Märklinfan Club Italia
Märklinfan Club Italia
Home | Profile | Register | Active Topics | Members | Search | FAQ
Username:
Password:
Save Password
Forgot your Password?

 All Forums
 Storia delle ferrovie
 Germania - Locomotive a vapore
 BR 02
 New Topic  Reply to Topic
 Printer Friendly
Author Previous Topic Topic Next Topic  

Nino Carbone

6667 Posts

Posted - 18 November 2011 :  11:02:46  Show Profile  Reply with Quote
BR 02 DRG

Nino Carbone

6667 Posts

Posted - 18 November 2011 :  11:18:16  Show Profile  Reply with Quote

- Baureihe 02 -



- BR 02 006 del 1926 in livrea "fotografica" (Werkfoto Henschel) -



- Cenni di storia -

Nei primi anni '20 del XX secolo, quando le DRG avviarono il piano per la realizzazione di una locomotiva modello 2'C1' unificata
per treni espressi, due scuole di pensiero si scontrarono per decidere quale tipo di motore adottare.

Gli ingegneri bavaresi proponevano un motore a doppia espansione (compound), più economico e più performante, quelli prussiani,
invece, volevano un motore a espansione semplice di facile manutenzione.

Si decise quindi di procedere con la realizzazione di dieci locomotive con motore composito a quattro cilindri e dieci a espansione
semplice a due cilindri, così da poterle sottoporre a un confronto diretto durante i test e in servizio.

Le locomotive dovevano essere progettate in modo tale da poterle convertire in seguito nella versione di maggior successo.

A parte le differenze nei motori, le BR 01 a espansione semplice e le BR 02 compound, erano strutturalmente identiche.

- Link correlato con la BR 01: http://www.marklinfan.com/f/topic.asp?TOPIC_ID=1618#13429 -

Per la costruzione delle BR 02 furono incaricate le ditte Henschel di Kassel, che consegnò le macchine dalla 001 alla 008
e Maffei di Monaco dalla 009 alla 010.

Maffei fu l'unico costruttore non prussiano a partecipare alla realizzazione delle prime 20 Pacific unificate.

La BR 02 001, consegnata nel novembre 1925, fu subito presentata alla Fiera dei Trasporti di Monaco.

Lo Br 02 002, consegnata poco dopo, fu inviata all'ufficio di ricerca e collaudi di Grunewald insieme alla BR 01 001,
per effettuare i test drive.

I depositi di Hof, Hamm ed Erfurt hanno poi ricevuto tre BR 01 e tre BR 02 ciascuno, per i test operativi in un confronto diretto
nello stesso turno di servizio.

La velocità massima autorizzata per la BR 02 era di 130 Km/h (unica Classe a cui fu consentita tale velocità prima del '30).

Alla consegna, le locomotive erano dotate di tender 2'2 T 30, poi sostituiti con il modello 2'2' T 32.

I deflettori parafumo all'origine erano di tipo "Grunewald" (piccoli), sostituiti nel 1930 con il modello "Wagner" (grandi).






- BR 02 003 del 1925 in livrea "prussiana" (Werkfoto Henschel) -



Nonostante il compromesso concesso all'intero staff di ingegneri nel realizzare le due serie, il capo dell'ufficio centrale
della Reichsbahn per l'ingegneria meccanica e "padre della locomotiva unificata", Richard Paul Wagner (prussiano),
aveva già deciso, quindi senza attendere i risultati delle prove avviò la produzione in serie della sola BR 01.

Dopo due anni di prove operative, nonostante gli ottimi risultati ottenuti, tutte le 10 BR 02 furono concentrate nel deposito di Hof,
in attesa della conversione.

Il motivo di tale decisione fu secondo Wagner, che si trattava di macchine troppo impegnative da condurre e troppo complesse
per la manutenzione.

Ma il personale di guida dell'Alta Franconia, divenne particolarmente esperto nella movimentazione di queste compound,
affermando di apprezzarle moltissimo per le loro prestazioni eccezionali.

Le locomotive dal canto loro si comportavano benissimo, trainando in piena economia i pesanti treni espressi sulle linee:
Regensburg-Hof-Lipsia, Monaco-Berlino e Hof-Dresda-Wroclaw.

Ci vollero quindi altri dieci anni alle DRG prima di ratificare la loro conversione in macchine a espansione semplice.

Fu solo tra il 1937 e il 1942 che le 10 BR 02 furono convertite in BR 01 011, 233-241.




- Dati tecnici -



- Anni: 1925-1926 -
- Modello: 2'C1' h4v -
- Potenza: 2300 PSi -
- Velocità: 130 km/h -
- Lunghezza: 23.750 mm -
- Diametro ruote motrici: 2.000 mm-
- Diametro ruote carrello anteriore: 850 mm -
- Diametro bissel posteriore: 1.250 mm -
- Cilindri: 4 compound a vapore surriscaldato -
- Diametro cilindri A.P.: 460 mm -
- Diametro cilindri B.P.: 720 mm -
- Corsa cilindri: 660 mm -
- Pressione di esercizio: 16 bar -
- Peso in servizio: 113.5 ton -
- Peso aderente: 60.3 ton -
- Carico massimo per asse: 20.2 ton -

- Tender: 2'2 T 30 / 2'2' T 32 -

- Unità costruite: 10 -


- Numerazione: 02 001-010 -
(Poi rinumerate 01 011, 233-241)



- Immagini -

- La BR 02 008 nelle condizioni di fornitura con i piccoli schermi parafumo originali -

- Hof - 31 dicembre 1925 -




- Foto: H. Maey -



- La BR 006 con schermi parafumo grandi a Leipzig nel 1936 -



- Foto: Foto: W. Hubert -



- La BR 02 007 lascia Colonia nel 1926 con l'Espresso D 3 per Berlino -



- Foto: C. Bellingrodt -



- La BR 02 006 a Wuppertal-Elberfeld con l'Espresso D 4 (Berlino-Colonia) nel 1928 -



- Foto: C. Bellingrodt -



- Michele e Nino -
Go to Top of Page

Nino Carbone

6667 Posts

Posted - 19 November 2011 :  13:32:03  Show Profile  Reply with Quote

- Modelli -

- DRG BR 02 006 (Micro-Metakit 96201H) -



- Foto Frits Osterthun -



- DRG BR 02 003 (Micro-Metakit 96200H) -



- Foto Frits Osterthun -


- Nino -
Go to Top of Page

Nino Carbone

6667 Posts

Posted - 20 November 2011 :  13:01:11  Show Profile  Reply with Quote


- BR 01 e 02 a confronto (primi anni '30) -



- Foto: Bildarchiv der Eisenbahnstiftung -



Uno dei motivi principali che portò all’abbandono delle compound era legato alla difficoltà del macchinista a gestire
la doppia espansione, questo richiedeva molta attenzione e controllo, mani estremamente esperte dovevano dosare i flussi
di vapore ai cilindri, prima ad alta poi a bassa pressione, per sprigionare tutta la potenza e ottenere una coppia ottimale
in termini di prestazioni rapportate ai consumi.




- BR 02 001 in deposito a Leipzig nel giugno 1935 -
(Riclassificata nel 1937 BR 01 011)



- Foto: DLA Darmstadt -



- BR 01 011 in deposito a Hagen-Eckesey nel giugno 1959 -
(Ex BR 02 001)



- Foto: Helmut Röth -


- Nino -
Go to Top of Page

Gian Michele Sambonet

Italy
5282 Posts

Posted - 08 April 2020 :  17:46:37  Show Profile  Reply with Quote


La potente BR 02 004 in rifornimento a Chemnitz Hbf. nel 1930, (Foto: Coll. Thomas Samek)

La sua livrea era verde oliva, con camera a fumo nera e ruote rosso bruno. Anche il tetto della cabina e la sponda alta del tender erano neri.
Go to Top of Page

Alberto Pedrini

Italy
11063 Posts

Posted - 05 November 2020 :  23:04:41  Show Profile  Visit Alberto Pedrini's Homepage  Reply with Quote
In arrivo da Brawa due versioni della 02 AC sound


Alberto
Go to Top of Page

Gian Michele Sambonet

Italy
5282 Posts

Posted - 06 March 2021 :  10:03:18  Show Profile  Reply with Quote


Le BR 02 006 a Leipzig il 10 giugno 1936, ancora in livrea prussiana. (Foto: H. Maey)

Tutte queste macchine, destinate ad essere convertite già dal periodo successivo alla consegna, non ricevettero mai la livrea unificata nera con ruote rosse.
Go to Top of Page

Gian Michele Sambonet

Italy
5282 Posts

Posted - 19 March 2021 :  09:27:14  Show Profile  Reply with Quote


Br 02 002 e BR 19 001 (sä XX HV) con treno P 850 (Hof-Monaco) ne pressi di Windischeschenbach nel 1934. (Foto: C. Bellingrodt)





La BR 02 006 con l'Espresso D 121 (Hof-Breslau), nei pressi di Reichenbach nel 1936. (Foto: C. Bellingrodt)
Go to Top of Page
  Previous Topic Topic Next Topic  
 New Topic  Reply to Topic
 Printer Friendly
Jump To:
Märklinfan Club Italia © 2008-2022 Märklinfan Club Italia Go To Top Of Page
Powered By: Snitz Forums 2000 Version 3.4.06