
Jump To:
Märklinfan Club Italia © 2008-2016 Märklinfan Club Italia Go To Top Of Page
Powered By: Snitz Forums 2000 Version 3.4.06